lunedì 12 ottobre 2015

Lev di Aurora Belle, recensione in anteprima americana.

Ciao Crazy,
qualche giorno fa ho avuto l’immenso onore di leggere Lev di Aurora Belle in anteprima sull'uscita americana. Si tratta del primo libro della serie Shot Callers, ma che può essere letto come stand alone. Il romanzo è approdato oggi su amazon ma ha già raggiunto quasi le cinque stelle su Goodreads grazie alle tante recensioni positive, e in effetti ne vale tutte e cinque. Andiamo quindi a scoprire di cosa parla…






Serie Shot Callers

1. Lev, 12 ottobre

Autrice: Aurora Belle

Editore: Self

Genere: Contemporary romance






Dal momento in cui Lev Leokov vede la giovane ragazza che si nasconde dietro ai propri capelli nel bel mezzo di un locale per uomini, non riesce a toglierle gli occhi da dosso. Per la prima volta nella sua vita, rimane colpito. E dal momento che gli è sempre stato detto in tutta la sua vita che non riesce a elaborare o capire le emozioni, la considera una grande cosa.
Quando Mina Harris viene colta in flagrante con un portafogli che non è il suo, crolla. E’ stanca, sola e non mangia da giorni. Lev le offre un ultimatum… Un bel letto caldo, cibo e un lavoro, o i poliziotti.
Mina accetta la sua occasione con Lev.
Dopotutto,  una persona che non possiede niente, non ha niente da perdere.




Mina Harris vive per strada, non ha soldi, ha fame ed è disperata. Una sera in prenda alla disperazione e alla fame entra in un locale per uomini, il Bleeding Hearts. Non appena Lev Leokov la vede rimane affascinato immediatamente da lei. Da questa ragazza che, ovviamente, non appartiene a quell’ambiente. Intenzionato a capire cosa ci faccia quella ragazza in quel posto decide di osservarla, ma subito capisce le sue intenzioni, che vengono poi confermate quando Lev nota che la ragazza si avvicina a suo fratello e gli ruba il portafogli. Lev va da lei e la sorprende a rubare solo cento dollari quando in realtà nel portafogli ce ne sono settecento. Lì capisce che la ragazza non è una ladra ma ha semplicemente bisogno di mangiare, così la mette davanti ad una scelta. O i poliziotti, o potrebbe andare con lui che le offrirebbe un letto, cibo e un lavoro come barista nel locale. Senza pensarci due volte, Mina accetta. Lev le compra da mangiare e non riesce a distogliere lo sguardo da lei e dal modo in cui mangia. Non avendo un posto in cui vivere, lui la porta a casa sua e le permette di dormire in camera sua, nel suo letto. E’ in quella casa che conosce Sasha (il fratello di Lev a cui aveva rubato il portafogli) e Nastasia, la sorella, e tra le due si instaura subito un bellissimo rapporto. Col passare dei giorni, Lev inizia a nutrire una forte attrazione nei confronti della ragazza e una forte gelosia nei confronti dei ragazzi che si avvicinano a lei nel locale. E anche Mina inizia a provare qualcosa per Lev. Qualcosa in più della semplice attrazione.


