lunedì 24 aprile 2017

Destini Incrociati di Giulia Ross, recensione in anteprima.

Salve crazy,
vi parlo di Destini Incrociati di Giulia Ross, in vendita da oggi 24 aprile, pubblicato dalla Newton Compton Editori. Romanzo contemporaneo, ma con un epilogo in un futuro non troppo lontano, ambientato ad Houston, l’ultima opera della Ross, ci regala delle emozioni davvero intense e poetiche con delle atmosfere orientali e magiche, che ci faranno credere nel destino e soprattutto nella forza suprema dell’amore.

Ruin me Titolo: Destini Incrociati
Autore:
Giulia Ross
Serie: autoconclusivo
Editore: Newton Compton

Data: 21 Aprile 2017
Genere: Contempory Romance
Categoria: Seconde possibilità, identità nascoste.
Narrazione: Prima persona, pov femminile
Finale: No cliffhanger
Coppia: Amy Smith, cameriera in un caffè; Cai Zhou, cameriere in un ristorante.



Amy Smith lavora in un caffè e abita in un piccolo monolocale nella periferia di Houston. È riservata, scontrosa e abitudinaria. Ogni martedì e giovedì pranza al Red Dragon, un ristorante cinese dove riesce a rilassarsi. Amy non si è ancora accorta che in quel locale qualcuno la osserva in silenzio e aspetta il suo arrivo. Finché un giorno, partecipando alle riprese di una specie di gioco che verrà trasmesso su YouTube, Amy conosce Cai, il ragazzo che lavora al ristorante. All’inizio è quasi infastidita dall’odore di fritto che lui emana, ma quando le sue braccia la stringono, qualcosa cambia. Cai inizia a corteggiarla: ha dei modi di fare eleganti ed è molto delicato. Ma il suo passato è inaccessibile. La sua storia prima del suo arrivo a Houston è un mistero. Lentamente Amy si lascia andare e s’innamora. Lei è l’altro capo del filo rosso che lega il loro destino di anime gemelle, le dice Cai una sera. Il giorno dopo però, scompare nel nulla… Chi è, allora, quel ragazzo che Amy incontra quattro anni dopo? Che ha un nome diverso ma è identico a Cai?



Questa è la storia di un “ragazzo con il sole in tasca” e le scarpe arancioni e di una principessa con il grembiule rosa confetto, ma “la pioggia dentro”.
Questa è una storia d'amore, di redenzione, di rinascita e di  due destini intrecciati.
Questa è la storia di Amy una ragazza sfortunata, che ha subito, durante i suoi primi anni di vita, quelli che dovrebbero essere per qualsiasi bambina i più belli e i più sereni, sevizie, percorse e torture dal suo tutore legale; fino al momento in cui a 16 anni decide di ribellarsi e ricominciare a vivere. Se pur con qualche ostacolo e remora nei confronti del prossimo, non perde la voglia di lottare per se stessa. Amy ha un carattere introverso, può apparire scontrosa agli occhi degli altri e concede solamente il suo corpo agli uomini che frequenta, ma dentro di se porta un grido di disperazione che chiede aiuto e conforto. Amy non vuole essere invisibile, vuole essere guardata e osservata ed è proprio quello che Cai fa, ad insaputa di lei, ogni volta che quest’ultima, va a pranzare il martedì e il giovedì al Red Dragon: il ristorante cinese dove lui lavora come cameriere.

“Io ti ho solo osservata… come si fa con gli alberi e il cielo.
Tu vivi un eterno autunno…”

Amy continua a vivere nel suo mondo e nelle sue routine, ignara di aver suscitato un forte interesse, quasi una contemplazione, nel ragazzo con gli occhi a mandorla e “il sole in tasca”, fino a quando entrambi non si ritrovano abbracciati..un abbraccio poetico, magico e completamente fortuito in quanto i due protagonisti decidono per puro caso di partecipare a questo gioco che sarà trasmesso su You Tube, ma da quel momento in poi loro non saranno più gli stessi, Amy non sarà più la stessa e Cai non riuscirà più a fare a meno di lei. Credo di aver riletto questa scena almeno tre volte, definirei la descrizione di questo abbraccio sublime, mi sono emozionata dalla prima frase, ci vuole davvero molto talento per rendere così palpabile un gesto così comune e allo stesso tempo così intenso, quindi tanto di cappello a Giulia Ross. 
Amy supera le sue paure e i suoi incubi grazie alla presenza costante di Cai, con cui riesce a vivere la sua vita ritrovando il sole nel suo sorriso e l’amore nei suoi gesti e nelle sue carezze dolci e passionali. Ormai lei non sopravvive ma vive insieme al suo Cai. Anche se non è il solito maschio alfa, lui la venera e la vezzeggia, senza mai ricadere nella figura dello zerbino, il loro è un corteggiamento complementare, non c’è nessuna figura che prevarica sull’altra, loro vivono il loro amore in simbiosi.

