lunedì 5 agosto 2013

Recensione "Una Dolce Scoperta" di Nora Roberts

Buongiorno Crazy,
come vi avevo anticipato un po’ di tempo fa (Qui), il 18 luglio è stato pubblicato a cura della LeggerEditore “Una Dolce Scoperta”, terzo e conclusivo capitolo della trilogia “Boonsboro Inn” di Nora Roberts di cui oggi vi propongo la mia recensione.
Titolo: Una Dolce Scoperta - The Perfect Hope (3° Volume trilogia Boonsboro Inn)

Autore: Nora Roberts

Casa Editrice: Leggereditore

Data d'Uscita: 18 Luglio

Genere: Contemporary Romance




Questo ultimo romanzo chiude definitivamente il cerchio su tutti gli avvenimenti e questioni lasciate in sospeso nei precedenti due, ”Il giardino dei nuovi inizi” e “La casa dei grandi Incontri” (dei quali troverete Qui la recensione). 
Lo splendido albergo affacciato su Main Street è ormai in piena attività, gli ospiti si susseguono soddisfatti, le prenotazioni piovono copiose ed anche due dei supersexy fratelli Montgomery hanno trovato la loro porzione di felicità, Beckett si è sposato con la sua Claire ed anche Owen ed Avery a breve convoleranno a giuste nozze. L’impresa edile Montgomery Family Contractors si è gettata a capofitto in una nuova avventura, la costruzione di un centro benessere annesso all’albergo e di un pub-ristorante per Avery ed anche l’identità e il passato del “dispettoso” fantasma che si aggira fra le stanze dell’albergo profumando di caprifoglio sembrano sul punto di essere svelate. 
Proprio come per Beckett e Owen, la presenza indiscreta e impalpabile di questa romantica “coinquilina” forzerà anche Ryder, l’ultimo dei fratelli Montgomery, verso il compimento del suo romantico destino con la bellissima e altezzosa Hope Beaumont, la direttrice del InnBoonsboro. 
Hope e Ryder non potrebbero essere più diversi, due caratteri divergenti che non hanno apparentemente nulla in comune. Lei, ex manager di un lussuoso hotel a Washington, abituata alla mondanità e al glamour, perfezionista fino all’esasperazione, una bellezza raffinata e mozzafiato, impeccabile nei suoi taillleurs eleganti e scarpe dai tacchi altissimi.
Ryder invece, sempre vestito con jeans strappati o abiti da cantiere e l’immancabile cintura con gli attrezzi allacciata alla vita è il meno socievole dei fratelli Montgomery, dai modi rozzi e scontrosi ma anche selvaggiamente sexy e affascinante.
Instancabile lavoratore, trasformare vecchi edifici malandati in splendide costruzioni rappresenta per lui una sfida altrettanto avvincente che conquistare una donna…e di donne Ryder ne ha sempre ospitate molte nel suo letto, ma mai nessuna è riuscita a conquistare il suo cuore.
All’inizio, Hope e Ryder sembrano non sopportarsi a vicenda, non fanno che litigare finché i loro continui, vivaci battibecchi si trasformano in qualcos’altro, un’attrazione potente e bruciante che li spinge prepotentemente l’uno nelle braccia dell’altro e che pian piano accende nei loro cuori il desiderio reciproco di conoscersi veramente, di gettare la maschera per giocare a carte svelate e scoprire che, a volte (quasi sempre), gli opposti si attraggono irrimediabilmente….
“Una Dolce Scoperta” è, fra i tre capitoli della BoonsboroInnTrilogy, quello che mi è piaciuto di più in assoluto. Senza nulla togliere al fascino equilibrato e discreto di Beckett o alla dolcezza disarmante di Owen, il sex appeal rude e scontroso di Ryder mi ha letteralmente sbattuta al tappeto…!! Quest’uomo sboccato, rude, dai modi rozzi e primitivi ma dal cuore tenero mi aveva conquistata già dalla sua prima apparizione nel primo volume della trilogia.
Scoprire di lui che, oltre all’innegabile carisma dei fratelli Montgomery e un fisico a dir poco mozzafiato, è anche un uomo dolce, gentile, sincero e premuroso mi ha lasciato in un brodo di giuggiole e gli occhi a forma di cuoricino…
L’attrazione verso Hope è stata palpabile sin dal loro primo incontro ed è decisamente accattivante e coinvolgente il modo in cui lentamente la consapevolezza dei suoi reali sentimenti matura
pagina dopo pagina fino a dirompere in una delle più spiazzanti e grottesche dichiarazioni d’amore mai sentite in tutta la mia vita…!!
Allo stesso modo, anche il personaggio di Hope subisce un’evoluzione, da rigida ed efficiente “Miss Perfezione”, che si manda da sola e mail di promemoria per essere sicura di non dimenticare nulla, che passa le giornate compilando interminabili liste di cose da fare a donna appassionata e solare, capace di essere flessibile e persino lasciarsi andare a sonore risate liberatorie.
Se Ryder nel suo passato ha conquistato moltissime donne, Hopeha alle spalle una cocente delusione, l’uomo con il quale aveva condiviso un’importante relazione a Washington nonché suo ex datore di lavoro l’ha tradita e umiliata, lasciando in lei l’amara consapevolezza di non voler avere più niente a che fare con gli uomini, tantomeno con un “buzzurro” come Ryder…ma si sa, Cupido ha l’occhio lungo….
Per Hope, splendido esemplare di “donna di città”, l’arrivo a Boonsboro ha significato lasciarsi il passato alle spalle per ricominciare una nuova vita, per rimettersi in gioco da sola, con le proprie forze e il trasferimento in questa piccola cittadina ha rappresentato per lei un cambiamento radicale rispetto alla vita frenetica cui era abituata. Questo singolo cambiamento però ne ha portati con sé molti altri, non solo sul piano professionale. Dal momento in cui ha messo piede in città Hope ha scoperto infatti l’esistenza di qualcos’altro. A Boonsboro, non è semplicemente soddisfatta della propria vita, è felice, l’albergo non solo è il suo posto di lavoro ma è diventato anche casa sua.
La scrittura fluida e dettagliata della Roberts accompagna e svela l’approfondirsi dei sentimenti tra questi due improbabili amanti ed è un piacere trovarsi a sfogliare le pagine ad un ritmo sempre più forsennato e con un battito cardiaco sempre più accelerato per scoprire, quasi bramare il momento topico della rivelazione, quell’attimo in cui il desiderio si lega indissolubilmente al cuore per trasformarsi in amore…
“Una Dolce Scoperta” è stato un romanzo che mi ha fatto veramente emozionare e, all’epilogo, mi è quasi scesa una lacrimuccia, ho amato tantissimo tutti i protagonisti di questa trilogia, uomini e donne comuni ma non per questo banali, affascinanti nei loro difetti e ossessioni, curiosi nelle loro manie e assolutamente adorabili nelle loro debolezze. Una trama, quella della Trilogia Boonsboro Inn, che incrocia moltissimi personaggi (corporei ed incorporei…) tutti splendidamente tratteggiati, coerenti dall’inizio alla fine e che si sostanzia sullo sfondo di questa magnifica cittadina del Maryland in cui buoni sentimenti e valori familiari sembrano essere così arroccati quanto le stesse fondamenta dei suoi edifici. Ho avuto il piacere di leggere altri romanzi della Roberts, ma certamente i sexy carpentieri Montgomery e le loro intense avventure amorose occuperanno per sempre uno spazio nel mio cuore…!

