giovedì 15 marzo 2018

Mai più innamorata di Cecile Bertod, recensione in anteprima

Ciao Crazy,
vi parlo in anteprima di Mai più innamorata di Cecile Bertod, in uscita oggi 15 Marzo 2018 edito Newton Compton. Il nuovo contemporary romance dell’autrice ci farà conoscere la scanzonata Daphne, scrittrice di romanzi erotici in pieno blocco dello scrittore che riesce a sbloccarsi solo grazie all’architetto Edward Ashford. Sembra proprio che questo sarà l’ultimo romanzo della scrittrice, almeno per adesso, perciò vediamo cosa ci riserverà questa nuova avventura.





Titolo: Mai più innamorata

Autore: Cecile Bertod

Data: 15 Marzo 2018

Editore: Newton Compton

Genere: Contemporary Romance

Categoria: Odio/Amore

Narrazione: Prima persona femminile e terza persona maschile

Finale: No cliffhanger




Daphne è una famosissima autrice di romanzi erotici, che ha appena firmato un nuovo contratto con un anticipo da capogiro per il suo ultimo lavoro. Però, incassato l'assegno, perde tutta l'ispirazione. Si barrica in casa per sfuggire alle numerose e-mail del suo editore, finché alla fine decide di ascoltare il commercialista, che le propone di tornare nel suo vecchio paesino d'origine per trascorrere qualche giorno in totale relax. Sperando di trovare la giusta concentrazione, Daphne va quindi a Banff, ma lì le cose non migliorano, tutt'altro. A renderle la vita impossibile ci pensa Edward, l'architetto che sta ristrutturando la villetta dove andrà a vivere sua sorella. Edward ha tutta l'intenzione di farla pagare a Daphne perché è proprio per colpa di uno dei suoi romanzi se Candy l'ha lasciato a due settimane dal matrimonio. Ma Daphne scoprirà che riesce a scrivere solo quando vede Ed e non intende affatto rinunciare alla possibilità di finire il romanzo...

Se c’è una cosa che distingue Cecile Bertod dalle altre autrici sono le sue eroine. Tutte donne particolari, spesso sopra le righe, con molti difetti ma in qualche modo reali. Eroine in cui ognuna di noi può riconoscersi, ritrovandosi nelle loro idiosincrasie o nelle loro paure o debolezze.
Daphne è un altro esemplare unico che va ad unirsi alla squadra delle protagoniste, la definirei l’antieroina per eccellenza: pigra, cinica, indolente, completamente disillusa nei confronti dell’amore. Affronta i problemi nel modo peggiore possibile, scappando.
Quando pensi ad una scrittrice di romanzi erotici tutto ti aspetti ma non di certo un tipo come lei, eppure è impossibile non amarla perché Daphne pensa quasi sempre quello che penseremmo noi in certe situazioni e adotta la soluzione che vorremmo adottare noi davanti alle difficoltà: fingerci morte!

Senza essere tanto drastiche comunque la soluzione ad uno dei suoi guai si rivela essere Edward Ashford, l’architetto che sta ristrutturando la casa dove si trasferirà la sorella novella sposa.
Edward è il tipico uomo medio, che si trova benissimo nella sua stabilità e nella sua vita normale e piatta, fatta di lavoro, fidanzatina perfettina e birretta al pub. Perciò è una vera tempesta improvvisa quella che lo investe quando la suddetta fidanzatina perfettina lo lascia dopo essersi resa conto di volere altro, e questa clamorosa scoperta è stata fatta grazie alla lettura del romanzo di Daphne.
Perciò per Edward c’è una sola colpevole da imputare e soprattutto un’unica responsabile che adesso deve rimettere le cose a posto.
Perciò la nostra povera protagonista si ritrova invischiata in una missione di cui non vuole sapere niente, ma costretta ad agire e nel mentre comincerà a provare per edward più dell’iniziale irritazione.
Con questo romanzo l’autrice torna al genere con cui l’abbiamo conosciuta e amata, la commedia/chick lit in cui riesce sempre bene. Sembra quasi un po’ come se si chiudesse un cerchio.
Anche questo romanzo si caratterizza per le battute irriverenti ed argute, e il linguaggio forbito che è ormai un suo tratto distintivo.
Il cambio di stile narrativo tra i due punti di vista può confondere un po', ma non pesa moltissimo perchè ci sono pochi cambi.
Sono davvero divertenti le dichiarazioni famose che vengono riportate all’inizio di ogni capitolo e che lei si è divertita a dissacrare con delle risposte davvero ciniche e irriverenti.
Se avete amato le opere dell’autrice non potete perdervi questo nuovo capitolo, che almeno per ora, sembra sia l’ultimo.

Un bacio,
Patty








1 commento:

  1. lo adoro.... si ride tanto... si sogna tanto. Questa autrice ti fa entrare piano piano nella storia. tutto inizia in sordina... ma poi ti mette nelle condizioni di "vivere" con i suoi personaggi ogni emozione ogni momento... che dire... speriamo che non sia l'ultimo ma che ci siano ancora tantissime Daphne e soprattutto tantissimi EDWARD ASHFORD!!!!

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...