mercoledì 15 gennaio 2020

Blood&Roses Incendio e Caduta di Callie Hart, recensione

Ciao Crazy,
Blood&Roses Incendio e Caduta di Callie Hart è il libro di cui vi parlo oggi. È il secondo volume, che comprende la terza e la quarta parte, della serie dark romance, scritta da Callie Hart e pubblicata da Always Publishing, che ci sta raccontando la storia della bella e volitiva dottoressa Sloane Romera e del pericoloso criminale Zeth Mayfair. A che punto ci aveva lasciato il precedente capitolo? Sloane, determinata a ritrovare la sorella Alexis, rapita due anni prima dalla criminalità organizzata, raggiunge Zeth nel compound in mezzo al deserto di Julio, pericoloso trafficante messicano, dove sembra sia tenuta prigioniera la ragazza. Ora i due amanti dovranno cercare di liberare la prigioniera e riuscire a fuggire senza perdere pezzi per strada. Tra fughe rocambolesche, rivelazioni sconvolgenti, pietose bugie e ineluttabili verità Sloane e Zeth si troveranno ad affrontare anche i propri demoni personali oltre che la malavita organizzata, e scopriranno di non essere poi così diversi. Siete pronte a rientrare nel bosco oscuro dove Cappuccetto Rosso e il Lupo Cattivo vanno a braccetto? Preparate gli estintori perché l’incendio sarà devastante e ancora di più lo sarà la caduta.





Blood & Roses Series

1. Blood and Roses. Corruzione, 12 agosto
2. Blood and Roses. Frattura, 29 agosto 
3. Blood and Roses. Incendio, 13 dicembre
4. Blood and Roses. Caduta, 10 Gennaio
5. Twisted, inedito
6. Collateral, inedito

Autore: Callie Hart
Editore: Always Publishing
Genere: Dark romance
Categoria: BDSM
Narrazione: prima persona pov alternati
Finale: cliffhanger





Sloane Romera, promettente medico di pronto soccorso di Seattle, alla disperata ricerca di notizie sulla sorella scomparsa due anni prima, ha conosciuto un pericoloso criminale, Zeth Mayfair, per il quale sente una fortissima attrazione e al tempo stesso ha la consapevolezza che seguirlo la porterà a discendere tutti i gironi dell’Inferno. Intanto si trova in un girone davvero particolare, in un complesso in mezzo al deserto dove un capo cartello messicano tiene segregate alcune ragazze usate come prostitute come se fosse un harem. Sloane ha la certezza che Alexis, sua sorella, sia tenuta prigioniera proprio in quel posto ed è determinata a salvarla insieme al suo cavaliere oscuro, che è altrettanto determinato a farle provare mille sfumature di piacere mentre cercano di portare a termine il loro compito. Non sarà facile, non sarà indolore, quello che Sloane scoprirà non le piacerà, sotto molti punti di vista, ma ora i due amanti devono concentrarsi su un altro pericolo che incombe su di loro, una minaccia davvero potenzialmente letale, che potrebbe separarli proprio nel momento in cui hanno capito di essere legati indissolubilmente.
Cosa ci sarà mai nella parte più primordiale del nostro cervello che ci porta ad essere irrazionalmente attratte dall’oscurità pur temendola? Cosa è scattato nella nostra mente che ci fa tanto amare un personaggio come Zeth Mayfair pur riconoscendone i limiti morali e pratici? Nel vostro non lo so, nel mio è partito chiarissimo il Richiamo della foresta, nel senso che Zeth mi ha risvegliato qualcosa di atavico, ancestrale, un istinto primitivo, quasi animalesco. Saranno le magnifiche scene di accoppiamento brutale, la sua oscurità quasi coccolata, amata, cercata e ostentata per nascondere un nucleo chiaramente vulnerabile, sarà forse poter leggere la sua mente e sentire quello che prova, quello che non traspare agli altri, come se fosse un segreto condiviso solo tra me e lui, non so cosa sia, ma ne sono completamente stregata, ammaliata; personaggi come Zeth sono rari, e dobbiamo goderne più che si può perché sono parte della bellezza di leggere la letteratura romance in tutte le sue sfumature. Devo dire che anche Sloane brilla di luce propria in questa storia, e ogni lettrice vorrebbe essere lei, un po’ perché si fa spupazzare da un supermanzo come il suddetto, e molto perché è una donna con una forza incredibile, uno spirito indomito di cui nemmeno lei conosce i confini. Catapultata suo malgrado in un incubo di cui non vede la fine riesce a sopportare tutto anche grazie alla vicinanza di Zeth ma non solo, di certo lui le infonde un coraggio granitico con la sua calma imperturbabile, ma la grandezza di Sloane sta nel suo cuore, nella sua umanità, è una donna con le palle d’acciaio, ma solo una donna così poteva stare al fianco di un uomo come Zeth.

“È una ragazza sveglia, quindi so cosa le passa per la testa. Si sente in trappola. Perché io sono quello cattivo, l’ombra scura da cui si scappa. L’incubo per cui ci si sente sollevati una volta svegli. E ora lei è bloccata con me, che le piaccia oppure no.”

Devo dire che queste due parti che compongono il secondo volume della serie sono davvero belle, e in particolare è molto intensa Caduta, sicuramente la mia preferita fino ad ora, perché contiene un frammento molto importante della storia, la scoperta e la consapevolezza dei sentimenti che i due protagonisti sentono l’uno per l’altra, ed è una vera rivelazione, un’epifania, un riconoscersi infine parti di un unico organismo pulsante. Sarà bellissimo e molto, molto stressante, lo sento, leggere le ultime due parti della serie, sono consapevole che dovrò, dovremo, prepararci a soffrire tanto, gli sviluppi lasciati in sospeso da Caduta sono drammatici e hanno reso noi lettrici ansiose e preoccupate per il futuro dei nostri due protagonisti, ma ne sarà valsa la pena perché questa serie, la storia di Zeth e Sloane, è davvero una delle migliori che ho letto del genere e non vedo l’ora di poterli ritrovare e conoscere come riusciranno a trovare un loro specialissimo lieto fine. 

“Mi sono opposta a questo sentimento, l’ho combattuto e negato, ma non aveva senso neppure provarci. Mi sono innamorata di quest’anima pericolosa, spericolata e terrificante e, ora che l’ho capito, non sono pronta a rinunciarci.”

Vi voglio rinnovare infine una raccomandazione, so che qualcuno non se l’è sentita di iniziare a leggere questa serie prima di avere in mano tutti e tre i volumi ma io voglio invitarvi, spingervi, convincervi a iniziare a leggerla per due motivi: il primo è che una storia così, un personaggio così bisogna conoscerlo subito, il prima possibile, non abbiate paura dei finali sospesi, Zeth Mayfair vi rimarrà tatuato nel cuore, e come un tatuaggio un po’ farà male, brucerà, ma è il prezzo da pagare per poterlo sentire un po’ vostro. Il secondo motivo, e mi ripeto ma è necessario, è che Zeth va preso e gustato a piccole dosi, assaporato, centellinato, leggere tutte e sei le parti in un colpo solo vi brucia i neuroni, potrebbe farvi flippare il cervello, io ho letto insieme Incendio e Caduta e sono arrivata in fondo completamente stordita, immaginatevi l’intossicazione che potrebbe causare la lettura di tutta la storia in un colpo solo, non rovinatevi questa serie, iniziatela subito, sono certa che le ultime due parti non si faranno aspettare troppo. Siate temerarie.
A presto
Zia D.









Nessun commento:

Posta un commento

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...