giovedì 6 aprile 2017

Phoneplay di Morgane Bicail, recensione.

Ciao Crazy!
Oggi vi parliamo di Phoneplay di Morgane Bicail, nuovo romanzo young adult approdato in casa Newton Compton lo scorso 30 marzo. Questa volta non andiamo oltreoceano per immergerci nelle vite dei protagonisti, ma restiamo nel vecchio continente, nella bella Francia per la precisione, per una storia decisamente atipica. Conosceremo la giovane Alyssa, sempre alla ricerca di nuove emozioni per rendere la sua vita meno.

Phoneplay Titolo: Phoneplay
Autore: Morgane Bicail

Serie:  non fa parte di una serie
Editore:
Newton Compton
Data: 30 marzo 2017
Genere: Young Adult
Categoria: High School
Narrazione: prima persona, pov doppio
Finale: No cliffhanger
Coppia: Alyssa, giovane studentessa annoiata; Lui, misterioso ragazzo che le propone un gioco.


«Chi sei?»
«Indovina chi sono e sarò tuo.»

Alyssa ha sedici anni, studia al liceo e pensa che la sua vita sia una noia mortale. Ogni giorno le stesse cose: famiglia, scuola, compiti e tutto il resto, mai una avventura che le possa cambiare la giornata. Una sera, però, riceve un SMS da un numero che non conosce e che dice solamente “Buonasera Alyssa”. La ragazza, incosciente, risponde allo sconosciuto che le propone di partecipare al seguente gioco: se Alyssa indovinerà la sua identità, lui diventerà suo per sempre. Per Alyssa è l’occasione che aspettava per uscire dalla routine. Anche se questo significa fare un salto nel vuoto e assumersi un grosso rischio. E se questo fantomatico Sconosciuto fosse uno spostato o peggio ancora un malintenzionato? Fino a dove Alyssa è disposta ad arrivare per un ragazzo di cui non sa nulla?



Cioè… Io… non so nemmeno da che parte cominciare per dire quanto mi sia piaciuto questo libro. Nella sua semplicità mi è entrato nel cuore fin dalle prime parole. È universalmente noto che ho un rapporto contrastato con i romanzi young adult. O mi piacciono da morire o mi fanno venire l’insana voglia di gettare il Kindle dalla finestra. Che dire, questo mi ha quasi tolto il sonno. E non in senso brutto.
Alyssa è una giovane liceale francese. Proviene da una famiglia benestante ed è agli occhi di tutti una studentessa modello, beneducata e sempre con la testa sulle spalle. Solo che lei non è davvero così. In realtà è una ragazza ribelle, di quelle che fumano di nascosto e poi si riempiono i vestiti di profumo per nascondere la cosa ai genitori, è il tipo di ragazza alla continua ricerca di emozioni che diano una smossa alla sua vita monotona e grigia. Quindi quando una sera riceve un sms da un numero sconosciuto, la sua vita prende improvvisamente una nuova piega. E lo strano gioco che le propone il suo interlocutore misterioso, capita proprio a fagiolo.
“Indovina chi sono e sarò tuo per sempre” è la frase che dà inizio allo strano rapporto tra i due. Un rapporto trascinante, quasi simbiotico, ricco di sentimenti contrastanti, verità taciute e gelosie. Finalmente qualcosa di diverso, sembra un po’ come nel film A Cinderella Story, dove Hilary Duff, nei panni di una Cenerentola moderna, parla tramite chat con un personaggio dal nome fittizio che poi si scopre essere il ragazzo più popolare della scuola. Ho adorato quel film, quindi come poteva non piacermi questo libro?
Devo assolutamente complimentarmi con la scrittrice. Anche se è straniera e probabilmente non leggerà mai questa mia recensione, voglio esprimere tutto il mio stupore sull’ineccepibilità del suo lavoro, nonostante la giovane età (14 anni, ancora fatico a crederci), ha creato un libro davvero meritevole di essere letto e perché no, anche osannato.
Non vi dirò chi è LUI, anche per questo non c’è una foto del personaggio maschile nel crazy casting, ma solo un grande punto interrogativo. Siete curiose di scoprire chi è questo ragazzo misterioso? Leggete Phoneplay e non ve ne pentirete!

A presto,
Sissy


Phoneplay

1 commento:

  1. Ciao Susy!
    Ho iniziato questo libro due giorni fa e sono quasi alla fine!
    Mi sta piacendo davvero molto e non vedo l'ora di arrivare alla fine!
    Tratta un argomento molto attuale... la noia degli adolescenti che, incapaci di divertirsi in maniera 'sena', sono attratti dal proibito e dal perverso!
    E talvolta si spingono troppo oltre.
    Sto leggendo questo romanzo con gli occhi di una mamma ultra trentenne e devo dire che guardare dal di fuori il mondo adolescenziale al quale appartenevo mooooolti anni fa è davvero divertente e interessante!
    Mi sono unità con piacere ai tuoi lettori fissi!
    Se ti va di ricambiare ti aspetto da me!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...