mercoledì 29 ottobre 2014

Avvicinati di Kim Karr recensione del primo volume della serie Connections

Ciao amiche crazy,
oggi vi parlo di Avvicinati di Kim Karr primo volume della Serie Connection pubblicato il 23 ottobre a cura della Newton Compton. Andiamo a conoscere la storia del rocker River e la fotograga Dahlia, inoltre vi ricordo che Qui trovate la traduzione del primo incontro fra i protagonisti dal Pov di River...


Serie Connections
1Avvicinati – Connected, 23 ottobre 2014
2. Torn
2.5  Dazed, novella
3  Mended
3.5  Blurred, novella
4.  Frayed
5.  Flawed
6.  Perfected
Autore: Kim Karr
Casa editrice: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance




Nel mondo di Dahlia London non esistono più felicità e lieto fine. La sua anima è stata completamente distrutta da una tragedia. Ma quando la rock star River Wilde torna nella sua vita, il loro rapporto diventa subito strettissimo, al di là di qualsiasi previsione. Più tempo trascorrono insieme, più intensa ed erotica si fa la loro relazione: Dahlia è convinta di aver finalmente trovato l’anima gemella. Ma i fantasmi del passato riemergono e Dahlia comincia a sentirsi in colpa e confusa. River ce la mette tutta per farla sentire meglio, ma se ciò che è stato rifiuta di rimanere sepolto, come sarà possibile per loro pensare a un futuro?






Oggi, sovvertendo ogni normale logica, voglio cominciare questa recensione parlandovi del finale. Non vi svelerò nulla ma mi preme sottolineare che l'epilogo di questo libro batte la precedente parte dieci a zero. Forse esagero a definirlo "zero" ma certamente non esagero nel dire che il finale di Avvicinati è concepito magistralmente e che da solo risolleva le sorti di un libro a mio avviso un po' troppo incentrato sul sentimento dei due protagonisti, dilungandosi più del necessario in smancerie, frasi melense a volte anche un po' ripetitive e poco originali. Comunque- giusto per tranquillizzarvi- non parlerei di un Cliff-hanger nel senso di un "non finale" che lascia tutto in sospeso, in quanto comunque i due protagonisti hanno il loro happy ending in questo primo libro ma seguito da un epilogo che potrebbe aprire a nuovi e interessanti sviluppi e del tutti inaspettati.. staremo a vedere.

Dahlia è fidanzata da sempre con Ben, il suo primo amore, il suo migliore amico e colui che a breve diverrà suo marito ma una tragedia stronca questa storia scaraventando Dahl nella depressione più nera e nella solitudine più asfissiante. Tutto questo fin quando, dopo più di anno da quel maledetto giorno, non rincontra l'unico uomo che sia riuscito a sconvolgere le sue certezze riguardo al suo amore per Ben, l'uomo che ha mollato in un locale molti anni prima per non cadere in tentazione... una grande tentazione... che ha il nome di River Wilde. River è il cantante e chitarrista di una band di successo, è dannatamente bello, direi perfetto in tutto: modi a dir poco esemplari, fisicamente prestante, sexy, simpatico, romantico e innamorato da morire della ragazza che gli ha rubato il cuore con poco più di una sguardo quella notte di tanti anni fa. Per River riavere Dahl nella sua vita significa aver realizzato il suo sogno più grande, significa aver trovato finalmente l'anima gemella, aver ritrovato la sua bellissima ragazza. A quanto pare per Dahlia è lo stesso: prova i medesimi sentimenti, il suo rubacuori è riuscito a guarirla dal dolore e dal vuoto immenso che ha sopportato per tanto tempo ed è pronta con lui a ricominciare a vivere.
Kim Karr in Avvicinati ha creato il protagonista maschile ideale, che poi è, secondo me, croce e delizia di tutto il racconto. Per quanto non puoi non innamorati di un personaggio così impeccabile, non puoi rimanere indifferente ai suoi modi, non riesci a non desiderare di poter conoscere una bellezza tale e un dio del sesso così attraente, dall'altra secondo me alla fine il troppo come sempre stroppia... il tutto poi non è stato certamente aiutato da un botta risposta vario e brioso, che potesse tenere su il ritmo, ma come vi dicevo prima, troppo spesso le numerose scene di intimità si concludevano ed iniziavano con le stesse parole sfociando un po' nella "fiera della banalità."
Con questo non voglio farvi desistere dal leggere questo libro perchè comunque tutto sommato è uno scritto molto piacevole, i personaggi sono positivi e il colpo di scena finale vale l'intera storia, ma certamente non volevo far passare sottotono il difetto che per me ha penalizzato questa lettura, che diversamente avrebbe avuto ottime chance di essere valutata come indimenticabile. Le basi c'erano tutte perchè potesse essere qualcosa di più ma per ora la sensazione è stata quella di una storia tirata un po' per le lunghe per dar spazio al secondo libro che parlerà ancora di Dahlia e River... -i restanti capitoli invece saranno autoconclusivi e parleranno di vari personaggi già presenti in questo primo volume.
Una cosa che ho apprezzato molto è stata la scelta dell'autrice di scrivere la prima parte del libro narrata dal pov femminile per poi passare nei capitoli finali al pov di River, che almeno ha permesso di variare e movimentare la narrazione altrimenti un po' monotona prima di riprendersi sui due capitoli finali con un clima suspanse di tutto rispetto. So che forse non molti la penseranno come me, perchè rimasti folgorati da River, ma aspetto i vostri pareri post lettura..







