lunedì 30 marzo 2015

The Traveling Man di Jane Harvey-Berrick. I più attesi

Salve a tutte Crazy,
Oggi vi parlo di The Traveling Man,  primo capitolo del The Traveling Duet dell’autrice inglese Jane Harvey-Berrick. Nonostante abbia diversi libri all’attivo, devo ammettere con rammarico di non aver mai sentito parlare di lei, ma se gli altri sono belli anche solo la metà di questo romanzo, allora varrà sicuramente la pena leggerli.








The Traveling Duet

1. The Traveling Man, 27 Gennaio 2015 usa
2. The Traveling Woman

Autrice: Jane Harvey-Berrick
Casa Editrice: Harvey-Berrick Publishing
Genere: New Adult



Io ero ordinaria. Gentile. Lui era straordinario. E non sempre gentile.
Lunatico e complicato, brillante e bellissimo, Kes mi spaventava e mi proteggeva. Poteva essere incredibilmente offensivo e incredibilmente premuroso. Non era perfetto, ma era perfetto per me. Mi provocava, mi trascinava fuori dal mio piccolo posto sicuro e mi mostrava quanto il mondo potesse essere magnifico. Era tutto ciò che io non ero.
Aimee Anderson ha 10 anni quando il carnevale itinerante è approdato per la prima volta nella sua piccola cittadina. Non si aspetta che il suo mondo cambi così radicalmente. Ma incontrare Kestrel Donohue cambierà completamente il suo percorso di vita.
Anche se si vedono solo per due settimane all’anno quando lui è di passaggio nella sua città, la loro amicizia è la cosa più importante della sua vita. Quell’amicizia infantile con gli anni si trasforma in amore, le scelte da prendere diventano più difficili, e sia Kes che Aimee si rendono conto che due settimane all’anno non saranno mai abbastanza.




Se dovessi definire questo romanzo con un aggettivo sarebbe sicuramente “unico”. Aimee e Kes si conoscono quando sono ancora bambini e i loro mondi, così diversi, si scontrano. Quando la fiera itinerante fa tappa a Fairmont, Minnesota, gli occhi innocenti della piccola Aimee sono irrimediabilmente attratti dalle luci scintillanti della ruota panoramica e dalle voci gioiose dei giostrai e degli artisti. È lì che incontra Kestrel ed è lì che, anno dopo anno, la loro amicizia di bambini sboccerà per diventare il primo amore.

“Gelosa?”
“Si, sono gelosa.”
“Non dovresti, Sorcha è solo un’amica.”
“È così che chiami anche me.”
“No, tu sei la mia ragazza.”
“Davvero?”


Aimee è una bambina solitaria, dall’animo gentile, che vive nel suo mondo fatto di libri. Kes è problematico, riservato, attaccato ai suoi segreti, riluttante ad esprimere i suoi sentimenti, e con il passare del tempo non farà che accentuare questi aspetti del suo carattere  rendendolo, a tutti gli effetti, ancora un bambino che non sa come comportarsi quando le cose si fanno difficili. Ma nonostante ciò, per Aimee, Kes è tutto. La loro storia, per quanto dolce, non sarà affatto semplice.
Con l’intensificarsi dei loro sentimenti, il distacco si fa sempre più doloroso. I genitori di Aimee non hanno mai approvato l’amicizia della loro preziosa figlia con un artista di strada illetterato, ma questo non li aveva mai fermati dall’aspettare con impazienza l’arrivo di ogni estate, almeno fino all’anno in cui Aimee compie 16 anni. Da quel momento in poi e per i successivi 8 anni, le loro strade si separeranno, segnate dal rancore e dalle bugie che la gente che è sempre stata loro intorno ha alimentato per tenerli lontani. Sarà il caso a farli riavvicinare, ma anche questa volta il loro rapporto sarà una montagna russa di emozioni troppo forti da gestire, dalla rabbia del primo incontro, alla passione velocemente ritrovata, alle liti furibonde, alla decisione impulsiva di mollare tutto per un’estate all’insegna dell’amore. Aimee ha realizzato il suo sogno di diventare un’insegnante, Kes è diventato uno stuntman di successo, e quando la realtà si affaccerà prepotentemente nelle loro vite e gli ricorderà che l’amore non è abbastanza quando ci sono degli obblighi a cui adempiere, un’ultima lacerante discussione li dividerà ancora una volta, lasciando sprofondare entrambi nella totale disperazione per una storia che sembra sempre essere stata destinata a finire. Entrare nel mondo di Kes è un’esperienza magica dall’inizio alla fine. Non si può non restare affascinati dai suoni, gli odori e le luci della sua fiera itinerante e nel guardare questo spettacolo attraverso gli occhi di Aimee ti senti un po’ bambino anche tu. La magia, però, ha sempre un prezzo, e la sofferenza che si intravede con ogni anno che passa ti stringe il cuore.

È bello vedere come l’innocenza si trasforma in un amore puro e totalizzante. Nonostante la giovane età dei protagonisti, quando si pensa che entrambi hanno un bisogno disperato di amore, allora tutto assume un senso.
Il finale è particolarmente sofferto e ti fa bramare il seguito, ma in attesa della conclusione della loro storia in “The Traveling Woman”, non posso che consigliarvi di lasciare che la magia di Kes colori anche il vostro mondo.


A presto, Francesca.


3 commenti:

  1. Francesca devo smetterla di leggere le tue recensioni dato che io non leggo in originale!!! non puoi metterti a tradurre per lavoro? :-)

    RispondiElimina
  2. Wow..... vi prego ditemi che arriverà anche tradotto qui da noi! Bellissima recensione per un libro che ha una trama nuova e diversa! Baci vict

    RispondiElimina
  3. wow stupendo!! ma uscirà in italia?? ditemi di si per favoreeee *____*

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...