lunedì 27 febbraio 2017

Lo Sbaglio di Elle Kennedy, recensione in anteprima

Buonasera Crazy,
Lo Sbaglio di Elle Kennedy, secondo volume della The Campus Series è il libro di cui vi parlo oggi in anteprima. Forse sarete già tutte col naso tra le pagine, visto che il libro è disponibile da oggi 27 Febbraio in formato digitale (per il cartaceo, dobbiamo attendere). Senza farvi spoiler di nessuno tipo, cominciamo un po' a prepararci alla storia di Logan e a re-immergerci nella vita del campus della Briar, che nasconde sempre avventure divertentissime!

Quando l'amore nasce in libreria Titolo: Lo Sbaglio
Autore:
Elle Kennedy
Serie:  The Campus Series #2
Editore: Newton Compton 

Data: 27 febbraio 2017
Genere: new adult
Categoria: sport, collegial
Narrazione: prima persona, pov alternato
Finale: No cliffhanger
Coppia: Logan, famoso giocatore di Hockey della Briar; Grace, matricola alla Briar. 
QUI SERIE 


John è un giocatore nato, qualunque sia la posta in gioco…

John Logan, tra i ragazzi più popolari dell’università, può avere qualsiasi ragazza. È una stella dell’hockey, ha fascino da vendere e nessuno ha il coraggio di negargli nulla. Ma dietro il suo sorriso assassino e quei modi di ragazzo sicuro di sé, si nasconde una crescente disperazione per quello che lo aspetta dopo la laurea. Una strada senza uscita e il progetto di una vita in cui non si riconosce. Un incontro sexy con la matricola Grace Ivers è la distrazione perfetta per non pensare al futuro, ma quando per un banale errore manda a monte la loro avventura, Logan decide che trascorrerà l’ultimo anno cercando di ottenere una seconda possibilità. Questa volta però le regole del gioco le detta lei, e non ci saranno concessioni né scorciatoie…


Dopo il successo de "Il contratto", sono finalmente arrivata a parlarvi di John Logan - affascinante coinquilino di G - che mi ha tenuto compagnia in questo weekend. Bene bene, da dove cominciare? Conosciamo già le premesse di questa storia da Il contratto dove Logan, giocatore brillante quanto affascinante, cade anche lui vittima del fascino di Hannah. Ed è così che lo ritroviamo nel suo libro: Logan è un ragazzo confuso, un po' allo sbando, che dietro la facciata scintillante di star dell'hockey col futuro luminoso nasconde davvero tante preoccupazioni e tormenti. Soprattutto all'inizio del libro, problemi e segreti lo tengono lontano anche dal suo migliore amico (e dagli altri divertentissimi coinquilini) e Logan appare davvero per quello che è: irrimediabilmente e innegabilmente... solo. Sarà forse questo costante isolamento interiore che lo porta a credere di essere innamorato di Hannah? Beh, non è che vi posso raccontare tutto! Scopritelo voi! Ora, per quanto adori Elle Kennedy e continui adorarla, e per quanto mi sia goduta il libro di Logan con un certo piacere, devo dire subito che siamo un gradino sotto il livello (altissimo, per me) de Il Contratto.
I motivi sono tanti: Logan sembra aver perso tutto lo smalto che aveva nel primo volume, quasi non lo riconoscevo a tratti (e neanche immaginavo tutto il bagaglio che portava sulle scolpitissime e muscolosis- sime spalle). Grace è rimasta, per tutta la lettura, quella che ho soprannominato la protagonista "per caso". È proprio Lo Sbaglio che da il titolo al libro quello che porta un Logan senza meta e in fuga dai suoi problemi, alla porta del dormitorio di Grace. Anche per il modo in cui si evolverà la storia da questo incontro "per sbaglio/caso", mi è rimasta fastidiosamente incollata addosso la sensazione che Grace non fosse stata realmente scelta da Logan per un qualche motivo ma che semplicemente fosse stata nel luogo giusto al momento giusto (e avesse vinto una lotteria di muscoli tonici, occhi azzurri, e sorriso killer... che culo!). Uniamoci poi il fatto che all'inizio della storia Logan fosse innamorato di un'altra, e credo che capirete il mio giudizio. Ovviamente c'è anche tanto, davvero tanto, di bello in questo libro che mi lascia nella solita (speriamo breve) trepidante attesa degli altri volumi: in primo luogo... Dean!!! E Sabrina!!! E questo Hunter, poi? Voglio sapere troppo e lo voglio sapere subito, perché il mio fiuto mi promette delle storie succosissime. La The Campus series è una di quelle serie che, se fosse già stata pubblicata interamente, meriterebbe una maratona che solo una vera lettrice accanita sa sostenere: "non-smetto-di-leggere-finché-non-li-ho finiti-TUTTI".
Nonostante non possa dire che Lo Sbaglio abbia fatto scattare quel “click” di magico incastro col mio cuore, ho apprezzato ancora una volta tantissimo soprattutto come la Kennedy costruisce le atmosfere dei suoi romanzi: quel senso di cameratismo e spensieratezza che emerge dall’amicizia tra i coinquilini G, Logan, Dean e Tucker è incredibilmente coinvolgente e non manca mai di strappare un sorriso. In questo romanzo, per me, le scene corali sono state infatti le più ricche e in grado anche di colmare le lacune di due personaggi principali lievemente zoppicanti.
Ultima considerazione: ma, ma, ma… DREW BAYLOR? Cioè, io comincio a diventare sempre più curiosa, questo protagonista me lo trovo dietro ogni angolo… e quanto deve essere spettacolare per comparire persino in libri di altre autrici?!
Vi lascio con questo interrogativo cosmico.
Simona




           

9 commenti:

  1. Appena finito..... Grace mi è piaciuta con tutte le sue insicurezze e il suo chiacchiericcio,certo non è Hannah Logan divertente perché da playboy seriale si trasforma in romantico
    Le scene di sesso sempre molto delicate
    Ma perché i seguiti li trovo solo in francese??

    RispondiElimina
  2. Pienamente d'accordo con la recensione.. Questo secondo libro, seppur bello, è un gradino - se non due - sotto al primo. Certo che anche solo pareggiare con "Il contratto" era davvero una Mission impossible!

    RispondiElimina
  3. Concordo con la vostra recensione,... è dirò di più le parti che mi hanno fatto sorridere di più sono quelle dove ci sono anche i suoi amici e Hannah. Spero sinceramente che la scrittrice faccia un seguito di Garret ed Hannah perché adoro il modo di pensare di quella ragazza.

    RispondiElimina
  4. Io li ho letti tutti in francese , posso solo anticiparvi che Dean è il mio preferito in assoluto e che Tucker stupisce.. Sempre a mio modestissimo parere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su Tucker! Davvero sorprendente!

      Elimina
    2. Oltretutto per me un colpo al cuore... Adoro gli uomini con i capelli Fulvi.

      Elimina
  5. mi e' piaciuto tantissimo. Quest'autrice mi piace molto, anch'io nn vedo l'ora di leggere di Dean. Ma anche Tuck non e' male....

    RispondiElimina
  6. concordo con il vostro giudizio...ma ho preferito il primo...non vedo l'ora di leggere il seguito...in italiano....

    RispondiElimina
  7. Dean è di sicuro il mio preferito, anche se il libro dedicato a lui mi ha lasciato un buco dentro grande quanto una casa, subito dopo viene Tucker, perchè Tucker come lo abbiamo ribattezzato con le mie amiche è
    "the man"... e non ce n'è per nessuno... ^^ Letti tutti e quattro in inglese, si trovano!

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...