lunedì 9 settembre 2019

SAVE ME di MONA KASTEN, recensione

Care Crazy,
Dalla penna di Mona Kasten, conosciuta nel genere New Adult grazie alla sua serie Again, è appena arrivata una nuova saga a base di amore, segreti e colpi di scena, la Maxton Hall Series. In italiano è stata ribattezzata Save, ed è composta da tre romanzi: Save Me, Save You, e Save Us.
Sullo sfondo del Maxton Hall college, una delle scuole più prestigiose di Inghilterra, si incontrano/scontrano Ruby, una studentessa che sogna Oxford, e James, il ricco rampollo di una dinastia inglese. Diversissimi in tutto e per tutto, si ritroveranno in balia di un’attrazione irresistibile.
In Germania, la serie ha venduto oltre 1 milione di copie, occupando per settimane i primi posti delle classifiche.

Serie Save

1. Save Me, 3 settembre 2019 
2. Save You, 24 settembre 2019
3. Save Us, 15 ottobre 2019

Autrice: Mona Kasten
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: young adult
Categoria: odio/amore
Narrazione: 1 pers, POV alternato
Finale: cliffhanger








In un mondo in cui ricchezza, glamour e potere sono tutto ciò che conta, l'amore è una sfida a superare le apparenze.

Ruby Bell ha due obiettivi nella vita: entrare a Oxford e rendersi invisibile a tutti i suoi compagni snob del Maxton Hall College, una delle scuole private più prestigiose d'Inghilterra, che lei può permettersi solo grazie a una borsa di studio. Con l'inizio dell'ultimo anno, il traguardo sembra sempre più vicino, finché un giorno Ruby sorprende il suo professore in atteggiamenti equivoci con una studentessa. E non con una studentessa qualsiasi, ma con Lydia Beaufort, erede di una delle dinastie più facoltose di tutta la Gran Bretagna, nonché sorella gemella di James, il leader indiscusso del Maxton Hall, che, bellissimo e ricchissimo qual è, non fa che passare da una festa all'altra, da un eccesso all'altro. Deciso a fare di tutto per proteggere il segreto di Lydia, James comincia a tallonare Ruby e, in poco tempo, lei perde il suo mantello dell'invisibilità e si ritrova a fare i conti con una notorietà inaspettata, quanto sgradita. Tuttavia, più i due si frequentano, più entrambi si rendono conto di essere molto diversi da ciò che sembrano: James si accorge che Ruby non è la secchiona senza personalità che appare ai più, mentre quest'ultima capisce che l'aria da bad boy è solo una maschera che il giovane rampollo sfoggia per schermarsi dal mondo e, soprattutto, dalle pressioni della sua famiglia. I Beaufort, infatti, hanno già scritto il destino di James e di una cosa sono certi: Ruby non dovrebbe farne parte…


Ah, il periodo del liceo! Gioie e dolori, più dolori in realtà. E quando sento le persone ricordarlo e parlarne con nostalgia e rimpianto penso sempre che invece per quanto riguarda me è stato uno dei più brutti della mia vita, in assoluto. Troppa impazienza, troppa roba da studiare, troppi compagni classisti, troppi professori cerebralmente limitati. Troppe emozioni e troppi anni. Mi sembrava che dovesse durare all’infinito, odiavo come mi sentivo e odiavo che fosse così importante. Ma lo era. E quei cinque anni furono un tempo lunghissimo.
Le sensazioni della protagonista, Ruby sono esattamente le mie a diciassette anni: il desiderio per il futuro, con l’università e la possibilità di “spiccare il volo dal nido”, la voglia di tenere separate l’isola felice di casa da quella terribile di scuola, l’amica del cuore e tutti gli altri compagni sconosciuti, con uno di loro più odiato degli altri e che in realtà l’attrae da morire.

…Non permetterò a un idiota così pieno di soldi e tempo da non sapere cosa farsene di rovinarmi il futuro.

James rappresenta tutto quello che Ruby non ha mai potuto e mai potrà avere: ricchezza in quantità da far schifo, abiti alla moda, considerazione da parte di compagni e professori, e quell’aria spavalda da “sono il padrone del mondo e devi inchinarti quando passo io”. Lui è uno del branco, anzi il capobranco, di quelli che a scuola contano, a cui è permesso saltare qualche lezione, fare scherzi assurdi, rispondere ai professori, infischiarsene di diverse regole. E lo so che di serie sull’ultimo anno di liceo ne abbiamo lette a decine ma dovete credermi se vi dico che questa è una delle migliori.

…Non c’è nessuno in questo paese che non conosca il nostro nome. Beaufort è sinonimo di ricchezza. Di influenza. Di potere.

James e i suoi amici sono dei bulletti privilegiati, tuttavia non passano mai la misura e la Kasten è molto attenta a fornirci ogni particolare e ogni giustificazione per il loro comportamento. Gli unici colpevoli, di poca attenzione e troppa superficialità, sono gli adulti, appartenenti a un mondo dove contano solo apparenze e regole, dove tutto viene deciso a priori e senza tenere conto di sentimenti, desideri, difficoltà.
Ruby, la ragazza che solo grazie a una borsa di studio può frequentare la Maxton Hall, figlia di povera gente ma con una famiglia che la sostiene e la culla amorevole, è l’unica davvero fortunata. Gli altri suoi compagni, perfetti nelle loro uniformi e sorrisi bianchissimi, sono come il vecchio Scrooge, destinati a una vita ricca, ma vuota e triste.
Non perdete l’occasione di conoscere e innamorarvi di Ruby e James, loro possono cambiare l’ordine delle cose e convincerci che i sogni vanno sempre coltivati, a qualsiasi costo.

Tu non sei più invisibile per me.

Il romanzo si interrompe brutalmente ma il secondo capitolo è davvero molto vicino, uscirà il prossimo 24 settembre.

Buona lettura!
Cri






Nessun commento:

Posta un commento

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...