domenica 15 novembre 2015

Pericolose tentazioni di Lora Leigh, recensione

Buonasera bimbe, 
Pericolose tentazioni di Lora Leigh è il libro di cui vi parlo oggi. Si tratta del quinto capitolo della bellissima serie suspense degli Elite Ops, il gruppo di agenti segreti non governativi esperti nella lotta al terrorismo abituati a lavorare sotto copertura e che stanno tutti vivendo una seconda vita. Ognuno di loro è stato creduto morto dalle famiglie e ora vivono una vita da fantasmi, costretti per lavoro ad essere qualcun altro, senza poter nemmeno pensare ad un esistenza normale. Ma giunti al quinto capitolo ormai sappiamo che ben quattro membri della squadra hanno trovato le loro anime gemelle e sono riusciti a conciliare il lavoro nella Elite Ops con l’amore per le loro donne. Ora tocca a Renegade, a Nikolai il russo, che troverà nella piccola ma determinata Mikayla un’ottima ragione per vedere rosa il loro futuro insieme.. andiamo a conoscerli meglio.

Titolo: Pericolose tentazioni
Autore: Lora Leigh
Serie: Elite ops #5
Editore: Mondadori, collana extra passion
Data: 5 settembre 2015
Genere: Erotic suspance
Categoria: military
Narrazione:terza persona
Finale: cliffhanger, autoconclusivo
Coppia: Nikolai, agente segreto di origine russa; Mikayla, giovane stilista.

Qui serie completa


Mikayla Martin è una giovane stilista di abiti da sposa, vive in una piccola cittadina, ha una famiglia avvolgente e premurosa, adora il suo lavoro e non ha ancora trovato un uomo per cui valga la pena lasciarsi andare. Una sera, per caso, si trova ad assistere ad un omicidio commesso da una persona che lei conosce, un imprenditore edile con il quale spesso lavorano i suoi familiari. In realtà costui pare avere un alibi di ferro, praticamente inattaccabile, perché all’ora del delitto si trovava in riunione con lo sceriffo, il sindaco e due assessori. Eppure Mikayla è certa che sia stato lui a premere il grilletto ed uccidere il capocantiere di suo fratello. La determinazione con cui sostiene la sua verità le attira addosso le critiche di tutta la comunità e anche le sgradite attenzioni di qualcun’altro. Inoltre l’uomo che lei accusa, Maddix Nelson, ha fama di essere una brava persona e chiede aiuto a Nikolai Steel, membro della Elite Ops con il nome in codice di Renegade, perché cerchi di capire come mai Mikayla sia così sicura di averlo visto quando lui era certamente da un’altra parte e in compagnia di persone insospettabili pronte a testimoniare per lui. Il carattere e la bellezza di Mikayla saranno irresistibili per Nick e quando qualcuno alza il tiro e tenta di ucciderla per lui è arrivato il momento di lasciar perdere i dubbi, e difenderla ad ogni costo. 


Eccoci a parlare del quinto libro di questa serie davvero bella che, tra alti e bassi, ci ha accompagnato per quasi due anni. Siamo giunti al penultimo capitolo e quindi conosciamo meglio Nikolai il russo, occhi di ghiaccio e muscoli d’acciaio che dietro le spalle si è lasciato una famiglia che la mafia russa gli ha portato via, per vendicarsi però ha dovuto rinunciare a tutto quello che era ed è entrato nella squadra comandata da Jordan Malone, che sarà il prossimo e ultimo protagonista. Sulle prime non crede a Mikayla ma poi rimarrà completamente soggiogato dal suo candore e dalla sua sincerità che non le saprà resistere. In realtà è lui ad essere il solito irresistibile maschio alfa della zia Lora, un’esplosione di testosterone contro la quale noi ragazze siamo indifese, non possiamo fare altro che donare tutte noi stesse. Ed è esattamente questo che fa Mikayla, gli dona tutta se stessa, e qui la zia Lora cade un po’ nello stereotipo della vergine inesperta che si trasforma improvvisamente in dea del sesso, ma ormai ci siamo abituate, una più una meno..
Sta di fatto che questo libro non brilla per originalità ma non è comunque da buttare, forse perché in confronto al precedente, che mi aveva davvero deluso, qui il livello è più alto e il solito finale tronco, che pare diventato una caratteristica di tutti i libri della serie, non è così tronco come in altri capitoli della serie e così il libro sembra più completo. È comunque un Lora Leigh col marchio di fabbrica, tanto sesso, moltissimo dirty talking, e una trama suspense di certo più articolata e complessa di altri libri della serie, anche se in realtà la chiave per capire il giallo la si intuisce abbastanza presto. I personaggi sono comunque piacevoli, anche se un po’ sopra le righe, ed è sempre piacevole ritrovare i vecchi amici che abbiamo già conosciuto sia in questa che nella serie parallela dei Tempting seals.
Ora non resta che aspettare gennaio e l’uscita dell’ultimo capitolo della serie, quello dove finalmente il bel capitano Malone capirà come si sentono i suoi uomini che uno dopo l’altro hanno trovato l’anima gemella, speriamo sia una degna conclusione per questa serie che ha avuto picchi altissimi, come il primo e il secondo libro, ma che ci ha dato anche qualche delusione, e speriamo anche che le case editrici continuino a donarci le intense perle erotiche di quella che è, di sicuro, una vera regina dell’erotico.

Speriamo che, magari, decidano di continuare la pubblicazione di serie della zia Lora iniziate e poi inspiegabilmente interrotte, come la Breeds o la Bound hearts, o che si avventurino all’esplorazione di altre serie, magari la Nauti boys. Di lei abbiamo già apprezzato molti libri, ma di certo ancora tantissimo abbiamo da godere appieno e non chiediamo di meglio che continuare a sospirare per i suoi alfa unici e inconfondibili. Godibile.

A presto, Zia D.







1 commento:

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...