lunedì 8 agosto 2016

Non andare via di Sharla Lovelace, recensione in anteprima

Buon giorno bimbe,
Non andare via di Sharla Lovelace è il libro di cui vi parlo oggi. Si tratta di un romanzo stand alone dalle atmosfere crepuscolari, ambientato in un Texas invernale così insolito e malinconico che non sembra nemmeno lo stato caldo e solare che tutte conosciamo, quello per intenderci dei romanzi della Kleypas per esempio. È un libro che vi ridurrà in lacrime, vi avverto, ma che non potete non leggere perché è troppo bello per non essere preso in considerazione. Ci racconta la storia di una seconda possibilità, la storia di un amore grande che va oltre il tempo, quello tra Jules, madre divorziata di una adolescente problematica, e Noah, il suo amore del liceo, colui che le ha irrimediabilmente spezzato il cuore. Avete voglia di sapere cosa li ha divisi e cosa li riavvicinerà? Allora venite con me a Copper Falls in Texas, andiamo a conoscerli.

Non andare via Titolo: Non andare via 
Autore:
Sharla Lovelace
Serie:  non fa parte di una serie
Editore:
Newton Compton
Data: 8 Agosto 2016
Genere: Contemporary Romance
Categoria: Seconde Possibilità
Narrazione: prima persona, pov femminile
Finale: No cliffhanger
Coppia: Jules Doucette White, madre divorziata; Noah Ryansuo ex fidanzato del liceo.


Tutto accade nel modo in cui deve accadere
A Jules Doucette White non piace il periodo del carnevale di Copper Falls, che si svolge a fine Gennaio. Il tempo è freddo e umido e non sente di avere alcunché da festeggiare, perché è stato nello stesso periodo ventisei anni prima che la sua vita è cambiata in maniera drastica e devastante. Era una diciassettenne all’epoca, ed era innamorata di Noah Ryan, suo coetaneo amico d’infanzia, e lui amava lei, ma il destino, sotto forma della glaciale madre di Jules, si è accanito contro di loro. Jules e Noah, nonostante la giovanissima età aspettavano un bambino, ma la madre di lei li ha costretti a darlo in adozione; questo aveva causato l’allontanamento volontario di Noah, che aveva deciso di arruolarsi in marina e che non si era mai più fatto vedere in paese da allora. Jules era stata così costretta ad andare avanti nonostante il dolore immenso, dopo qualche anno si era sposata con Hayden e aveva avuto Becca, che ormai aveva diciassette anni, ma il matrimonio era naufragato e ora si ritrovava a vivere la vita che la madre aveva voluto per lei, ad abitare nella casa in cui era cresciuta e a lavorare nella libreria di famiglia, senza più nemmeno ricordarsi di che materiale sono fatti i sogni. Poi un giorno, proprio poco prima del carnevale, Noah torna in città all’improvviso, sempre bello come quando era giovane ma più adulto e affascinante, e con un ingombrante giovane fidanzata incinta al suo fianco. Per Jules rivedere Noah è un colpo durissimo, è riaffrontare dopo tutti quegli anni l’orribile errore che la madre le aveva fatto fare, ma è soprattutto ritrovarsi faccia a faccia con i suoi sentimenti, quelli che ha tenuto ben nascosti per ben ventisei anni.. come farà a impedire al suo cuore di spezzarsi di nuovo in mille pezzi per colpa del’unico uomo che abbia mai amato?



Ci sono libri che hanno il potere di catturarti completamente, di avvolgerti con la loro malia, di tenerti così attaccata alle pagine da non sentire sonno, da farti dimenticare di fare altro, da non riuscire a smettere di leggere.. ecco Non andare via è uno di questi libri. Impossibile non rimanere abbagliati dallo splendore della dolorosa storia di Jules e Noah, impossibile non commuoversi per tutto quello che la vita ha messo loro davanti, assolutamente impossibile resistere alla loro dolcezza e alla loro forza. Leggere questo libro è come rimanere in balia di un violento temporale emotivo, si viene sballottati e travolti dalla forza dei sentimenti che l’autrice è stata così brava a descrivere, si rimane tramortiti da questa storia mai banale, dolorosa, romantica, a tratti difficile che ci colpisce così profondamente soprattutto perché la viviamo in prima persona con gli occhi disincantati e dolenti di Jules, una donna che ha cercato tutta la vita di ribellarsi a quella fredda manipolatrice di sua madre senza mai riuscirci, neanche dopo la sua morte. Il suo personaggio è quello di una donna magnificamente imperfetta che tenta di essere quello che voleva sua madre ma che per farlo ha dovuto rinunciare ai sogni, è dovuta scendere a compromessi con il suo vero io.
È terrorizzata di diventare per sua figlia quello che sua madre era per lei ma proprio questa paura la sta pericolosa- mente allontanando da lei. Il ritorno di Noah  è come una perturbazione atmosferica, un tornado che travolge completamente l’equilibrio già precario della sua routine quotidiana. Rivederlo per lei equivale ad un viaggio nel tempo, un viaggio che non sembra disposta a fare ma che non è possibile evitare. Anche Noah è costretto a fare lo stesso viaggio con la differenza che lui lo fa cosciente, perché sapeva cosa lo aspettava tornando a Copper Falls, ma si trova comunque in una posizione scomoda; ha finalmente trovato una persona con cui costruire una famiglia, ma i sentimenti che prova per Jules da tutta la vita sono un ostacolo che lui non sembra in grado di superare né di aggirare, potrà solo affrontarli. Intorno ai due personaggi principali ruotano una serie di comprimari veramente azzeccati e inseriti perfettamente nella trama: la figlia adolescente di lei, il suo ex marito, la sua migliore amica, la giovane fidanzata di Noah e il suo burbero padre, la nonna alternativa e un giovane uomo che non poteva che essere il frutto di un grande amore. 
Non è un libro erotico, e infatti le scene di sesso sono poche ma sono di grande intensità pur non essendo troppo descrittive, è un romance classico tra i migliori che abbia letto da molto tempo, che ci racconta l’evoluzione di un amore che il tempo e la distanza ha trasformato da tenero e acerbo in maturo e consapevole, un libro indimenticabile, dall’impatto emotivo potente, commovente e a tratti struggente, insomma un must read per quelle di voi che hanno voglia di farsi avvolgere dalla bellissima storia di un amore che non si può ignorare.

A presto.
Zia D.




Non andare via

4 commenti:

  1. Dopo la bellissima recensione di Zia D. non si può non essere incuriositi da questo libro!
    Lo leggerò di certo!

    RispondiElimina
  2. Appena finito di leggere... semplicemente meraviglioso!!

    RispondiElimina
  3. È vero! Questo libro è proprio 'un violento temporale emotivo'! Bellissimo!

    RispondiElimina
  4. Ma.. questo libro è uscito solo in ebook? Perché a me in libreria non è arrivato e non mi da nemmeno notizie nei database :(

    Nicole

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...