giovedì 2 febbraio 2017

Nadir di Paola Gianinetto, recensione

Crazy for paranormal romance, a rapporto!
Oggi siamo qui per parlarvi di Nadir di Paola Gianinetto, nuovissimo capitolo della succulenta serie Principi Azzurro Sangue. Il nuovo vampiro che vi farà battere il cuore dà il titolo al libro, Nadir. È un Antico. È potente. È letale. È spietato e a volte anche crudele. Ma che succede se incontra una stripteaser caliente e dalla lingua lunga?
Tante scintille, ecco cosa. Spostiamoci quindi da Windhill, nel Michigan, e andiamo a rosolarci sotto il sole della calda Rio de Janeiro. Venite a scoprire la trama e la nostra personalissima opinione.

La casa delle foglie rosse Titolo: Nadir
Autore:
Paola Gianinetto
Serie:  #5 serie Principi azzurro sangue
Editore: Emma Books

Data: 25 gennaio 2017
Genere: Paranormal Romance
Categoria: vampiri
Narrazione: terza persona, pov multipli
Finale: No cliffhanger
Coppia:  Rayane, giovane stripteaser. Nadir, potente vampiro del cerchio degli Antichi.  

Nadir Azrel Ikdayen è un distillato di odio e vendetta. Vampiro membro del Consiglio degli Antichi, è un killer freddo e spietato che da secoli dispensa morte in silenzio, un’ombra tra le ombre dell’effimera esistenza umana. L’unica donna con cui danza è la signora con la falce; le uniche emozioni che conosce sono il desiderio e il possesso, perché nella sua oscura esistenza non c’è posto per l’amore. Quando incontra Rayane, ballerina brasiliana che si esibisce in un locale di striptease, Nadir rivede in lei la bambina che secoli prima aveva perso la vita per causa sua, la piccola umana che aveva restituito un cuore al Capitano Nero per poi portarglielo via morendo. Quella per cui aveva giurato di essere un dio. La passione per la vita di Rayane, il suo coraggio e la sua determinazione non hanno alcuna speranza di far breccia nell’animo di un essere votato alla violenza, capace soltanto di annientare, dominare, sottomettere. A meno che il potere dell’amore, così grande da spingerla all’estremo sacrificio, non sia abbastanza forte da regalare un nuovo cuore a chi ha perduto il suo per sempre.