«Se me lo permetti, vorrei poter sopravvivere con te allora».
Quelle parole scivolarono nella mia testa come dannatamente buone.
«Ti prometto che sopravvivremo insieme, fino a quando non sarai pronta a vivere davvero».

Ma si sa la felicità non può essere eterna, soprattutto quando ci sono delle ombre ancora non definite nella memoria della persona di cui ci stiamo innamorando, e anche se gli occhi di Cai sono puri e buoni come la sua anima, il passato torna sempre a bussare e lo fa dopo aver regalato ad Amy una delle notti più belle della sua vita a cui rimarrà aggrappata con tutta se stessa e le lascerà un solo ricordo, un anello di filigrana rossa intrecciata: simbolo del loro amore, e del loro incontro e dell’antica leggenda sul filo rosso del destino che lega due persone nell’universo per sempre.

“Eri mia prima ancora che nascessi.
Ero tuo prima ancora di esistere.
È un filo rosso quello che ci lega stretti.
Cuore contro cuore. Due nell’infinito…”

Cai è sparito nel nulla, e Amy se pur a fatica cerca di andare avanti, con il supporto del suo più fidato amico che l’adotta e l’aiuta a farsi strada nel mondo della medicina come biologa, ha un ragazzo che l’ama e con cui condivide il suo lavoro, inoltre, collaborerà per il suo progetto di tesi con uno scienziato di Pechino Tian Liang. Amy è determinata a conoscere meglio l’identità di questo genio dai comportamenti di un robot,  che assomiglia terribilmente a Cai, anche se può portare alla luce tutto il dolore che ha provato per la perdita del suo amato, e nonostante il freddo orientale si ostini a trattarla male e a destabilizzarla con i suoi comportamenti incoerenti e lunatici, lei tenta a tutti i costi di sconfiggere le sue barriere, ma proprio quando è vicina a scoprire la verità.
Beh mi sembra di aver già detto troppo. Preparatevi una bella dose di camomilla perché nella seconda parte del libro, avrete voglia di farvene una flebo, sicuramente avrete istinti omicidi come gli ho avuti io, e se leggete di notte invece forse un po’ di caffè vi farebbe bene, perché non riuscirete a staccare gli occhi dal libro fino a quando non sarete arrivate all’ultima pagina. 
Bello, bello, bello, è sempre difficile spiegare quanto ti sia piaciuto un libro, e spero davvero di essere riuscita a farvi capire quanto mi sia piaciuto questo, l’ho trovato originale per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi, per la dinamica del loro primo incontro, per il linguaggio utilizzato dall’autrice, poetico ma allo stesso tempo fresco, ricco di bellissime metafore, che non potevano mancare in un romanzo in cui si respira un po’ di oriente.
Non riesco proprio a trovarli un difetto, forse avrei preferito solo un epilogo più lungo, perché una volta finito ho avuto voglia di rileggerlo dall’inizio. Credo che potrei continuare a scrivere ancora e ancora, ma visto che sono quasi le quattro del mattino, forse dovrei andare a dormire, così vi risparmierò una marea di aggettivi inutili per farvi intendere meglio quanto mi sia piaciuto questo piccolo gioiellino di Giulia Ross, che mi ha davvero affascinato con tutte le sue conoscenze in materia di biochimica, e pensare che in chimica e biologia arrivavo a malapena al sette.
Concludendo se avete voglia di innamorarvi, se avete voglia di una storia diversa dalle altre e che vi entri dentro l’anima, leggete Destini Incrociati.

Antonella




1 commento:

  1. Veramente un libro stupendo e con una trama non scontata che racchiude un po' tutto dal romance tra Amy e Cai, all'entrata in scena di Tian sosia di Cai con una virata in spy story. Ho apprezzato anche la parte scientifica di laboratorio che arricchisce la trama. Bello bello davvero questo libro. Complimenti all'autrice.

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...