Hope sussurrò il nome di Ryder mentre lui la baciava ancora, sfiorandole le labbra leggero come una piuma. Era una droga per lei; una droga che le era stata iniettata direttamente in vena.
Hope allungò le mani per accarezzarlo dolcemente, mentre si lasciava travolgere da un’ondata di sensazioni leggere e inebrianti.
In quel momento smisero di divorarsi per iniziare ad assaporarsi; non volevano più soltanto prendersi, volevano anche lasciarsi sedurre.
Quando Hope prese il viso di Ryder fra le mani, quando i loro occhi finalmente s’incontrarono, sentirono il desiderio fondersi con la pura gioia.

Un abbraccio,
Lavinia

Giudizio
Bellissimo
Sexy






6 commenti:

  1. Buongiorno!!! Dopo questa recensione come sempre superba....come fai?? Lo vogliooooo leggereeee!!!! E infatti lo leggerò!
    Buona giornata
    Bacio
    Cecilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cecilia,
      ti ringrazio come al solito per le tue parole, sempre molto apprezzate...
      Tra i tre romanzi che compongono la trilogia Boonsboro Hotel, quest'ultimo è sicuramente il più emozionante secondo me.
      Tuttavia, pur essendo i libri in sé autoconclusivi, è utile leggerli nel giusto ordine per evitare di guastarsi certe sfiziose sorprese...
      Un bacio,
      Lavinia

      Elimina
  2. Valentina abb5 agosto 2013 11:12

    Sono carica di libri che non riuscirò mai a leggere..davvero troppi!!!!! Ma la tua recensione mi è piaciuta così tanto che aggiungo anche questo... sai come si dice, uno in più uno in meno.. :)
    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vale,
      hai ragione, di libri belli ce n'è a pacchi...e "Una dolce scoperta" è sicuramente uno di questi, un libro che vale certamente la pena leggere...coinvolgente e delicato, scritto in maniera magistrale, con il solito stile raffinato della Roberts.
      Fammi sapere se lo leggerai,
      Un abbraccio,
      Lavinia

      Elimina
  3. ..infatti concordo con te Lav, anche a me i primi due non mi avevano particolarmente coinvolto...Questo è decisamente più interessante e sicuramente lo comprerò..
    Bella recensione! :)
    Kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lory,
      non è che i primi due non mi avessero coinvolto...sono entrambi molto intensi, ma questo, con Ryder e Hope, ha superato le mie aspettative....questi due fanno proprio scintille...
      Un abbraccio,
      Lavinia

      Elimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...