lunedì 5 giugno 2017

Love for Love di Claire Contreras, recensione

Ciao crazy,
oggi vi proponiamo Love for Love di Claire Contreras, il terzo libro della Hearts Series, edito dalla Newton Compton lo scorso 8 Maggio. I protagonisti di questa storia ci sono già stati presentati nei precedenti libri, Life is Love, come personaggi secondari, e nella novella Love is Forever. Mia e Jensen si conoscono da quasi una vita, hanno condiviso momenti felici e superato situazioni difficili insieme: l’amore li ha uniti ancora di più ma, come ben sappiamo, a volte non è abbastanza. A volte i sogni diventano realtà, a volte diventano stretti, e altre volte cambiano. Se avete voglia di emozionarvi..

Un’altra volta,
ancora Titolo: Love for Love
Autore:
Claire Contreras
Serie: Hearts Series #
Editore:
Newton Compton
Data:  8 Maggio 2017
Genere: contemporary romance
Categoria: seconde possibilità
Narrazione: prima persona, pov doppio
Finale:  No, cliffhanger
Coppia: Mia, fotografa; Jensen, freelance e padre di una splendida bambina
QUI SERIE. 


C’è stato un tempo in cui Jensen e Mia erano inseparabili. Poi le cose sono cambiate. Jensen sa che è colpa sua, sa di aver perso Mia. No, non l’ha persa. In realtà l’ha gettata via. Lei era la sua migliore amica, la sua musa ispiratrice, l’unica che credesse in lui. Sa di averle spezzato il cuore, ma all’epoca pensava di non avere altra scelta. Ora, a distanza di anni, lui e Mia si sono ritrovati a lavorare insieme e averla davanti ogni giorno gli ricorda il motivo per cui ha perso la testa per lei. Questa volta, però, Jensen non commetterà errori: ha intenzione di fare tutto quello che è in suo potere per non lasciarla andare.



Le vere storie d’amore non hanno mai una fine.

L’ho lasciata andare, non perche l’amassi troppo per chiederle di rimanere,
ma perché non avrei potuto sopportare il suo rifiuto.
Eppure, ogni tanto mi chiedo cosa avrebbe potuto essere.
E nulla mi tormenta più del rimpianto.

Perfetti. Mia e Jensen erano perfetti insieme nella loro imperfezione. Una storia d’amore nata da un’amicizia vera, da un profondo e sincero affetto, e da una forte passione. C’era un “per sempre”, entrambi ci credevano, eppure..
Mentre scrivo questa recensione, ho ancora gli occhi lucidi (dopo averlo letto per la seconda volta.. eh già. Questo libro va riletto per la bellezza della sua storia così realistica e per le emozioni che suscita.). Sarà perché la Contreras ha lasciato che mi immedesimassi completamente in Mia. Quante, di noi donne, hanno tentato invano di essere forti e di resistere a quei sentimenti che, in un modo o nell’altro, finiscono sempre per spezzarci il cuore? L’amore non è stato abbastanza per tenere Jensen legato a Mia: l’ha lasciata sola a raccogliere i pezzi di ciò che le è rimasto.
Il tempo sembra aver guarito le ferite, ma.. ne siamo sicuri?

Vale la pena provare a togliersi un vizio?...
..E allora fingiamo. Fingiamo di esserci tolti il vizio.
Fingiamo di esserci curati dalla dipendenza.
E diventiamo cosi bravi a fingere, che ci convinciamo di esserci riusciti,
finchè non cadiamo di nuovo in tentazione e
a quel punto la partita è chiusa, perché la vostra mente si ricorda tutto.
E il vostro cuore ricorda tutto.

Mia si sente pronta a mettere il suo passato alle spalle, accettando un nuovo lavoro nel quale potrebbe essere affiancata al protagonista indiscusso dei suoi sogni, incubi e della sua adolescenza. Sa di doverlo affrontare prima o poi, ma non sa chi è Jensen ora. Lui è sempre stato il ragazzo tormentato e spezzato che si è fatto strada con le sue sole forze, e che ha trovato in lei l’unica persona con cui voler condividere se stesso.

Ma le scelte che ha fatto l’hanno ferita nel profondo ed è difficile adesso tornare ad essere quelli di un tempo. Riusciranno a trovare un equilibrio?
Tutte amiamo il cattivo ragazzo, ma vi assicuro che il principe Jensen vi toglierà il respiro con le sue parole, vi renderà cosi deboli da versare tutte le lacrime che avete in corpo, e vi spingerà ad essere gelose di Mia.. perché lei è riuscita ad avere ciò che tutte vorrebbero.
Lasciatemi dire e ribadire che.. AMO Jensen come non ho amato nessun uomo libroso. Il perché? Lui è il primo uomo libroso cosi realistico da far male al cuore: ho sofferto per lui, ho pianto e tifato fino alla fine. Si, perché nonostante le sue scelte, ed i suoi errori, lui ha saputo prendere il meglio da ciò e l’ha trasformato nello splendido uomo che è oggi: un padre che pensa costantemente alla propria bambina, che gestisce bene i rapporti con la sua ex moglie, e che cerca di conquistare l’amore della sua vita in tutti i modi. Jensen ha intaccato il mio cuore.. non solo perché è figo (tatuato e con la battuta pronta), ma anche perché sa come usare le parole.

