lunedì 22 dicembre 2014

Ghiaccio nero di Anne Stuart recensione

Buon giorno bimbe, 
Ghiaccio nero di Anne Stuart è il libro di cui vi parlo oggi. Si tratta del primo titolo della serie “Ice” (qui), sei libri autoconclusivi che sono legati insieme da un filo comune preciso: i protagonisti fanno parte di una organizzazione segreta di killer professionisti detta “Il comitato” che svolge compiti di antiterrorismo ed intelligence sotto copertura al di fuori dell’ufficialità dei governi. Un altro punto in comune di questi libri è che i protagonisti maschili sono tutti degli antieroi, scomodi e all’apparenza cattivi ma non per questo meno affascinanti, e questo è un segno distintivo della Stuart, un suo marchio di fabbrica. Allora venite con me a Parigi, andiamo a conoscere la dolce Chloe e lasciamoci affascinare come lei dal maschio più bastardo che vi capiterà di trovare in un libro romance.. tanto poi quelli come lui quando “cadono”.. sono quelli che si fanno più male..


Serie Ice
1. Ghiaccio nero - Black ice, 15 dicembre ebook - già pubblicato nel 2006 da HM con il titolo “L’interprete”
2. Freddo come il ghiaccio - Cold as ice, presto in Italia
3. Ice blue
4. Ice storm
5. Fire and ice
6. On thin ice
Autore: Anne Stuart
Editore: Leggereditore
Genere: romantic suspense


Chloe Underwood è una giovane americana che si è trasferita a Parigi dopo gli studi per fare l’interprete e la traduttrice di libri per bambini. Vive in un piccolo appartamento con un’amica e fa di tutto per cercare di mantenersi col misero stipendio che prende, ma sogna di vivere grandi avventure e di movimentare un po’ la sua vita. Così quando la sua amica le propone di sostituirla per fare da interprete ad un convegno che si terrà in un lussuoso castello, la prospettiva del lauto guadagno relativamente facile le fa accettare subito l’incarico. Chloe si ritrova però presto catapultata da quello che sembrava un weekend da sogno ad un incubo ad occhi aperti. Giunta al castello intuisce presto che i partecipanti al convegno non sono quello che sembrano, in particolare uno di loro, l’affascinante e sinistro Bastien Toussaint dai neri occhi di ghiaccio. L’uomo sembra farle la corte e addirittura la bacia appassionatamente prendendola di sprovvista, ma lei è certa che è tutta una finta e che Bastien le nasconde qualcosa. Anche il padrone di casa Hakim, nonostante i modi educati e gentili ha un ché di inquietante, per non parlare del Barone Rutter e di sua moglie, dell’affascinante madame Lambert, dell’uomo d’affari giapponese Otomi e del suo assistente Tanaka o del affarista italiano Ricetti con quello che sembra essere il suo bellissimo amante Jensen.


Tutti giocano un ruolo, interpretano una parte, ma Chloe è ben decisa a non ficcare il naso e a eseguire il suo lavoro senza ostacoli per poi tornare il più presto possibile a casa. Quando però, senza volerlo, scoprirà cosa si nasconde dietro il convegno di uomini d’affari e cercherà di scappare terrorizzata intuendo di essersi trovata nel posto sbagliato al momento sbagliato, solo Bastien potrà salvarle la vita, proprio lui, l’uomo che sembra disprezzarla,l’uomo che usa il sesso come se fosse un arma alla stessa stregua di un coltello o di una pistola, l’uomo di cui lei è già perdutamente innamorata.
Mie care Crazy, raramente mi è capitato di leggere un libro così ben scritto, carico di suspense e avvincente, ma non ne sono rimasta sorpresa perché sapevo che questa è considerata da sempre una delle migliori serie romantic suspense mai pubblicate, scritta tra l’altro da una delle regine del genere che ha ormai all’attivo quarant’anni di carriera; avendo inoltre letto “Buio” conoscevo lo stile e avevo già avuto un assaggio del suo “marchio di fabbrica”. Vi aspettate un eroe romantico senza macchia e senza paura? Un cavaliere dalla splendente armatura che lancia in resta si appresta a salvare la donzella in ambasce? Allora cambiate libro.
La caratteristica comune a quasi tutti i protagonisti dei suspense della Stuart è che sono tutto il contrario dell’eroe romantico per eccellenza, e Bastien, per essere il protagonista principale, è in assoluto il personaggio maschile più str@@zo che io abbia mai incontrato in un libro. È un assassino, un killer spietato e senza cuore, non esita ad usare armi subdole per arrivare allo scopo che si è prefisso e non tiene conto degli eventuali “danni collaterali”, ma comincia ad essere stanco della vita che fa, e sarà proprio uno di questi danni collaterali a farlo capitolare. Ci vorrà buona parte della storia, ma noi siamo pazienti, e in fondo sappiamo che quelli come lui, quando finalmente incontrano la donna giusta e “cadono” (detta all’inglese e inteso come ‘si innamorano’) lo fanno facendosi molto più male degli altri. E forse è proprio per questo che ci piacciono tanto i bastardi, perché poi, alla fine, scopriamo che hanno un cuore anche loro, e che se lo ascoltano diventano gli uomini più dolci e romantici del mondo. Ma prima di arrivare al punto di innamorarsi ci faranno patire le pene dell’inferno, ma sarà un inferno dolce e sensuale per noi romantiche affette dalla “sindrome di Darcy”.
Anche Chloe si rivela essere più forte e coraggiosa di quello che sembra all’inizio della storia. La scrittrice le farà passare veramente di tutto, e fino alla fine del libro non si potrà sentire in salvo, ma fa tenerezza il suo voler credere che i sentimenti che prova per Bastien siano frutto della cosiddetta “sindrome di Stoccolma”, quella che avvicina le vittime ai loro carnefici e sarà dolcissima quando alla fine gli rivelerà sincera “Non era la sindrome di Stoccarda”. 


L’unica pecca di questo bellissimo libro è il finale affrettato; è come se mancasse il lieto fine che è solo accennato, si intuisce, e non ne possiamo godere in pieno, in un certo senso manca un epilogo, una vera chiusura. Ma per il resto è un suspense sublime, mozzafiato, forse poco romance e poco erotico perché gli scarsi rapporti raccontati non sono pervasi da quell’allure sensuale tipico dei romance, ma di qualità altissima, un irrinunciabile per le amanti del genere. Ora aspettiamo i seguiti  dove troveremo protagonisti che già abbiamo conosciuto in questo primo capitolo della serie, ma non vi dico troppo perché per voi sarà bello cercare di scoprire chi siano.

A presto. Zia D.



Bellissimo

sexy



Libri in edizione Inglese
 
 

4 commenti:

  1. Ma ci sarà il cartaceo? E la data?

    RispondiElimina
  2. E' il primo libro che leggo di questa autrice e devo ringraziarti per avermela fatta conoscere. Mi ha letteralmente incantata con la sua scrittura. Ora devo leggere l'altro suo capolavoro che se nn sbaglio hai recensito tempo fa BUIO

    RispondiElimina
  3. personalmente a me non è piaciuto molto... cioè bella storia,ma non è per me uno di quei libri che inizi e non riesci a spettere di farlo!

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...