Ma quanto mi è piaciuto questo libro??? UN SACCO, ecco quanto. Cerchiamo le autrici straniere, le leggiamo convulsamente senza riuscire a smettere, quando abbiamo proprio qui a casa nostra delle autrici di tutto rispetto. Paola Gianinetto è una di queste.
Chi mi conosce bene sa che ho una vera e propria adorazione per i vampiri, praticamente quando nacqui fu l’anno in cui uscì Dracula di Bram Stoker, il famoso film con un magistrale Gary Oldman. Ci sono cresciuta e nel tempo la mia infatuazione per il genere non ha fatto che crescere passando per Twilight fino alla mia amata Confraternita del Pugnale Nero.
Mi vergogno ad ammetterlo, ma devo: ho avuto i libri della Gianinetto sul Kindle per un sacco di tempo. Acquistati e poi messi da parte per le sopracitate letture d’oltreoceano. Quando alla fine mi sono decisa a leggere questa serie, più di un anno fa, ho avuto una sorta di illuminazione mistica, mi sono innamorata di questi vampiri tanto oscuri e spietati, quanto dolci e amorevoli una volta incontrato il vero amore. Mi sono innamorata della scrittura di questa scrittrice che per un motivo o per un altro è stata un po’ messa in ombra da altre letture “più famose”. Quindi spero che con questa recensione decidiate, chi non la conosce ancora, di dare una possibilità a questa bellissima serie.
Perdonate l’intro lunghissimo, ma ci voleva. Passiamo ad analizzare il libro e vi spiegherò perché DOVETE leggere questa serie.
Nadir è un vampiro secolare. È un killer spietato, crudele quasi sempre. Un vampiro che ha perso tanto, che nemmeno ricorda cosa sia l’umanità. Ha un solo obiettivo da quando quattrocento anni prima ha perso la piccola creaturina preziosa che non solo non aveva paura della sua mole gigantesca e dei suoi occhi neri come le profondità dell’inferno, ma che lo vedeva come un dio: proteggere la stirpe della piccola Amina, il fagottino che è riuscito a salvare e a cui ha trovato una casa amorevole. 
Quindi quando l’ultima discendente diretta, Rayane, si trova inconsapevolmente nel mirino di un vampiro sadico, non ha altra scelta che intervenire. Non sa però che incontrare quella piccola “fragile” umana, tenerla con sé per garantirne la sicurezza, conoscerla e stuzzicarsi a vicenda può pericolosamente smuovere il suo cuore, rimasto freddo e immobile per troppo tempo.
Rayane è una ballerina di lap dance, si guadagna da vivere ballando sotto gli occhi bramosi degli uomini che frequentano il Dark Shadows. Ma quando al piccolo Miguel, figlio della sua migliore amica Karina, viene diagnosticata una malattia rara quanto incurabile, quei soldi che guadagna non bastano più. Per finanziare l’intervento che permetterà al suo figlioccio di sopravvivere le servono molti soldi. Ed è lì che entra in gioco Nadir quando, per impedirle di mettersi in pericolo nel tentativo di procurarsi il denaro per l’operazione, la prenderà sotto la sua ala protettrice. L’amore non era nemmeno contemplato nell’equazione e quando la passione divampa come un incendio tra i due, niente sarà più in grado di spegnerla. Nemmeno i fantasmi del passato oscuro di Nadir. Nemmeno i suoi tentativi di allontanarla o spaventarla.
Su uno sfondo di complotti, nuovi interrogativi si aggiungono a quello che sembra un mistero inspiegabile, un nemico molto potente si avvicina sempre di più, l’interrogativo è: saranno in grado di sconfiggerlo? E potranno contare sulla collaborazione di un inaspettato nuovo arrivato?
Vi ho convinte? Io alla fine di questo libro, se da una parte sono stata felice per l’happy ending di Nadir e Rayane, dall'altra muoio dalla voglia di sapere cosa ne sarà del misterioso quanto affascinante Xavier Ventura e della sua “tresca” con la dottoressa Maldidier. Voglio conoscere più a fondo il vampiro italiano e arrogante Nicola – che sono quasi sicura sarà il protagonista del prossimo libro – e voglio analizzare da molto più vicino il nuovo arrivato Freyr, un incrocio tra un vichingo e un surfista californiano. E NON VEDO L’ORA!
Se non avete ancora letto questa serie e amate i vampiri, correte ai ripari, o sarete severamente puniti. Scherzo! Forse…
Un bacio o forse dovrei dire un morso XD
Sissy



Scaricalo per il tuo kindle


 Scaricalo per il tuo kobo



SalvaSalva

4 commenti:

  1. Mentre leggevo questa recensione ho sorriso, poi ho riso e poi avrei voluto baciare l’autrice per quello che ha scritto e il modo in cui l’ha scritto. Certo, quale autore non ama le recensioni positive? Ma non è solo questo. È per come Sissy ha raccontato il mio libro, per l’entusiasmo, per la passione e per la sincerità. E voglio ringraziarla in particolare per aver ammesso il suo iniziale riserbo verso le autrici italiane e per avervi raccontato il modo in cui l’ha superato. Finché ci saranno persone come lei, gli scrittori e le scrittrici del nostro Paese potranno sperare che tutti un giorno si rendano conto che c’è chi sa scrivere e chi no, da una parte e dall’altra dell’oceano. Grazie Sissy e grazie Crazy for romance! <3

    RispondiElimina
  2. Ho scoperto x caso questi romanzi e ora ne sono innamorata persa....nulla da invidiare ai vampiri della Ward che adoro!!!
    Perciò complimenti...e spero.che il prossimo parli di Nicola ...e che gli faccia trovare pane x i suoi denti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Sabrina! Ho come la sensazione che Nicola mi farà dannare. Ma non sa cosa lo aspetta :)

      Elimina
    2. Grazie infinite Sabrina! Ho come la sensazione che Nicola mi farà dannare. Ma non sa cosa lo aspetta :)

      Elimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...