"mi manchi e sono stanco di comportarmi come se
questa cosa tra noi fosse un vaso di cristallo
che ho paura di maneggiare per il timore di romperlo”
“Il vaso è già rotto”
“Se è già rotto, di cosa hai paura?”
“Non so se ho voglia di camminare di nuovo sui vetri infranti”
“Io camminerei sui vetri rotti per venire da te.
Attraverserei un oceano, scalerei una montagna,
farei qualunque cosa”

Ogni cosa che esce dalla bocca di Jensen  è un colpo al cuore. Come può resistere Mia?
L’amore a volte fa cosi male che ripercorrere lo stesso sentiero fa paura. Dall’inizio del libro mi sono svestita e ho indossato i panni di Mia (mi stavano alla perfezione): la paura, il voler essere forte e coraggiosa, la brama del contatto, il masochismo e lo stalker (da negare fino alla fine). Ma come fai a non cedere? Come fai quando il tuo unico amore ha usato il tuo nome per il personaggio del suo libro per bambini diventato famoso? O quando non fa altro che dimostrarti cosa ha da offrirti ora? O quando al posto della fede porta.. ok, basta. Jensen mi commuove.

Il dolore non è solo perdere la persona che ami. 
Il dolore è perdere la persona che ami,
vederla con qualcun altro e non interferire
perché sai che non puoi darle la vita che si merita.
Vivo nel dolore dal momento in cui ti ho persa.
Ho imparato a conviverci, ma non ho imparato ad accettarlo.

Potrei spoilerarvi tutto il libro se mi lasciassi andare. Una trama svolta benissimo, scritto in modo da travolgere corpo e anima del lettore. Il pov di Mia è come se non bastasse ma, per fortuna, ci sono quelle brevi “note” firmate Jensen che mi hanno fatto amare questo libro molto più dei precedenti della Contreras. L’epilogo è quasi superfluo, perché, come leggerete (parole dell’autrice o di Jensen.. fate voi),” le vere storie d’amore non hanno mai  una fine” e ciò che conta è quello che sta nel mezzo: ossia la vita, il coraggio di fare scelte e rischiare, amare e soffrire, rinunciare per amore altrui ma combattere per avere ciò che vogliamo realmente.
Love For Love è assolutamente da leggere. Credo sia il più bello della serie, per quanto possa dare l’impressione di essere lento, non ti accorgi di essere arrivato al finale con le lacrime agli occhi sussurrano “Jensen prendi me, ama me, scegli me” (..grazie Shonda per i tuoi slogan).
In conclusione.. niente. DA LEGGERE. Non ho altro da aggiungere.
Vi lascio con il pensiero di Jensen Talks.

Siate indulgenti, perché ci penseranno gli altri a buttarvi giù.
Non dovreste aggiungere altra sofferenza.
Eppure lo farete, perché è quello che si fa sempre.
Ma è anche vero che vi rialzerete, perché è cosi che vanno le cose.
E probabilmente il ciclo ricomincerà daccapo,
perché non siamo altro che degli stupidi idioti.
Perché dunque continuiamo a ricascarci,
sapendo che verremo messi al tappeto ogni volta?
Perché abbiamo bisogno di sapere di essere più forti della nostra mente. 
Abbiamo bisogno di dimostrare che siamo più forti delle nostre emozioni e,
in ultima analisi, viviamo con la speranza
che un giorno non rimarremo delusi- dagli altri o da noi stessi.

Con affetto, Cinzia





6 commenti:

  1. Ho amato, amato, amato, amato questo libro!
    Non vedo l'ora di leggere altro della Contreras anche se ormai l'asticella da superare o raggiungere è molto alta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Victor riponiamo grandi aspettative

      Elimina
  2. Questo libro è meraviglioso...e Jensen semplicemente superlativo!

    RispondiElimina
  3. Adoro questa serie 😍😍 grazie per le vostre bellissime recensioni💜💜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi che ci seguite costantemente, leggendoci ci ripagate del tempo e dell'impegno che mettiamo al blog 💜😘

      Elimina
  4. Jensen Jensen Jensen <3, devo dire che all'inizio l'ho trovato un po' lento,ma poi e' scoppiato tutto insieme. Mi e' piaciuto moltissimo e ora sono proprio curiosa di leggere di Vincent.

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...