mercoledì 6 marzo 2019

P.S. TI ODIO DA MORIRE DI WINTER RENSHAW, RECENSIONE

Ciao, Crazy!
Oggi siamo qui per parlarvi del primo romanzo arrivato nelle nostre librerie dell’autrice Winter Renshaw dal titolo P.S. Ti odio da morire.
Un romanzo particolare, una storia iniziata quasi per caso, doveva essere solo una settimana, ma poi la relazione è cresciuta grazie a uno scambio di lettere che sono praticamente il fulcro di questo romanzo. Volete conoscere la cameriera Maritza e lo scorbutico Isaiah? Seguitemi!



P.S. Series

1. P.S. Ti odio sempre di più, 25 febbraio 2019
2. P.S. I Miss You, inedito
3. P.S. I Dare You, inedito

Autore: Winter Renshaw
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance
Categoria: Military Romance
Narrazione: prima persona, doppio pov
Finale: Autoconclusivo








Caro Isaiah,
sono passati otto mesi da quando eri un semplice soldato pronto a partire per chissà dove, e io una cameriera troppo timida. Mentre ti passavo furtivamente quel pancake gratis, ricordo di avere sperato che non ti accorgessi del mio sguardo. E invece l’hai fatto. E così abbiamo passato insieme la settimana più incredibile di tutta la mia vita, in attesa del giorno in cui saresti dovuto partire. Quei momenti trascorsi insieme hanno cambiato tutto. Dopo che sei partito, ho conservato ogni tua lettera. Ho imparato a memoria ogni parola, in attesa di un nuovo messaggio o qualunque cosa che mi parlasse di te. E poi un mese fa hai smesso di scrivermi. E ieri hai persino avuto il coraggio di venire nel locale dove lavoro facendo finta di non conoscermi. E pensare che avrei potuto amarti. Spero almeno che tu abbia avuto una buona ragione.

Maritza la cameriera
P.S. Ti odio. Questa volta per davvero.


Se n’è andato prima dell’alba, ma quelle poche ore nel mio letto in cui i nostri corpi erano come fusi assieme le ricorderò per tutta la vita. Mi ha dato un bacio sul palmo della mano con tocco delicato e sguardo dolce. Non so se fossero delle scuse silenziose o una resa del suo cuore di ghiaccio.

Ecco un romance che si possa davvero definire diverso, o almeno io l’ho percepito tale. Ho letto tutto in meno di un giorno, divorando ogni pagina come se fossi affamata. I capitoli si sono susseguiti uno dietro l’altro con una rapidità che mi ha davvero stupita. Sono rimasta piacevolmente sorpresa da questa nuova conoscenza nel nostro panorama romance. Devo dire che come prima volta, chapeau Winter Renshaw.
Maritza (nome alquanto bizzarro, ma sinceramente ne ho letti di peggiori, al confronto questo sembra anche normale) fa la cameriera in una nota tavola calda di Los Angeles famosa soprattutto per i suoi pancakes. Un giorno un bel giovanotto dall'aria seria e misteriosa si presenta alla tavola calda per la colazione e da lì inizia tutto. Quell’uomo si chiama Isaiah, Maritza capisce subito che quel tipo tutto d’un pezzo ha l’aria del militare, ma diciamo che il galateo non sa nemmeno dove sta di casa. Da subito si dimostra freddo, indifferente, quasi al limite dello sgarbato, ma ha attirato l’attenzione della bella cameriera che a malincuore lo serve, ma è anche felice di non doverlo rivedere più. Ma sarà davvero così? Il destino ci mette lo zampino. O forse dovrei dire il semaforo? Ops, spoiler. Se siete curiosi leggete questo libro.

Non dire che ti manco. Stronzate del genere non sono altro che campi minati, territori pericolosi. Se stai cercando una mia reazione, mandami una foto delle tue tette ma, per l’amor del cielo, non dire che senti la mia mancanza. Non faceva parte dell’accordo.

Ma quanto mi è piaciuto questo libro? Davvero tanto, letto alla velocità della luce, apprezzato tantissimo la presenza del doppio pov (io senza il punto di vista maschile mi sento persa!), mi è piaciuta molto la struttura di questo romanzo in cui nella parte centrale le vite dei protagonisti fanno un po’ da contorno a quelle che sono le tante attese lettere che i due si scambieranno per buona parte del libro. Una storia che sembra cresciuta alla velocità della luce, ma che invece si è sviluppata lentamente, dove la distanza ha fatto in modo che quei sentimenti crescessero senza possibilità di tornare indietro. Mi è piaciuto perché ha una struttura diversa e pur essendo un military romance, non presenta elementi suspense o un “nemico” vero e proprio da combattere per salvare la donzella in pericolo. Vi assicuro che Maritza non ha nessun bisogno di essere salvata. L’ho apprezzata molto per il suo carattere sempre solare e alla mano che compensa col carattere molto chiuso e taciturno di Isaiah, che comunque mi è entrato nel cuore già dai primi capitoli.
Vi piacerà? Io spero di sì, di sicuro avrà un posto speciale nel mio cuore. Una storia magari non indimenticabile, ma che di sicuro vi farà sorridere.

Un bacio,
Sissy













Nessun commento:

Posta un commento

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...