domenica 13 luglio 2014

Per sempre insieme di Jessica Sorensen, recensione

Buon giorno amiche,
oggi vi parlo di Per sempre insieme di Jessica Sorensen, quarto libro della serie The Secret uscito lo scorso 19 giugno e che ci permetterà di partecipare al giorno più bello di Ella e Micha e al coronamento del loro amore.


Serie The secret

0.5 The Prelude of Ella and Micha
1. Non lasciarmi andare -The Secret of Ella and Micha, 6 giugno 2013 (QUI)
2. Tienimi con te - The Forever of Ella and Micha, 24 ottobre 2013 (QUI)
3. Non cambiare mai - The Temptation of Lila and Ethan, 30 aprile 2014 (QUI)
4. Per sempre insieme - The Ever After of Ella and Micha,  19 giugno 2014
5. Lila and Ethan: Forever and Always
6. Ella and Micha: Infinitely and Always
Autrice: Jessica Sorensen
Editore: Newton Compton
Genere: New Adult



Il giorno tanto atteso è arrivato. Ella sta per sposare Micha, l’amore della sua vita, il ragazzo che l’ha aiutata a uscire da un terribile periodo buio e che le ha ridato gioia e la speranza. Tutto fa pensare che sarà un giorno meraviglioso per entrambi. Ma un evento imprevedibile fa precipitare le cose, ricordando a Ella che non si può sfuggire al proprio passato. Riuscirà a ritrovare la fiducia in se stessa e in Micha fino a decidere di seguirlo per provare davvero ad avere un futuro con lui? La tournée di Micha sarà per Ella l’occasione giusta per capire se fidarsi di lui e superare le proprie insicurezze. E forse, solo allora, i loro cuori batteranno per sempre insieme.

Finalmente il giorno tanto atteso è arrivato.... si quello in cui la Sorensen smetterà di scrivere di Ella e Micha (almeno per adesso in Italia perchè sapete che invece in America è previsto un sesto volume e un prequel che parleranno ancora di Ella e Micha)! Non fraintendetemi vi prego, ho amato i primi libri di questa serie, ho amato i suoi personaggi e le loro connotazioni psicologiche. Adoro il modo in cui l’autrice sa dare profondità e spessore alle storie, ma che senso ha voler continuare a rimestare una trama su cui ormai si era  già detto di tutto e di più? A questo punto ormai conoscevamo a menadito le idiosincrasie di Ella, il suo carattere cronicamente depresso, il suo attaccamento a Micha, sua unica ancora di salvezza. E conoscevamo anche l’amore folle e irrinunciabile di lui verso la ragazza, il suo arrendersi a lei totalmente, il suo desiderio di volerla salvare da se stessa ad ogni costo. Non c’era bisogno di continuare a scrivere un ulteriore “capitolo” per farcelo comprendere, con il risultato di fare un testo assurdo e ripetitivo, pieno di cose già dette e lette, montato sulla storia  di matrimonio-non matrimonio  veramente banale poco credibile. Penso che un autore dovrebbe capire quando è il momento di dire basta con certi personaggi,  altrimenti si rischia di far diventare noioso quello che era una vicenda interessante e ben sviluppata e di trasformare il bellissimo ricordo di un libro in una minestrina riscaldata. Il romanzo comincia con  Ella che  non si presenta in chiesa il giorno del suo matrimonio con Micha. Voi direte: ma come non si presenta !

Dopo tutto il casino che ha fatto per averlo ora lo lascia come un bamboccio davanti all’altare? Ebbene si dopo lotte, pianti, sofferenze, dichiarazioni d’amore mozzafiato...lei non si fa viva (ma io dico non potevi aspettare se non ti sentivi pronta senza fare tutte queste storie?).  Micha , disperato e con la convinzione che Ella lo abbia lasciato di nuovo, parte alla ricerca della sua amata e la trova in casa vestita da sposa (che non era tanto normale si era capito dall’inizio). Ma orco bobo ... c’è l’uomo che ami più della tua vita che ti aspetta in chiesa  per sposarti e tu rimani a casa perché sei insicura e vuoi sposarti nella tua città d’origine? Stiamo scherzando? E quel tontolone di Micha (a questo punto si merita quello che gli è successo) invece di prenderla a calci in quel posto che fa? La asseconda comprensivo e devoto , organizza a tempo record una nuova cerimonia e si mette pure a infiocchettare le bomboniere (o qualunque cosa si infiocchetti negli U.S.A. per un matrimonio), perché a lui interessa solo averla in moglie e che lei sia contenta (Ve l’avevo detto che non è realistico questo romanzo!!!). Ma anche qui quella psicopatica si fa prendere la mano e la testa da mille paure, fobie e preoccupazioni , con la scusa di aver ricevuto il diario di sua madre in cui racconta la sua vita prima della malattia. 

Questa lettura mette maggiormente in crisi la ragazza che teme di non essere all’altezza di questa responsabilità,  di diventare  pazza come sua madre, di non meritare amore e tutte le altre paturnie che negli altri romanzi ci aveva abituato a sopportare  ma che qui non sono più tollerabili perché già ampiamente sviscerate. Il ritorno al loro paese, il ripercorrere dei ricordi di alcune tappe della loro infanzia, la lettura del diario e l’organizzazione del matrimonio, faranno comprendere ad Ella quello che noi avevamo capito già da un bel po’:  che lei e Micha sono anime gemelle, fatte per stare insieme, inseparabili e che solo così possono essere felici e che si ameranno appassionatamente per tutta la vita! Amen!!!! Ovviamente il romanzo è scritto bene e si legge altrettanto bene, ma i contenuti mi hanno lasciata un po’ disattenta alle vicende perché  era come rileggere qualcosa già letto molte volte e di cui già si sapeva il finale.

Un abbraccio, Jean


Lettura piacevole



Sexy

Se ti è piaciuta questa recensione clicca G+1 in fondo al post


2 commenti:

  1. Valentina abbr13 luglio 2014 12:45

    Micha è la dolcezza..tanto amore per lui

    RispondiElimina
  2. Concordo,io non avrei scritto un altro libro perchè anche se carino, leggendolo ho avuto la sensazione di aver già letto le stesse cose nel libro precedente...avrei scritto semplicemente una novella per raccontare il matrimonio e finiva li....

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...