mercoledì 7 maggio 2014

Il rosso. I colori dell’amore di Kathryn Taylor, recensione.

Buongiorno mie care Crazy,
Il rosso. I colori dell’amore di Kathryn Taylor è stato uno dei mie ultimi libri letti, si tratta di un erotic romace tedesco portato in Italia dalla Sperling & Kupfer il 29 aprile scorso e del quale leggeremo l’epilogo il 20 maggio con il secondo ed ultimo volume Il Viola. I colori dell’amore.. A dire il vero la serie continua con altri due libri dei quali non si sa nulla ancora in merito all’acquisizione eventuale da parte della Sperling, ma comunque state tranquilli perché i personaggi dei successivi capitoli sono un’altra coppia quindi non rimarrà nulla di in sospeso, ma ora concentriamoci su Grace e Jonathan..


 I Colori dell'Amore

1. Il Rosso. I colori dell'amore - Entfesselt, 29 Aprile
2. Il Viola. I colori dell'amore - Entblößt, 20 maggio
3. Verloren
4. Verführt

Autrice: Kathryn Taylor
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Genere: Erotic romance



Grace Lawson è una giovane studentessa di economia di Chicago. Ventiduenne, ingenua e affamata di nuove esperienze, quando arriva nella City di Londra per uno stage in una nota società di investimenti ha la testa piena di sogni e aspettative. Non immagina però che lì troverà ad attenderla il proprio destino. Un destino verso il quale verrà fatalmente attratta. Lui si chiama Jonathan Huntington, ed è impossibile sfuggire al suo fascino magnetico. Tra i due presto comincia un intrigante gioco erotico all'insegna del sesso e della sottomissione. Dove non esistono limiti né regole. Tranne una. E vietato ogni coinvolgimento sentimentale. Jonathan la conduce in un mondo fatto di desideri oscuri, ai quali lei si abbandona. Ma più la loro intesa cresce, più Grace si sente tagliata fuori dai segreti e conflitti che lui nasconde. E quando Jonathan le chiede una prova d'amore molto particolare, Grace è costretta ad ammettere con se stessa quanto pericolosi siano diventati i suoi sentimenti per lui. Fino a che punto sarà disposta a spingersi?

Allora, che dirvi di questo erotic romance tedesco? volete sapere se ci sono i soliti cliché?  Ebbene si, ci sono! Vi state domandando anche se vi aspetta un cliffhanger finale a terminare il primo libro? Si ragazze, c’è anche quello. Ma nonostante tutto questo, sarò sincera, a me il libro è piaciuto. Sarà forse che, a differenza di molte, io non sono una divoratrice dei “classici erotic romance” e come tale non mi è venuta ancora la noia a leggere del multimilionario capo d’azienda problematico, spaventosamente bello e dominatore… oltre che ovviamente sessualmente molto attivo e soprattutto deviato! Né della ragazza giovane, carina ma non troppo, che inevitabilmente al primo sguardo con quella sua aria da donna quasi sperduta, ingenua, semplice e soprattutto inesperta, stuzzica gli assatanati di turno.
Certo mi preme sottolineare una cosa: così come per gli storici nella maggior parte dei casi abbiamo la debuttante alle prese, con le sue stagioni quasi al termine, della ricerca del marito e il nobile libertino di turno, o come per i new adult si sa già che troveremo due giovani al college con problema di sorta, secondo me il fatto che negli erotic romance figurino sempre alcuni elementi di base  fissi non mi sembra una nota di demerito e ne per questo motivo di condanna per il libro.
Ne “Il Rosso”, inoltre, la storia si sviluppa in maniera particolare e sotto alcuni punti di vista anche innovativi: primo fra tutti il fatto che il rapporto fra i protagonisti inizia, consensualmente da entrambe  le parti, come una semplice esperienza sessuale. Grace, per quanto sappia di sentirsi sempre più emotivamente coinvolta dal suo capo, non avanza pretese ma cerca di prendere ciò che Jonathan è pronto a darle in quel momento senza mai forzarlo.. ovvero solo puro e semplice sesso, in questo caso anche sempre rigorosamente protetto -quindi difficilmente ci troveremo davanti all’espediente della donna incinta- e senza innamoramenti repentini a prima vista. Sicuramente quello che si percepisce invece a prima vista è un’attrazione fortissima fra i due protagonisti e soprattutto la sensazione che tutto quello che finora ha fatto Jonathan con Grace sia finalizzato a qualcosa che va oltre il semplice sesso con l’obiettivo esclusivo di appagare le voglie di lui.. o di lei. Ma la risposta a questo mistero la troveremo solo quando scopriremo il motivo per cui il Sig. Huntington – o Hunter per gli amici, ovvero "cacciatore"- dopo un suo vecchio viaggio in Giappone sia tornato così cambiato e refrattario a qualsiasi rapporto sentimentale. Questo primo capitolo de I colori dell’amore è senz’altro una lettura piacevole e scorrevole, che mi ha tenuta compagnia senza disturbarmi, ne annoiarmi; mi sono piaciuti i personaggi e soprattutto il rigore e quei modi sempre calcolati  e misurati di Jonathan, in perfetto english style. La narrazione è in prima persona si sviluppa attraverso il pensiero di Grace, che se pur piccola e inesperta si dimostra una protagonista all’altezza della situazione, che cerca di osare per avvicinarsi all’uomo di cui è attratta ma che quando ha capito che non avrebbe mai potuto oltrepassare un certo limite ha saputo tornare sui suoi passi. L’autrice ha uno stile molto comunicativo e fluido ed ha inoltre saputo tenere il lettore sul libro senza tempi morti, ha mantenuto alto l’interesse pur non rivelando un gran ché dell’enigmatico Jonathan ... e il suo socio, lasciandoci quindi la voglia di capire e scoprire cosa si nasconde nella vita di questo ennesimo sexy milionario.


