sabato 24 settembre 2016

Griff Montgomery, Quarterback di Jean C. Joachim, recensione

Hi Crazy!
Oggi vi parliamo di Griff Montgomery, Quarterback di Jean C. Joachim, uno sport romance appena approdato da oltreoceano. Ambientato nel mondo del football è il primo della serie First & Ten, che finora ha all’attivo sette libri, ciascuno che ci racconta la storia di un nuovo sexy giocatore dei Kings, tutti rigorosamente stand alone. Questo qui ci fa entrare nella storia del quarterback Griff Montgomery, ovvero il giocatore di punta della squadra, e Lauren Farraday, appena uscita da un divorzio e trascinata in tribunale per via di un malinteso, ma è stato quel malinteso a mettere in contatto i due protagonisti. Quello e un piccolo carlino di nome Zander, poi ribattezzato Spike.
In occasione dell'arrivo di questa nuova serie, ben due Crazy l'hanno letto per voi, perciò vi lasciamo alle parole di Sissy e Liliana.

Griff Montgomery,
Quarterback Titolo: Griff Montgomery, Quarterback
Autore:
Jean C. Joachim
Serie: #1 First & Ten
Editore:
Self Publishing
Data: 20 settembre 2016
Genere: Sport romance
Categoria: odio/amore
Narrazione: terza persona, pov alternati
Finale: No cliffhanger
Coppia: Griff, quarterback dei Kings; Lauren, arredatrice di interni neo divorziata.


Due persone, due tragedie, due segreti devastanti.
Griff Montgomery è il plurititolato quarterback e rubacuori dei Kings. È un donnaiolo alto un metro e novantacinque, di trentatré anni.
Lauren Farraday è una bellissima arredatrice d’interni, amaramente segnata dal divorzio, la cui vita sta cadendo a pezzi.
Anche se con violenza si scontrano uno contro l’altro in tribunale per amore di un carlino – lei pensa che lui sia arrogante e presuntuoso, lui pensa che lei sia una puttana su ruote – succede qualcosa…
Ecco le premesse di questo romanzo frizzante, pieno di passione, il primo di una nuova serie che saprà stuzzicare tutte le amanti del football americano, e che rimarranno incollate fino all’ultima pagina.
Griff sembra un supereroe con i suoi capelli mogano arruffati, il suo sorriso abbagliante, gli occhi scuri e sexy e un corpo che in un paio di jeans stretti è qualcosa di indescrivibile.
Anche se Lauren ha giurato di rinunciare per sempre agli uomini, un solo sguardo verso quell’uomo le fa scendere brividi lungo la schiena, facendola sentire più sola che mai.
I suoi lunghi capelli, quegli occhi verdi brillanti e le curve mozzafiato, faranno formicolare le dita al quarterback, al solo pensiero di poterla toccare.
Come faranno ad affrontare la loro crescente attrazione? Saranno in grado di abbandonare le loro facciate, quella di Griff per camuffare il dolore per la partenza della sorella e dei nipoti, ai quali ha fatto da padre negli ultimi dieci anni… e quella di Lauren dovuta alla separazione dal marito e alla perdita di un bambino?
Per Griff l’idea di innamorarsi è una cosa nuova, talmente strana che per lui sarebbe come indossare le ballerine e un tutù. Per Lauren sarebbe come mettersi le scarpe con i tacchetti e un casco, e correre le cinquanta yarde.
Riusciranno? Ci proveranno? Rischieranno? Non vi resta che scoprirlo.





 IL PENSIERO DI LILIANA

Adoro gli sport romance! Mi fanno impazzire gli atleti dediti alla loro squadra e al loro sport, adoro il cameratismo da spogliatoio e mi piace scoprire come l’amore stravolgerà la vita da sogno di queste superstar.
Griff Montgomery, quarterback dei Kings, presenta tutte queste caratteristiche: è il giocatore di punta della squadra, concentrato ed affidabile, ha compagni affiatati con cui scherzare ed è un donnaiolo impenitente, almeno fino a che l’incontro-scontro con un’affascinante designer (e col suo tenero carlino) lo scombussolerà da capo a piedi. La nostra eroina, invece, ha grandi problemi a fidarsi degli uomini e il quarterback, con la sua fama da dongiovanni, non sembra proprio fare al caso suo. Ma si sa, in amore tutto è possibile…
Questa è stata una lettura piacevole, per niente impegnativa o pesante, nonostante alcuni drammi nel passato dei nostri protagonisti. Anzi, credo che alcuni aspetti siano stati trattati in modo troppo sbrigativo e superficiale. I personaggi sono ben caratterizzati, ma l’utilizzo della terza persona narrante non mi ha fatto avvicinare a loro come avrei voluto, mi ha sempre tenuto ad una distanza di sicurezza. D’altro canto, non tutte ci chiamiamo SEP!!! A proposito della Divina: credo che la Joachim abbia letto e apprezzato i meravigliosi libri della serie Chicago Stars, in quanto ho trovato alcune piccole similitudini tra i libri.
 E se alcuni spunti della storia non mi sono parsi originalissimi, ci sono comunque aspetti positivi che rendono questa lettura adatta per un pomeriggio di relax mentre fuori piove: 195 centimetri di quarterback, un affettuoso carlino, scene d’amore appassionate e l’inevitabile lieto fine (che, a dirla tutta, era evidentissimo già da metà libro, ma si sa che ai protagonisti del romance serve spesso una bella svegliata!).
Nonostante non sia diventato uno dei miei libri del cuore, lo consiglio lo stesso a chiunque voglia trascorrere alcune ore spensierate e rilassanti.




IL PENSIERO DI SISSY 
Vi è capitato mai di iniziare un libro con tanto entusiasmo da riempire una stanza e poi con lo scorrere delle pagine vedere quest’ultimo affievolirsi gradualmente? A me è successo tante volte, ma diciamo che questa è stata la meno peggio.
Lauren è appena uscita da un divorzio doloroso, non per la perdita del marito, che in fondo non amava, ma per la perdita che ha portato alla fine della storia.
Anche Griff ha perso qualcuno, la sorella e i suoi nipotini si sono trasferiti nella West Coast, lasciandolo da solo in una casa vuota. Arriva l’illuminazione: Griff vuole una famiglia, vuole qualcuno da cui tornare a casa dopo gli sfiancanti allenamenti. E non sa che un piccolo adorabile carlino sta per fargli conoscere la donna della sua vita.
Metto in chiaro fin da subito che non è stata una lettura spiacevole, anzi, a tratti è stata anche divertente e – io non capisco un’acca di football – ma la scrittrice sembra essere abbastanza ferrata quando descrive le varie azioni usando la terminologia tecnica. Il libro è comunque abbastanza scorrevole anche se a volte alcune scene sembrano messe un po’ a caso, giusto per aumentare il numero delle pagine.
Non è un capolavoro, mi sembra chiaro, ma è un libro carino e piacevole, adatto per passare una giornata in compagnia di colossi di un metro e novanta e testosterone come se piovesse. E ovviamente una bella storia d’amore.
Quindi alla fine il mio giudizio è positivo!

Alla prossima, Sissy e Liliana










3 commenti:

  1. Grazie per la segnalazione! preso!!!!adoro le serie sugli sportivi, daccordissimo che la SEP e unica , vedremo questo😉

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...