martedì 27 gennaio 2015

Violet di Jessica Brody, recensione

Buongiorno Crazy,
oggi per voi una chicca un po’ fantascientifica, sto parlando di Violet di Jessica Brody. Il libro edito da Fanucci Narrativa è uno young adult dove amore e …qualcosa che scoprirete si mescolano. Conoscerete Violet, e conoscerete un mondo diverso da quello di oggi, o forse inizierete ad immaginarlo. Ma vi assicuro che Violet si assicurerà un posto, se non nel vostro cuore, nella vostra memoria.


 
Titolo: Violet

Autore: Jessica Brody

Uscita: 15 Gennaio 2015

Casa editrice: Fenucci Narrativa

Genere: Young Adult Sci-Fi



Quando il volo 121 della Freedom Airlines precipita nell’oceano Pacifico, nessuno si aspetta che ci siano dei superstiti. Così, la notizia di una ragazza ritrovata a galleggiare tra i rottami dell’aereo, praticamente illesa, fa il giro del mondo. Nessuno sa spiegarsi come possa essere sopravvissuta... tantomeno lei. La sua mente è una tabula rasa: non ricorda il proprio nome né nessun avvenimento della sua vita, e non sa spiegare cosa ci facesse su quel volo. Le sue impronte digitali e il suo DNA non si trovano in alcun database, nessuno ha denunciato la sua scomparsa.
Intrappolata in un mondo che non riconosce, con delle abilità che non è in grado di comprendere e ossessionata da una minaccia che è solo un’eco nella sua testa, la ragazza misteriosa si sforza di rimettere insieme i pezzi del proprio passato e scoprire chi è veramente. Ma a ogni indizio seguono nuove domande, e lei non ha abbastanza tempo per trovare le risposte. La sua unica speranza è un ragazzo affascinante, che sostiene di conoscerla da prima dell’incidente e di averla aiutata a fuggire da un esperimento top secret. Ma lei di chi può fidarsi davvero?


 
 Non ci si può fidare di niente e di nessuno
Nemmeno della propria memoria.

Parto con una domanda: Di chi o cosa possiamo, realmente, fidarci?
Leggendo questo libro me lo sono chiesto molto spesso. Ma è meglio fare un passo indietro.
La sedicenne Violet si risveglia in una distesa di acqua. Intorno a lei ci sono solo rottami e corpi. Lei è la sopravvissuta del volo 121 della Freedom Airlines precipitato nell’oceano Pacifico.
Sembra essere illesa. Ma tutto ciò che ricorda è un numero 1609. E tutto ciò che ha è un medaglione, un’incisione S+Z 1609, ed un biglietto con su scritto “fidati di lui”.
Non sa il suo nome, né la sua età. Non riconosce nessuno, non ricorda nulla, e nessuno denuncia la sua scomparsa.
Chi è lei? E perché si ritrova sola? E perché ad un tratto sembra ci sia qualcuno che la segua?
Non risponderò a queste domande perché sarà il libro a farlo.  Sarete voi insieme a Violet a scoprire le risposte.
  

Violet è un libro piacevole da leggere, più per un pubblico adolescenziale, ma anche per adulti che amano questo genere. Si tratta sempre di uno young adult. Violet è una sedicenne alla ricerca della sua vera identità. Una ragazza che si ritrova sola con una domanda chi sono? . Il periodo adolescenziale è sempre il più difficile, e tutti abbiamo cercato di capire chi siamo, in un modo o in un altro. Violet, bionda occhi viola, è una ragazza bellissima, ma nonostante questa consapevolezza, ha troppi dubbi, troppi vuoti, per continuare a vivere senza porsi dei quesiti.
C’è qualcuno però, un ragazzo dai capelli scuri, che appare e scompare, e sembra conoscerla.
Ma quando neanche la memoria può fornirci un aiuto per comprendere ed agire, quando abbiamo dimenticato chi siamo, o chi è il male, o chi il bene, come possiamo prendere una decisione?
La risposta non è semplice, ma neanche impossibile. C’è sempre il nostro cuore, le nostre emozioni, ciò che sentiamo. Questa è l’unica cosa che Violet possa fare. E questo ragazzo, Zen, le trasmette qualcosa, qualcosa a cui non sa dare un nome. Zen potrebbe rivelarsi la carta migliore per Violet, ma potrebbe essere anche la peggiore. Mente e cuore.. Mentre per cuore c’è un solo significato, per “mente” ci sono mente/ragione e mente/mentire. Violet si trova a questo bivio, di chi e cosa può e deve fidarsi?

 Brody scrive in modo molto chiaro, il linguaggio non è né poco né troppo elaborato. Ripeto, credo sia una lettura più adatta ad un adolescente, ma lo stile è impeccabile. Forse manca di ulteriori dettagli fantascientifici, ma d’altra parte avrebbe perso di emotività. Nel complesso, personalmente, non rientra tra i miei preferiti, ma si tratta di un ottimo libro, scritto bene, piacevole e coinvolgente.
Avete già regalato Harry Potter o Percy Jackson? Bene, Violet farà al caso vostro per le vostre nipotine, figlie, cugine adolescenti..

Vi lascio con il “perché” questo libro dovrebbe essere letto:
Perché puoi dimenticare chi sei, o cosa sei;
dimenticare chi hai, dove vai o cosa fai..
..Perchè possono cambiarti, costringerti a cambiare, o a pensare in modo diverso, o spingerti a fare determinate scelte rispetto ad altre..
Ma niente e nessuno può toglierti ciò che senti, ciò che provi..
..ed è lì l’essenza di noi stessi, basta solo guardarsi dentro.

A presto Cinzia






Lettura molto piacevole



Assente




4 commenti:

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...