venerdì 23 giugno 2017

Su e giù per Manhattan di Sarah Morgan, recensione

Buongiorno Crazy,
Oggi vi parlo di Su e giù per Manhattan di Sarah Morgan, primo volume della serie Da Manhattan con amore, uscito ieri 22 Giugno per Harper Collins Italia.
Faremo la conoscenza di Paige, che sta cercando di trovare la sua strada e di Jake, l’uomo di cui è sempre stata innamorata. Il romanzo è stato preceduto da una novella, A mezzanotte da Tiffany, uscita il 22 Maggio in cui sono stati presentati alcuni personaggi, partendo dai protagonisti Matilda e Chase, ma anche gli atri protagonisti di questa serie.

Su e giù per Manhattan Titolo: Su e giù per Manhattan
Autore:
Sarah Morgan
Serie: #1 Da Manhattan con amore
Editore:
HarperCollins
Data:  22 Giugno 2017
Genere: contemporary romance
Categoria: omici/amanti
Narrazione: terza persona, pov alternati
Finale: No cliffhanger
Coppia: Paige, Ragazza che ha appena avviato un’attività con le amiche; Jake, amico di vecchia data e ricco imprenditore informatico.
QUI SERIE


Paige, Eva e Frankie hanno lasciato la cittadina di provincia in cui sono cresciute a Puffin Island e si sono trasferite a New York, dove hanno trovato lavoro in un’affermata agenzia che organizza eventi. Per Paige, che ha sempre amato le sfide, è l’occasione di mettere alla prova se stessa e le proprie capacità, ma proprio quando il successo sembra a portata di mano, di punto in bianco scopre di essere stata licenziata. Non solo: la stessa sorte è toccata anche alle sue amiche. Decisa a non darsi per vinta e a rimanere a Manhattan, Paige si convince che l’unica soluzione possibile, a quel punto, sia mettersi in proprio…
Lanciare una start up, però, è ben poca cosa di fronte alla necessità di nascondere ciò che prova per Jake Romano. Oltre a essere il miglior amico di suo fratello Matt e uno degli scapoli più ambiti di Manhattan, Jake è anche l’uomo che le ha spezzato il cuore, e quando offre alla sua neonata società l’imperdibile occasione di farsi conoscere, Paige si ritrova a trascorrere con lui molto più tempo di quanto avesse programmato. E inizia a chiedersi come può convincere l’uomo che non crede nell’amore per sempre che a volte esistono anche storie a lieto fine.


Prima di tutto voglio parlarvi della novella A mezzanotte da Tiffany, che apre la serie e comincia ad introdurci nell’atmosfera che sarà presente in ogni romanzo.
La novella è breve e la storia è poco sviluppata, ma è anche dolcissima e lascia una bella sensazione.
Matilda è una scrittrice piena di sogni, molto goffa che spera di avvicinare Chase Adams, il milionario che ha organizzato la festa in cui sta lavorando come cameriera.
Chase ha un fratello che dirige una casa editrice ed è questo che lei spera di raggiungere tramite il milionario.
Peccato che la sua assoluta mancanza di coordinazione la farà licenziare in tronco, ma le permetterà anche di vivere l’avventura di una notte più bella della sua vita proprio con Chase Adams, senza che lei lo abbia riconosciuto. La loro è una storia giocata tutta sul fingersi qualcuno di diverso.
Proprio dal giorno dopo la festa di Chase Adams parte la storia di Paige, che si dirige in ufficio convinta di ottenere la sua meritata promozione e invece si ritroverà licenziata su due piedi insieme alle sue migliori amiche Eva e Frankie.   
Lo sconforto delle ragazze durerà poco, perché ben presto decideranno di fondare la loro propria compagnia e la spinta a questa idea la darà proprio Jake Romano, amico delle ragazze e migliore amico di Matt, il fratello di Paige.
Jake darà una grande mano alle ragazze commissionandogli il loro primo grande evento, cosa che per le ragazze sarà un grande trampolino di lancio; ma sarà anche problematico per Paige, che ha sempre provato dei sentimenti per Jake e che già una volta è stata rifiutata da lui.
Devo dire che un tratto ricorrente della Morgan è quello che in molti suoi romanzi la storia parte lenta e ci mette un po’ a carburare.
Anche in questo romanzo ho riscontrato questo difetto, la storia parte lenta all’inizio ma penso sia dovuto al fatto che essendo il primo romanzo, ha dovuto sviluppare la trama principale che poi si dipanerà anche nei romanzi successivi, e cioè il licenziamento delle ragazze e l’avviamento della loro attività.
Mi è piaciuto molto che abbia fatto questa scelta di far provenire le ragazze da Puffin Island. La cosa non è un particolare rilevante, ma è una sorta di passaggio di testimone dalla serie precedente a questa.
Ho trovato un po’ sbilanciato il rapporto tra Paige e Jake, nonostante avessi capito che il ragazzo ha un passato molto doloroso, avrei voluto che Paige avesse un po’ più di rivincite rispetto alle cose che ha dovuto sopportare.
Il romanzo migliora moltissimo nella seconda metà, quando la storia comincia a ingranare e ad entrare nel vivo.
Mi è piaciuto molto il rapporto di amicizia tra le tre ragazze, davvero uno dei punti di forza di tutta la serie, sono sicura. Non potrebbero essere più diverse per aspetto e caratteri, eppure si capiscono e si supportano sempre l’un l’altra.
New York è l’ambientazione da sogno che mi aspettavo, e non stanca mai, per quante centinaia di romanzi vi saranno ambientati, per quante volte verranno nominati posti e quartieri che abbiamo sentito nominare o letto tante volte, non perderà mai il suo fascino e la sua magia.
Perciò se volete tornare a fare un altro viaggio immaginario nella città, capitale del mondo, non perdetevi questa nuova serie con la novella e il primo romanzo.

PS. Vorrei fare un appunto al traduttore, il film Crazy Stupid Love con Ryan Gosling è arrivato in Italia col titolo originale, quindi non serviva che lo traducesse letteralmente in Questo pazzo stupido amore. Sarebbe bastata una veloce ricerca per scoprirlo.

Un bacio, Patty


2 commenti:

  1. Evviva! Finalmente una scrittrice che vale la pena di leggere e che mi fa sognare. Da leggere tutti d'un fiato, tutti i suoi romanzi...
    Una droga che vorrei assumere almeno una volta al mese...

    RispondiElimina
  2. A parte il prequel quanti sono i libri 3? Tara

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...