lunedì 16 gennaio 2017

Questo piccolo grande errore di Viviana Leo, recensione in anteprima

Ciao carissime crazy,
oggi vi parlo in anteprima di Questo piccolo grande errore di Viviana Leo,  di cui è stata anticipata l’uscita al 17 gennaio dalla Newton Compton. Chi è che crede ancora nella magia? Di certo non Lucy, soprattutto se si parla del suo fantastico letto. Cosa potrebbe essere più realistico di quel meraviglioso insieme di lenzuola? Senza alcun dubbio però, se ci fosse Steven Darrin, mezzo nudo al suo fianco potrebbe... potrebbe cambiare idea.

Questo piccolo grande errore Titolo: Questo piccolo grande errore
Autore:
Viviana Leo
Serie:  non fa parte di una serie
Editore:
Newton Compton
Data: 17 gennaio 2017
Genere: contemporary romance
Categoria: magia
Narrazione: terza persona
Finale: No cliffhanger
Coppia: Lucy, ragazza cicciottella e commessa in un alimentari; Steven, attore famoso e molto, molto sexy.


Lucy è una ragazza insicura, cicciottella e piena di complessi. Una sera, uscita da una discoteca, entra per gioco nello studio di un mago insieme alla sua migliore amica. Ed è così che l’incantesimo ha inizio… La mattina dopo Lucy si ritrova a letto con Steven Darrin, attore famoso e bellissimo, di cui lei è una grande fan. Lui è spaesato: come è finito lì? E cos’è quel filo rosso che li lega e resiste a qualsiasi tentativo di essere tagliato? Liberarsi è impossibile, anche stando alle parole del mago. E così, intrappolati da quel filo che solo loro vedono, i due partono per New York, dove Steven sta girando un film. Per una star del cinema come lui, portarsi sempre appresso una ragazza è una vera tortura, ma pian piano il bell’attore si accorge che Lucy è diversa dalle donne a cui è abituato: non è attenta al trucco e all’abbigliamento, non è ossessionata dalla linea... Che ci sia qualcosa, in quella ragazza dalle curve morbide, capace di attrarlo?



“Se scettica sarai, l’uomo che desideri stanotte avrai e a lui ti legherai..”

Le ultime parole del mago sono le prime ad essere dimenticate da Lucy, una volta varcata l’uscita dello strano negozio. Chi non sognerebbe di avere Steven Darrin e legarsi a lui? Magari esistesse una simile magia.. Eppure di fandonie si parla.. giusto?
Questo è ciò che si chiede Lucy al suo risveglio.
Accanto ad un corpo seminudo.
Accanto ad un bel corpo seminudo.. che sembra quasi somigliare a..
..anzi è proprio identico a..
.. no, sembra proprio essere lui.
STEVEN DARRIN.
“Attenta a ciò che desideri”

Lucy e Steven si svegliano nello stesso letto con i polsi legati da un filo rosso che non vuol rompersi. I due dopo vari insulti reciproci tentano di trovare una soluzione: la quale sembra essere una soltanto, quella di rimanere insieme fino a quando non capiranno come rompere il legame.
Lucy è semplicemente splendida. Naturale, acqua e sapone, senza finzioni. Non ama le diete perché ama troppo se stessa per potersi vietare un gelato e reprimere il suo desiderio. Non ama il trucco o i bei vestiti. Lei ama se stessa, le piace essere com’è: morbida, buona forchetta, esplicita, nonostante sia come la maggior parte delle donne, insicura e piena di complessi. Lucy è una di noi!
Steven  è il suo opposto, naturalmente. Un ragazzo che ha trovato la sua strada come attore, ha la fama, la bellezza,  il denaro, donne bellissime ai suoi piedi, un lavoro che lo soddisfa, un’indipendenza invidiabile, tanta arroganza e sicurezza di se. Sembra avere tutto. Sembra.. perché il suo incontro con Lucy lo metterà dinanzi ad alcune domande che non si è mai posto. 
Il filo rosso si rivelerà una vera e propria scocciatura, ma forse non del tutto. Bisogna stare “attenti a ciò che si desidera”, perché potremmo davvero averlo, e a quel punto c’è da chiedersi se sia ciò di cui abbiamo davvero bisogno. Lucy e Steven impareranno a convivere e conoscersi, non solo conoscere l’altro, ma anche se stessi.. ed è proprio questo il bello di questi incontri: più si è diversi, più si ci mette in gioco. Più c’è da perdere, più c’è da guadagnare.
Questo piccolo grande errore è un libro fresco, ironico e romantico. L’autrice usa la terza persona senza annoiare, lasciando che il lettore si lasci trasportare dalla magia del libro, senza accorgersi che la lettura scorra velocemente. Non avevo mai letto nulla della Leo, prima di questo libro, e sono contenta di averlo fatto. Il genere è quello che, personalmente, amo leggere in estate sotto l’ombrellone, pronto a dissetare la mia sete di lettrice accanita. Avrei, forse, preferito un epilogo un po’ diverso, o forse un altro capitolo prima dell’epilogo, perché è come se mi mancasse qualcosa. Ma nel suo genere è un libro a cui non manca nulla.
Tutte le donne sono Lucy, chi più chi meno: tutte con le proprie insicurezze, fisiche e non solo, tutte con un loro uomo dei sogni, tutte innamorate di “quel” personaggio. Ma è davvero l’uomo che potrebbe renderci felici? Per quanto riguarda Lucy… beh, lei avrebbe qualcosa da ridire.
Un libro che consiglio, soprattutto a chi ha bisogno di leggerezza, di romanticismo, di un amore nato a causa di strane circostanze ma che si è rivelato molto più magico di quella piccola “magia”.
Il messaggio che trasmette questa storia è semplice, chiaro e da sostenere.
Tutte noi donne abbiamo bisogno di un po’ d’amore, che sia di un attore o di qualche tartina, o in alternativa di un momento magico: abbiamo bisogno di sentirci speciali .. perché lo siamo, basse o alte, magre o cicciottelle, attrici o commesse..noi siamo speciali, e le persone che ci amano lo sanno bene quanto valiamo. #iosonoLucy #TeamLucy.

Con affetto, Cinzia








Questo piccolo grande errore



1 commento:

  1. mmmm :D hai stuzzicato la mia curiosità, lo metto in lista

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...