Lev è un ragazzo particolare, non sorride molto, non parla se non è necessario e cosa più importante non è capace di capire o elaborare le emozioni delle persone che lo circondano. Non piange. E non mente, mai. Mina sembra essere l’unica capace di capire Lev e calmarlo, semplicemente con un gesto o una carezza. Dopo una serie di avvenimenti, Lev inizia a dormire nel letto con lei, semplicemente dormire  abbracciati, e solo così i due si rilassano e Lev riesce a dormire in modo tranquillo.
Ma Mina ha uno scopo ormai. Quello di farlo sorridere di nuovo. 
Mina non ha un passato facile, non ha i genitori, ha vissuto per anni in una famiglia adottiva finché uno spiacevole episodio non l’ ha costretta a fuggire e da quel momento in poi ha vissuto per strada.
Anche il passato di Lev non è da meno.  Lev, quest’uomo bellissimo, forte e sexy ed estremamente dolce, è un personaggio magnifico, l’uomo perfetto, costruito e descritto in modo perfetto. Il suo cambiamento dall’inizio del libro fino alla fine avviene in modo graduale e del tutto dettato dall’amore che prova per Mina e dal desiderio di diventare migliore per lei.
Mina Harris era la parte migliore di me,
e l’avrei resa felice per il resto della mia vita
D’altra parte, il personaggio di Mina è costruito in modo da incastrarsi perfettamente con quello di Lev. Mina è la ragazza perfetta, un angelo per lui. E’ gentile, non pretenziosa e mette il cuore in tutto quello che fa. Ed è notevole anche il suo cambiamento da ragazza timida e triste all’inizio a divertente e decisa alla fine.
Una delle tantissime cose che mi sono piaciute di questo libro è il senso di responsabilità  e protezione che lui prova da subito nei confronti di Mina.
Mi sono quasi venute le lacrime, quando lui le compra un cheeseburger  la sera in cui si conoscono, nel leggere la perfetta descrizione dello stato d’animo di Lev mentre la guarda mangiare e la profonda gratitudine di Mina. Nelle scene di quando Mina cerca di instaurare un rapporto più profondo con Lev e in quelle di quando i due dormono insieme, si riesce proprio ad avvertire prima l’affetto poi l’amore che provano l’uno per l’altro. Ecco la bravura della Belle. Non mi sarei aspettata nulla di meno. Leggere di un uomo grande e grosso che gestisce gli affari di famiglia, ma che in fin dei conti è molto vulnerabile e  ha bisogno della sorella per capire i suoi sbagli è stato adorabile. La parte in cui lei gli chiede un appuntamento credo che sia salita al primo posto nella mia classifica delle scene più belle del “chiedere un appuntamento”.  Fantastica. Assolutamente meravigliosa. Ma la cosa più bella, che più mi ha emozionato è che nessuno dei due, per quanto “danneggiati” cerca di “aggiustare” l’altro, loro si sono accettati ed amati semplicemente così come sono.
Il libro si alterna nei punti di vista da quello di Mina a quello di Lev, ma non solo. L’autrice ci regala anche i punti di vista di Sasha, Nastasia e altri personaggi secondari che ho amato nel corso della lettura.


La Belle, non delude mai, e questo libro ne è l’ennesima conferma. Scorrevole e pieno di dettagli che mi incuriosivano, mi ha tenuta sveglia fino alle 4 di notte per leggere di Lev e Mina. Non ne avevo mai abbastanza della loro dolcezza e della profondità del loro rapporto.
L’unica cosa che non mi è piaciuta è l'assenza di drammi tranne qualche piccolo intoppo. Avrei voluto vedere come Lev o Mina avrebbero gestito una situazione più pesante, come si sarebbero fatti perdonare. Ma tralasciando questo particolare, consiglio assolutamente questo libro, pieno di amore e dolcezza, in cui non mancano scene parecchio hot e anche un po’ di suspense, che mi ha fatto emozionare e sospirare una pagina sì e l’altra pure, mi ha fatto ridere ed innamorare di Lev che è entrato di diritto nella lista dei miei fidanzati letterari.

Alla prossima lettura, Veronique.

6 commenti:

  1. non si sa niente su una possibile uscita italiana????

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione! E ora ho voglia di leggerlo! 😞 Data italiana?

    RispondiElimina
  3. gia' me ne sono innamorata..speriamo arrivi presto anche da noi

    RispondiElimina
  4. Complimenti Veronique per questa bellissima recensione. Credo che questo libro possieda tutti gli elementi per entrare direttamente tra i miei preferiti. Spero che venga presto tradotto anche da noi. Una storia così deve assolutamente essere letta.

    RispondiElimina
  5. mi ci sono buttata subito. reading in progress.

    RispondiElimina
  6. Letto in meno di due giorni!! Scorre che è una meraviglia, bellissimo!!!
    L'ho praticamente bruciato tanta ero presa dalla storia!! Lo consiglio, inoltre il pov alternato è sempre vincente secondo me!! Non lasciatevelo sfuggire!!!

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...