lunedì 2 dicembre 2013

"Il Nostro infinito momento" di Lauren Myracle, recensione

Buongiorno ragazze,
oggi vi presento "Il Nostro infinito momento" di Lauren Myracle, edito il 21 novembre dalla newton compton. In effetti è la prima lettura di genere new Adult in cui mi sia mai cimentata, ma devo dire, ahimè, che non ho avuto la fortuna di scegliere un titolo del tutto convincente per cominciare.
Titolo: Il Nostro infinito momento - The infinite moment of us

Autrice: Lauren Myracle

Casa Editrice: Newton Compton

Data Uscita: 21 Novembre

Genere: New Adult





Il Nostro infinito momento era il mio "esperimento" con il genere New Adult, e seppur sia stato, sotto tanti punti di vista, una lettura piacevole sono certa che questo genere riservi titoli ben più intensi, quindi per ora rimando il mio giudizio globale su questa "prima volta" e aspetto la seconda. E' stato sorprendentemente piacevole re-immergermi nella tipica atmosfera e nelle dinamiche post-adolescenziali, tipiche del liceo: infatti il romanzo racconta proprio dell'ultima magica estate alla fine della scuola, quella di transizione in cui si è divisi tra la paura e l'eccitazione per mondo che si apre davanti a noi, pronto ad essere esplorato, ma che ci mette davanti alle prime scelte importanti. E proprio di scelte parla questo libro: Wren,studentessa modello e figlia unica che ha sempre rispecchiato e rispettato le aspettative dei genitori,senza preavviso ritira l'iscrizione nel prestigioso college accuratamente scelto per lei, per aderire ad un progetto di volontariato internazionale; la scelta, in questo caso, segna la totale rottura con i genitori , ma soprattutto con il suo precedente stile di vita,  in cui ogni decisione era demandata ai genitori stessi… Un'altra scelta che è alla base di questo romanzo è quella di Charlie Parker, che incoraggiato dalla fine della scuola e di tutti i condizionamenti ad essa legati, decide di "farsi avanti" e dichiarare il suo amore, a lungo tenuto segreto per Wren. La relazione con Charlie sarà l'altra scelta che cambierà per sempre la vita della giovane, non solo perché sarà il primo amore di Wren, ma perché Charlie le insegnerà ad avere fiducia in se stessa, a smettere di cercare l'amore degli altri solo tramite il compiacimento, a vedere la bellezza racchiusa dentro se stessa.
Come avrete intuito Charlie è un personaggio maschile molto dolce, e i capitoli narrati dal suo punto di vista sono teneri e genuini e lasciano trasparire la sua totale devozione per Wren. Lui ha un passato difficile alle spalle, diametralmente opposto a quello della ragazza: Charlie non ha genitori, è passato da un famiglia affidatari all'altra per poi trovare un posto accanto a Chris e Pamela, una coppia di genitori adottivi sorprendentemente accogliente e che impara ad amarlo davvero come un figlio. Ma Charlie, al contrario di Wren, non cede mai il controllo della sua vita e di quelli che che ama, anzi si sente responsabile del loro benessere. ( la cosa non mi ha sorpresa perché so che è un canone del new adult che i protagonisti abbiano alle spalle situazioni difficili, mi chiedo infatti se non ci sia anche un finalità paideutica). 
Il libro è scritto in modo pregevole, delicato e poetico, che ben si accorda con la difficoltà e l'imbarazzo dei primi amori e dei primi approcci; Anche il ritmo della narrazione è spedito non annoia mai il lettore.. e allora vi starete chiedendo perché il libro non mi abbia convinta!Non è una risposta semplice da dare, ma in primo luogo, per quanto l'autrice abbia approfondito i personaggi, sono rimasti alla fine della lettura dei comportamenti inspiegati e l'evoluzione stessa né  la crescita dei protagonisti, che avrebbero dovuto essere il cardine della narrazione, alla fine non risultano per niente credibili e sono sviluppati in modo superficiale. La scelta stessa di ritirare l'iscrizione al college per fare la volontaria, niente meno che in Guatemala, da parte di una ragazza giovane, inesperta e cresciuta negli agi, mi è sembrato più un capriccio, un  colpo di testa, che non il segno di un reale cambiamento interiore. Anche il personaggio di Charlie ha le sue lacune: da dove deriva il bisogno di prendersi cura non solo della sua famiglia, del fratellino adottivo… ma anche di ex-amiche/fidanzate manipolatrici ed egocentriche? No, questo non lo capisco (anzi, per chi lo ha già letto, la famosa scena in cui lui sceglie di andare con Starrla e lascia Wren a casa dell'amica, Tessa, mi ha delusa tantissimo e non l'ho perdonato assolutamente. Mi è sembrata solo una grande mancanza di rispetto per la sua fidanzata!).
Altra pecca fastidiosa del libro è il finale, che sinceramente ho trovato affrettato all'inverosimile e non ne capisco il motivo visto che il resto del libro ha un ottimo ritmo narrativo, e non mi vergogno a dirlo, io il finale non l'ho neanche capito! Si parte? Non si parte? sicuramente questa rapidità ha influito sul fatto che alcuni comportamenti sono rimasti senza una vera spiegazione per il lettore, come vi ho già evidenziato.
Il Nostro infinito momento non è una lettura sconsigliata perché rimane in grado di offrire una storia d'amore comunque emozionante e delle ore di svago sicuramente spensierate, a patto che non vi aspettiate che questa storia lasci un segno dentro di voi, perché sono abbastanza sicura che non lo farà.
Attendo fiduciosa il mio secondo New Adult, comunque!

Un Abbraccio, Simona

Sicuramente da leggere
Sexy

 Se ti è piaciuta questa recensione clicca G+1 in fondo al post

4 commenti:

  1. L'ho letto anch'io e sinceramente non mi ha trasmesso granche'...e' abbastanza scorrevole,l'unica emozione che mi ha dato forse e quando starrla ha fatto una stupidata, x il resto niente...la fine e' stata molto veloce e da quello che si puo' pensare con una fine cosi' e' che forse ci sara' un seguito che spero possa trasmettere qualcosa di piu'.

    RispondiElimina
  2. Mmmmhhhhh adesso mi mettete i dubbi se leggerlo o no...dalla lista per ora non lo tolgo. Grazie Simo

    RispondiElimina
  3. Valentina Abbr5 dicembre 2013 16:15

    Simo, sei stata davvero sfortunata a beccare questo come primo new adult.. da amante del genere, ti consiglio di leggere altro (Easy, Il mio disastro sei tu,.. tanto per citarne qualcuno) perchè merita...
    Ho cominciato questo libro con tanto entusiasmo, la trama mi ha colpito sin dalla prima lettura..peccato che sia stata una delusione! Non ho amato particolarmente la scrittura della Myracle, ma mi son detta andiamo avanti e vediamo..la storia è banale, come se mancasse qualcosa di fondamentale..i personaggi non mi hanno lasciato nulla e non sono riuscita a capirli fino in fondo.
    Il finale resta, anche per me, un punto interrogativo... Sono partiti o no? Pensavo di essere l'unica a non averlo capito...
    Valentina

    RispondiElimina
  4. carino, molto adolescenziale

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...