mercoledì 19 agosto 2015

Solo per questa notte di Megan Maxwell, recensione

Buon giorno bimbe, 
Solo per questa notte di Megan Maxwell è il libro di cui vi parlo oggi. Si tratta del secondo e ultimo capitolo della duologia Chiedimi chi sono, quella che abbiamo già conosciuto con il primo capitolo omonimo Chiedimi chi sono, pubblicato con successo a maggio. Chiudiamo quindi con questo libro la storia dell’amore tra la spumeggiante Yanira Van der Vall e il bel tenebroso Dylan Ferrasa e andiamo a vedere cosa succederà loro dopo essersi conosciuti sulla bella nave da crociera, essersi innamorati e aver consolidato la loro relazione nella magnifica isola di Puertorico. Li abbiamo lasciati appena arrivati nella tentacolare Los Angeles in una situazione alquanto sospesa.. andiamo a vedere insieme cosa accadrà..





Serie Chiedimi chi sono

1. Chiedimi chi sono 14 maggio 2015

2. Solo per questa notte, 6 agosto 2015

Autore: Megan Maxwell

Editore: Newton Compton

Genere: erotic romance






Attenzione spoiler! Non leggete questa recensione 
se non avete letto il primo libro.

Chiedimi chi sono finisce con Yanira investita volontariamente da una ex fiamma respinta di Dylan e da questo punto riprende il racconto. Per fortuna Tifany, la cognata moglie di Omar, fratello di Dylan, la trattiene poco prima che l’auto la colpisca e alla fine se la cava solo con pochi graffi e tanto spavento. Comincia così in maniera movimentata la nuova vita insieme nella città degli angeli per i due focosi innamorati che convolano presto a nozze con una meravigliosa festa piena di invitati VIP. Poi Dylan torna al suo lavoro all’ospedale e per Yanira inizia un periodo di transizione che la porta presto ad annoiarsi tra una sessione di shopping e la ristrutturazione della casa. La passione per la musica però è troppo grande e solo accantonata temporaneamente. Grazie ai suoi cognati Tony e Omar, Yanira viene presto lanciata come la nuova stella nel firmamento della musica latina e la sua carriera prende l’ascensore per il cielo, mentre il suo matrimonio invece comincia a mostrare qualche crepa.. ce la faranno i nostri protagonisti a mantenere vivo il fuoco e l’amore che li lega o il loro castello di sogni si rivelerà solo un castello di carte?

Mie care Crazy, vi devo proprio dire che sono rimasta un po’ delusa da questo libro. In realtà già il primo mi aveva entusiasmato poco, però mi sembrava carino e sebbene il personaggio di Yanira mi fosse sembrato sopra le righe, avevo apprezzato la notevole carica erotica di Dylan. Purtroppo in questo secondo capitolo l’autrice non è riuscita, a mio parere, a dare alla trama un po’ di spinta se non sul finale. La storia diventa banale e già sentita, Yanira è sempre più odiosetta e Dylan, il sensuale e focoso Dylan, si perde anche lui, prima in un improbabile desiderio di sperimentare triadi poco probabili e poi dietro ad una gelosia cieca che gli fa perdere il ben dell’intelletto. Ora, ragioniamo, come fai ad essere credibile come super geloso latino e poi voler fare i threesome con la tua sexy mogliettina? Delle due l’una.. E lei, vogliamo parlare di lei? Forse è meglio di no, altrimenti demolisco un libro che in fondo, molto in fondo, non è poi da buttare via. Certo l’ambiente latino non è proprio conosciutissimo da noi, anche se può sembrare strano, e l’atmosfera castigliana è decisamente molto presente, forse per questo si fa fatica ad entrare in empatia con i personaggi, forse non siamo in grado di comprendere appieno il mondo dei latini d’America e le loro mentalità.
I personaggi di contorno migliorano un po’ l’insieme, almeno la maggior parte di loro, e devo ammettere che sono molto curiosa di leggere il libro spin off che ci racconterà di Tony e di come troverà la donna della sua vita (Il mio destino sei tu in uscita per Tre60 il 24 settembre).
La nota positiva (forse l’unica?) è che l’autrice riesce ancora una volta a regalarci scene di sesso dalla potente carica erotica e due personaggi decisamente ben assortiti sul piano della sensualità e che prendono fuoco con una facilità disarmante.
Ma è la trama il punto debole, la storia inverosimile, il colpo di scena che ti spiazza e ti lascia l’amaro in bocca e poi, e questa è davvero la parte migliore del libro, il finale, ma per arrivarci la Maxwell allunga il brodo, tira l’elastico della pazienza dei suoi lettori, messa già a dura prova dal lessico infantile e stupidino di Yanira, dai suoi piani A B o C, che francamente hanno stancato dopo il primo libro, e dai suoi urletti, sospironi, capricci e alzate di testa. Dylan geloso per quello che pubblicano i giornali poi rasenta il ridicolo a volte, e il suo comportamento in questo libro ha rovinato ai miei occhi quanto di positivo avevo pensato di lui dopo il primo libro. Si riscatta sul finale con uno dei corteggiamenti più romantici e spudorati mai visti in un romance e con una delle più belle scene di sesso riparatore degli ultimi tempi.