Ora in ultima battuta non mi rimane che consigliarvi questa lettura che per quanto non originalissima ha comunque una chiave di lettura alternativa ad altri erotic romance già letti. Poi permettetemi di porre una domanda alla Sperling che mi arrovella la testolina da quando ero in lettura … ma perché il romanzo si chiama Il Rosso e non Il Nero ?


I colori dell’amore, penso con tristezza.
Se esistono, allora il colore dell’amore di Jonathan è il nero.
 Troppo scuro per me.

a presto Alessandra


Bello


Più che hot

Se ti è piaciuta questa recensione clicca G+1 in fondo al post.




13 commenti:

  1. Angy Napoletana7 maggio 2014 12:09

    Questo libro mi è piaciuto molto,non è l'ennesima copia delle sfumature.E'un erotic romance molto coinvolgente e scritto molto bene.Aspetto il 20 maggio con ansia...perché come al solito il primo libro si conclude sul più bello...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angy, anche io non vedo l'ora che sia già fra le mie mani il viola... mi ha lasciato una voglia addosso di leggere quel finale. Mi ha stupito positivamente questo libro a cui inizialmente non avrei mai dato credito devo essere sincera!... baci, Ale

      Elimina
  2. Anche a me e' piaciuto anche perche' adoro il genere...Aspettiamo il 20 e vediamo Jonathan cos'ha da dire..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Letizia, il 20 è ormai vicino sei pronta?? non vedo l'ora anche io, cosa dirà Jonathan mai sotto la pioggia scalzo e a petto nudo .... mah!!!! bacioni, Ale.

      Elimina
  3. Anche a me è piaciuto molto. Le similitudini con altri libri del genere sono molte, però l'autrice è stata brava nel dare alla storia un tono vivace, mantenendo alto l'interesse del lettore. Non ci resta che attendere per scoprire cosa nasconde l'enigmatico "cacciatore" e che fine farà la giovane preda (io un idea me la sono già fatta).
    Complimenti Ale per la recensione.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, grazie mille.. anche io ho qualche idea in merito ai segreti ma vedremo se il sesto senso non mi tradisce, ci vediamo presto per commentare il seguito! Bacioni, Ale

      Elimina
  4. Ale sono d'accordo con te su tutto quello che hai scritto nella recensione! Il libro mi è piaciuto nonostante le varie similitudini che ci sono con altri romanzi che conosciamo molto bene. Il libro è scorrevole e sin dall'inizio mi ha catturata. Bellissima la scena fuori dall'aeroporto! Aspetto anche io il 20 maggio con molta attesa. Grazie Crazy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sally grazie mille e sono contenta che a quanto pare il libro non abbia deluso le altre lettrici, a volte ormai si parte prevenute con certi titoli e a dire il vero quando poi le sensazioni negative vengano smentite fa ancora più piacere... baci Ale.

      Elimina
  5. non ho ancora letto il libro ma sono d'accordo con te sul fatto che questo genere ha come protagonisti personaggi caratterizzati in un certo modo. Se leggi questi libri lo sai e ti piace. A me piace e dovrò procurarmi anche questo, magari aspetto l'uscita del secondo così non impazzisco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara leggilo vedrai che non ti deluderà almeno non il primo... ti farò sapere prestissimo del secondo! bacioni, Ale.

      Elimina
  6. Ciao!! :) ma si tratta di una trilogia oppure sono soltanto due libri??

    RispondiElimina
  7. non so....... ho iniziato ieri a leggerlo e devo dire che, a metà libro circa, trovo la protagonista davvero insopportabile ed infantile..... sto facendo davvero fatica a procedere, speriamo che proseguendo nella lettura cambi qualcosa...

    Serena

    RispondiElimina
  8. Ragazze Crazy, io leggo solo dopo le vostre recenzioni. Ho rispoerto l'amore per la lettura grazie a "Cinquanta sfumatore" a Gennaio di quest'anno, e da allora non riesco piu' a fermarmi......ma se volessi leggere tutti i libri che recensite, non basterebbe una vita e un....mutuo!!! Cmq oggi dovevo iniziare un nuovo libro (appena finito Il Ritorno di T.Reisz) e fraa i libri che ho e leggendo le vostre recenzioni ho scelto questa quadrilogia anke se la prima storia termina col secondo libro. Incrociamo le dita, perchè l'ultimo mi ha lasciato l'amaro in bocca!!!

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...