giovedì 1 febbraio 2018

Dimmi che ti manco di L.E. Bross, recensione

Salve Crazy, 
oggi vi parlo di Dimmi che ti manco dell’autrice L.E. Bross. Questo libro ha come protagonista Ryan, il migliore amico di Seth che abbiamo già conosciuto in Non tradirmi mai, primo volume della serie Second Chances, sempre edito Newton Compton e di Tess, vecchia conoscenza di entrambi i ragazzi.





Second Chances Series

1. Non tradirmi mai, 29 settembre 2016

2. Dimmi che ti manco, 25 gennaio 2018

Autrice: L.E. Bross

Editore: Newton Compton

Genere: New Adult

Narrazione: Pov alternati in prima persona

Finale: No cliffhanger






Tess è una ragazza testarda. Forte, indipendente, determinata. Completamente sopraffatta dalla responsabilità di dover crescere il fratellino. Ma può farcela. Deve farcela. Perché non lascerebbe a nessun altro il compito di occuparsi di Noah. Ryan è felice della sua vita spensierata. Non ha intenzione di farsi coinvolgere sentimentalmente, perché ha già vissuto una delusione d’amore e adesso che ha imparato la lezione non intende ripetere l’errore. È stata Tess a spezzargli il cuore, e ora il caso la mette sulla sua strada proprio quando lei ha più bisogno di aiuto. Ma Tess non è quel tipo di ragazza e non lo lascerà entrare nella sua vita. Neanche quando Noah comincia ad affezionarsi a lui. Neanche dopo aver trascorso una notte insieme. Neanche quando comincia a innamorarsi. 
«Tutti hanno bisogno di un eroe, e Ryan è proprio l’eroe perfetto per Tess. Caldamente consigliato a chi vuole leggere un romanzo dolce, sensuale e sentimentale.»

La serie di L.E. Bross si intitola Second Chances, ovvero seconda opportunità e almeno il titolo è indovinato. Questa è la storia di due ragazzi terribilmente affranti, delle loro speranze brutalmente rotte. Due persone abbattute da una vita che ha messo sui loro percorsi ostacoli, almeno a prima vista, insuperabili. 
Tess sembra sulla buona strada per frequentare un’ottima università, per avere un futuro roseo ma la sconsideratezza di suo padre la riporta bruscamente a una vita che una ragazza non dovrebbe vivere, a responsabilità più grandi di lei. Lavora, tenta di pagare affitto e bollette mentre cresce un fratellino che ama.
Ryan, proprio come Tess, è intrappolato in simili doveri familiari: una madre che è scappata lasciandolo solo, un padre in preda alla depressione… insomma, due ragazzi giovani che si sono amati, dimenticati, ma che la vita rimette uno accanto all’altro.


Nello svolgimento della trama, devo dire che l’autrice non perde troppo tempo e il prologo chiarisce fin da subito che la protagonista non avrà vita facile. Devo però altrettanto sottolineare che l’introspezione dei personaggi, soprattutto con un background del genere, è sottile come carta velina, che l’evoluzione della storia è troppo veloce: Tess e Ryan si conoscono fin da ragazzini, ma soprattutto lui si trascina un brutto ricordo sull’addio di lei, ricordo che viene cancellato, ahimè, in tre nanosecondi. 
Ho trovato il loro affezionarsi, allontanarsi, innamorarsi altalenante in maniera scostante, ho trovato, nonostante la superficiale analisi psicologica, la prolissità dei loro pensieri. Tanto fumo, poco arrosto. 
E quando dico poco arrosto, mi riferisco quanto meno al fatto che, come sottolineavo all’inizio, a differenza di molti New Adult che hanno come scopo quello di lasciare il lettore in una incessante atmosfera di angoscia, in Dimmi che ti manco le seconde opportunità bussano alle porte di tutti diradando la nebbia di tristezza e facendo spuntare un raggio di sole.

Naike









Nessun commento:

Posta un commento

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...