Sarà la notte che t’illumina. Sarà il sogno a unirci. 
Saranno i tuoi baci e le tue carezze. 
Quello che ho sempre voluto, e ora ho.. tutto.

Ma non può bastare a risollevare un libro scialbo, con poca verve e francamente inverosimile. La trilogia di Chiedimi quello che vuoi (che presto si arricchirà di un quarto volume in fase di scrittura da parte dell’autrice) era stata decisamente più spumeggiante, ma sono un po’ stanca di queste protagoniste calienti tutte urletti e lingerie sexy, e spero che la donna che farà innamorare Tony, americana DOC, non si faccia chiamare scimmietta o coniglietta o capricciosa dal suo uomo e che soprattutto parli come un’adulta. Deludente.

A presto, Zia D.








5 commenti:

  1. Concordo pienamente con Zia D. Dopo la trilogia Chiedimi quello che vuoi, avevo grandi aspettative, il primi non mi ha entusiasmato, per curiosità ho letto anche il secondo, ma ha parte le scene erotiche questa duologia è stata una delusione, che fatica leggerlo!. Speriamo nella storia di Tony,anche se ho paura di prendere un'altra cantonata.....

    RispondiElimina
  2. All'inizio l'ho trovato lento, ma andando avanti mi e' piaciuto. certo Eric e' Eric e non lo spodesta nessuno, ma nn l'ho trovato malvagio

    RispondiElimina
  3. Cara Zia D.....siccome molto spesso prima di acquistare un libro ti leggo.....ed ho quindi riscontrato una effettiva somiglianza di aspettative con le tue recensioni....aspettavo proprio questa Tua per non cimentarmi per niente in questa lettura....quindi grazie mille come sempre ;-)

    RispondiElimina
  4. avessi letto questo articolo avrei risparmiato soldi e tristezza: li ho comprati insieme ad occhi chiusi avendo megan maxell scrittrice come garanzia, forse eric e jud mi sono entrati nel cuore in modo speciale ( ho letto i libri almeno una decina di volte ) a breve comprerò in lingua originale lo spin off che parla della storia di bjorn e non anticipo altro e il 5 novembre esce un altro libro sui nostri adorati zimmerman...ho trovato questi libri noiosi e infantili: i piani abc mi hanno stufato già al secondo capitolo e tutta la storia mi è sembrata trascinata per arrivare ala fine! il secondo libro non l'ho ancora finito e dubito lo farò, come sempre vi ringrazio per i bellissimi articoli che scrivete e le novità che ci proponete !
    linda

    RispondiElimina
  5. per prima dico che ho letto il terzo libro quello che parla del fratello di Dilan Tony e quest ultimo l ho adorato tanto che l ho letto piu di una volta cosi ho conosciuto Dilan e Yanira ed ero curiosa di conoscere la loro storia d'amore il primo non è stato male anche se ho trovatouna Yanira molto t....e questo non mi è piaciuto molto dare cosi poca importanza al sesso basta che si faccia non mi piace .il secondo non riesco a finirlo di leggere questi manage a tre propio non mi piacciono non trovo l'amore assoluto non mi ha coinvolto ma come dico questo è un mio parere

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...