lunedì 27 giugno 2016

Una corsa nel vento di Jojo Moyes, recensione in anteprima

Mie adorate Crazy,
sapete che noi siamo sempre sul pezzo, e oggi vi presentiamo Una corsa nel vento di Jojo Moyes!
Si lei, quella del fantastico libro Io prima di te esce domani 28 Giugno con un nuovo romanzo che vi farà innamorare, sempre edito da Mondadori. Pronte a scoprirne di più?
La vostra Giuly l’ha letto in anteprima ed è pronta a farvi desiderare di averlo subito tra le mani!

una corsa nel vento Titolo: Una corsa nel vento
Autore:
Jojo Moyes
Serie:  non fa parte di una serie
Editore:
Mondadori
Data:  28 giugno 2016
Genere: Narrativa Rosa
Categoria: seconde possibilità
Narrazione: terza persona, pov multiplo
Finale: No cliffhanger
Coppia: Natasha, avvocato in carriera; Mac, ex marito, fotografo di moda.


Henri Lachapelle sta insegnando alla giovane nipote Sarah come sfidare la gravità insieme al suo cavallo, proprio come faceva lui mezzo secolo prima in Francia. Ma quando la tragedia irrompe, Sarah è lasciata sola a fronteggiarne le terribili conseguenze. In un altro angolo della città l'avvocato Natasha Macauley è costretta a dividere la casa con il suo carismatico ex marito. Quando la sua strada incrocia quella di Sarah, la vita sembra di nuovo offrirle una possibilità. Ma non sa che Sarah custodisce un segreto, in grado di cambiare per sempre le loro vite…



Io con i libri della Jojo Moyes ho sempre qualche problema; ne ho già letti molti scritti da lei e puntualmente arrivo a metà libro un pò annoiata e confusa... poi... bam! Esplode una storia che travolge e che appassiona tanto, facendomi finire il libro in una giornata.
Anche con Una corsa nel vento è successa la stessa cosa... me ne sono innamorata piano piano e lentamente.
La storia inizia con la presentazione di nonno Henri, di come ha conosciuto la moglie e di cosa ha rinunciato per lei e poi fa un salto temporale di almeno cinquant’anni mostrando un Henri vecchio e malconcio, sua nipote Sarah ed una coppia che con loro non c’entra nulla: Mac e Natasha.
I due sono novelli separati, ancora con il cuore a pezzi e pieno di rancori e rimpianti, parole non dette e gesti non fatti.
Natasha è un avvocato in ascesa; lavora come difensore in campo della tutela dei minori e nel suo presente c’è tanto lavoro per diventare una socia dello studio.
Da un po' ha una relazione con il collega Connor e vive nell’appartamento che da sposata divideva con Mac.
Mac invece è un affascinante fotografo di moda, vive tra modelle e copertine dei giornali e da un anno è scappato dalla casa che divideva con la moglie Natasha, salvo poi tornare in quella casa con lo scopo di venderla e ricavare la sua parte di soldi.
La loro vita è così separata e fredda, le loro discussione così acide che giuro, fino all’arrivo del tornado Sarah non si capisce il perchè la scrittrice abbia messo al mondo una coppia del genere.
Sarah come ho detto arriva come un fulmine a ciel sereno: Natasha la trova in un supermercato con la refurtiva in tasca e delle guardie per la sicurezza che la vogliono spedire in galera.
Da qui in poi Sarah entrerà nelle loro vite rovesciandole, confondendole e plasmandole allo stesso tempo.
Questa ragazzina ha un segreto che protegge e difende con i denti: Boo, il suo cavallo.
L’animale è come un figlio per lei ed ha questo rapporto morboso che terrà vivo tutto il racconto fino alla fine.
Un’amicizia meravigliosa che fa commuovere perchè Sarah ha riposto nel cavallo tutte le speranze del nonno e sue, che le farà attraversare tutta la Francia per raggiungere un sogno fatto di sacrifici e lacrime.
Il viaggio della ragazzina e del cavallo cambierà la vita anche ai due genitori improvvisati Mac e Tash: chi legge nota la loro trasformazione, questa avventura è un viaggio introspettivo di entrambi, ripercorrono gli sbagli del passato e soffrono tanto, anzi tantissimo e chi legge sta male con loro!
Natasha e il marito sono due pianeti che orbitano nella stessa asse ma non si sfiorano mai, o meglio si guardano ma distolgono lo sguardo appena l’altro si gira, vorrebbero dire ma stanno zitti, vorrebbero ricucire tutto ma è così tardi che mancano le forze.
La famiglia improvvisata si perderà, ritrovandosi più forti di prima ed è uno spettacolo leggere come finisce questo romanzo pieno di colpi di scena e di cuore.
La narrazione è un pò noiosa all’inizio e più scorrevole da metà in poi ma la Moyes non si smentisce e il libro merita di essere letto sia per la coppia, che per la volontà di Sarah ma soprattutto per il suo legame con il cavallo.
Con questo vi lascio mie care lettrici, alla prossima lettura da crazy!

Giuly






Per il tuo kindle
Per il tuo Kobo


Nessun commento:

Posta un commento

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...