venerdì 7 ottobre 2016

Il giocatore di Jessica Bird alias J.R. Ward, recensione

Ciao crazy,
Jessica Bird torna con Il Giocatore,  il suo secondo volume della serie The Moorehouse Legacy, in uscita dal 20 Settembre scorso con la Harper Collins Italia. La Bird, in arte J.R.WARD (esatto..”quella” della Confraternita), ci racconta la storia di Joy, una ragazza dolce ed innocente, con una cotta che coltiva segretamente da anni, per un uomo inavvicinabile, o quasi: Gray, l’uomo in questione. Quanto il passato o la mente possono controllare davvero le emozioni del cuore? E se sogno e realtà non riuscissero a soddisfare le aspettative? Una storia dolce da vivere tra la movimentata Big Apple e la magica e silenziosa Saranac Lake. Cosa si sarà inventata questa volta la Bird?

Il Giocatore Titolo: Il Giocatore
Autore:
Jessica Bird(J.R. Ward)
Serie:  #2 The Moorehouse Legacy
Editore:
HarperCollins Italia
Data: 20 Settembre 2016
Genere: contemporary romance
Categoria: opposti che si attragono
Narrazione: terza persona, pov alternati
Finale: No cliffhanger
Coppia: Joy, giovane rossa dai tratti innocenti; Gray, uomo di politica e di successo.


Spietato potrebbe essere il secondo nome di Gray Bennett. Lui fa parte di quei potenti carismatici e influenti che manovrano Washington, e che tutti ascoltano. Ma il motivo per cui ora si trova a Saranac Lake non è legato al suo prestigioso lavoro come consulente politico. Una difficile questione di famiglia ha sgretolato il cuore indurito dell'incrollabile Gray ed è forse anche per questo motivo che per la prima volta rimane colpito dallo sguardo profondo e conosciuto di Joy Moorehouse. Lui conosce quella chioma infuocata da sempre, da quando da ragazzo si spingeva fino al White Caps, il B&B della famiglia Moorehouse, ma non il suo copro curvilineo e sexy. Sebbene la dolce Joy sia troppo innocente per un cinico come lui, Gray, dopo la cena in cui l'ha rincontrata per puro caso, non può fare a meno di pensarla. Lei è il tipo di donna che merita un uomo amorevole e fedele, tutto quello che lui non è. Nonostante i propositi di Gray di starle lontano, Joy lo invoglia oltremodo ad aprirsi alla donna che è diventata e che sarebbe in grado di renderlo un uomo migliore. Questo fino a quando un segreto tenuto nascosto, lascia Gray di nuovo in balia dei dubbi.



C’era una volta una ragazza dolce e carina, la quale nutriva una cotta per un ragazzo più grande di lei. Lui si chiamava Gray, un ragazzo forte e con dei segreti, che con il tempo diventò un uomo rispettato, ma anche molto temuto. Nel frattempo, la piccola Joy cresceva, e con sé cresceva anche l’interesse e il debole che provava per Gray. Nonostante i loro mondi estremamente diversi, un legame invisibile sembrava legarli..
Curiosi di saperne di più?
Gray conosce da sempre la piccola rossa, ed è solo da qualche tempo che si è accorto di lei, ma sa anche che le tipe come Joy non devono nemmeno avvicinarsi ai tipi come lui. E Joy non ha mai creduto di avere una reale possibilità fino a quando non le è venuta incontro la cucina del B&b della sua famiglia.
Si prospetta una bella storia.
Joy è una ragazza che si è sempre accontentata di ciò che l’ha sempre circondata, e l’ha sempre fatto senza alcun peso, fino a quando.. non si accorge che oltre quel lago, quella natura, quel b&b e oltre la sua famiglia, c’è l’ occasione per essere se stessa: ci sono i suoi sogni, che ha sempre tenuto perfettamente piegati nel proprio cassetto; c’è una vita che non ha mai pensato di poter vivere, e cose che non credeva di poter fare. Un conto è conoscere una sola strada e percorrerla nel miglior modo possibile; un altro è conoscerne due, testarle, e scegliere quella che più piace: la più breve? La panoramica? Quella in salita? Ciò che Joy non ha mai conosciuto, prima che nella sua vita entrasse Gray (e non dimentichiamo Cassandra), è proprio questo, l’emozione di avere una possibilità, e soprattutto di poterla scegliere.
Gray è un uomo che ha costruito delle alte mura attorno a se. Un adolescenza con dei segreti che tuttora lo divorano nel profondo; un padre che ama, amici che stima, un lavoro diventato così semplice ma sempre più riprovevole. Il suo passato, il suo lavoro e il suo rapporto con le donne, gli ricordano ogni giorno che uomo sia, e di certo non è l’uomo per Joy. Ma combattere fino allo stremo le proprie emozioni credete possa funzionare? Se sappiamo qualcosa sull’amore, è che questo non ha regole.. gioca sporco e soprattutto la sua posta è sempre alta: gioia immensa o immenso dolore. Quindi come potrà mai procedere tra Gray e Joy, sapendo che, per quanto la testa combatta, il cuore la spunta sempre?
La storia si concentra sui due protagonisti principali, anche se l’autrice ci mostra qualche scorcio della vita degli altri personaggi, tra cui mi incuriosisce tantissimo Alex (ma non vi dirò nulla!). Il libro risulta una lettura leggera e scorrevole, e anche la trama è molto veloce. Neanche l’uso della terza persona mi ha disturbato. Ma allora.. mi è piaciuto?
Sinceramente? No. Mi spiace per la grandissima autrice, che si cela dietro lo pseudonimo di J.R. Ward, ma questa storia mi ha delusa tantissimo. Situazioni al limite del surreale, una dopo l’altra: la prima notte da dimenticare (ma.. come dimenticarla?), la proposta da brividi, litigi senza capo ne coda, e.. un salto finale da “mah”. Leggendo, è tutto un tira e molla inutile, quasi bambinesco. Per quanto i personaggi sembravano promettenti, non ha regalato emozioni questa storia: è stato come avere tutti gli ingredienti per una classica torta di mele, ma ciò che ne è venuto fuori è un pan di spagna bruciacchiato, ed un cuore troppo morbido. Un mezzo punto in più va al fatto di avermi regalato una lacrimuccia all’ultima pagina.

Spunti di riflessione:

“Se si concedeva a una persona il potere di ferirne un’altra, prima o poi lo avrebbe usato”
**
“La prima regola in guerra era semplice pensò: quando ti attaccano colpisci mortalmente. Un nemico mezzo morto è ancora perfettamente in grado di farti fuori.”

un abbraccio,
Cinzia














Nessun commento:

Posta un commento

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...