PS. Nel viaggio all'insegna del rock che l'autrice ci fa fare attraverso le esperienze e i gusti di Dahl e River è stato bello leggere l'omaggio che l'autrice fa a due sue colleghe anche esse creatrici di un sexy personaggio Rocker: S.C. Stephens con Kellan Kyle e Samantha Towle con Jake Wethers.... che dire insieme a River questi tre cantanti tolgono letteralmente il respiro!

Un bacio, Alessandra

Ascolta QUI la playlist


Lettura molto piacevole

Molto sexy

10 commenti:

  1. Bella recensione. E non (solo) perchè condivida in pieno ciò che hai scritto ma, soprattutto, perchè hai colto anche tu le enormi potenzialità non sfruttate dall'autrice. Aggiungo che per quanto "l'amore a prima vista" fra loro sia stato vero, magico e folgorante non ho altrettanto apprezzato l'assurda velocità alla quale, a distanza di ANNI da quell'incontro formidabile, il loro rapporto sia così cresciuto. Cioè, ci sta l'innamoramento fulminante (tra l'altro, ci credo pure) ma non altrettanto la costruzione di un legame così profondo ed intenso in appena 3 gg trascorsi insieme (mi riferisco a Las Vegas). Parlo di confidenze personali, concessioni reciproche, fisiche e non, familiarità... sono tutte cose che richiedono il giusto tempo e che, secondo me, dovrebbero costruirsi per gradi. Solo così il lettore viene coinvolto davvero. In ogni caso, lo consiglierei perchè è una lettura che merita e sicuramente proseguirò la serie... quel finale mi ha fatto fantasticare un bel po'.... *.*

    RispondiElimina
  2. Il finale a me ha spiazzato completamente, presa da loro due mi sono distratta sull'altra vicenda...libro bellino che mi ha fatto tornare la nostalgia per Jake che è davvero di un altro livello!

    RispondiElimina
  3. JAKE WETHERS RIMANE SEMPRE IL N1 in fatto di rockstar non si riesce proprio a capire perché un romanzo come THE MIGHTY STORM non venga preso in considerazione in Italia .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei leggerlo, ma non amo le storie senza un finale e che si trascinano. E' autoconclusivo? Grazie.

      Elimina
  4. Ho finito di leggerlo ora. Si molto smielato e ripetitivo, nessun colpo di scena fino alla fine, anche se immaginavo qualcosa del genere e che comunque questo Ben non è stato uno stinco di santo. Ma a me piaciono sempre le storie d'amore passionali.
    Ma adesso la domanda è questa. A quando il seguito?
    Saluti
    Crissy

    RispondiElimina
  5. A me il libro e' piaciuto, bella l'idea di scrivere gli ultimi capitoli dal punto di vista di River... Il finale mi ha lasciata a bocca aperta, aspetto il seguito dove sicuramente la vita di River e Dahlia verra' stravolta.

    RispondiElimina
  6. Libro carino, struggente la prima parte per questo non mi e piaciuto il colpo di scena! Uno perche surreale e due perche gia sta povera ragazza ne ha passate tante non le bastavano? Leggero il secondo (scopo del finale di questo libro) ma solo per vedere, spero, schiacciare lui che sono sicura ha qualche collegamento con la sera incidente serella di River! by Nico

    RispondiElimina
  7. A mio avviso molto ben riuscito, e con un finale che lascia le cose in sospeso. Attendo con ansia il secondo.
    Cristina T.

    RispondiElimina
  8. Scusate ragazze.. mi aiutate? il seguito di questo libro è uscito? come si chiama?
    grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il secondo si chiama "se te ne vai ti aspetto" :)

      Elimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...