sabato 7 novembre 2015

Un indimenticabile disastro di Jamie McGuire recensione

Buon giorno bimbe,
Un indimenticabile disastro di Jamie McGuire è il libro di cui vi parlo oggi. Si tratta del secondo capitolo della serie  Fratelli Maddox, spin off della serie di Uno splendido disastro, che ci racconta le vicende dei fratelli di Travis Maddox, amatissimo protagonista della serie madre. Abbiamo già conosciuto la storia di Trenton detto Trent e della sua Cami, storia che si intreccia con quella di Thomas, e chi ha letto Uno splendido sbaglio sa già di cosa parlo. Adesso è arrivato il momento di entrare nella vita del maggiore dei fratelli Maddox e di scoprire come riuscirà a liberarsi del peso della sua precedente relazione amorosa, che lo ha lasciato a terra; per farlo sarà indispensabile la sua nuova collega e vicina di casa Liis, arrivata apposta da Chicago per lavorare con lui ad un caso molto delicato, che gli dimostrerà che forse è vero che quando un Maddox si innamora è per sempre, ma non è detto che non possa succedere due volte...

Titolo: Un indimenticabile disastro
Autore:
Jamie Mc Guire
Serie: #2 Serie Fratelli Maddox 
Editore: Garzanti Data: 5 novembre
Genere: contemporary romance
Categoria: 
Narrazione: Prima persona, pov femminile
Finale: No cliffhanger
Coppia: Thomas, vicecapo squadra dell'Fbi. Liis, agente Fbi
Qui  Serie completa



Liis Lindy è un agente speciale dell’FBI specializzata nell’analisi delle intercettazioni ambientali ed esperta di lingue, in particolare il giapponese, essendo di madre nipponica e padre irlandese. È per questa sua particolarità che è stata richiesta dall’unità 5 di San Diego perché li aiuti a smascherare un pericoloso infiltrato. Così ha deciso di lasciare Chicago, la famiglia e un fidanzato di lunga data di cui non è più innamorata  per trasferirsi nell’assolata California del Sud. Appena arrivata si ritrova nel bar sotto casa con una gran voglia di non pensare e di dare un bel colpo di spugna al suo passato. Al bar con lei c’è un affascinante sconosciuto, i due cominciano a parlare, bevono, e finiscono nell’appartamento di lei ad annegare nei piaceri del sesso i dispiaceri della vita. Il giorno dopo, appena arrivata nel suo nuovo quartier generale scopre che l’affascinante sconosciuto è Thomas Maddox, il suo nuovo capo. Tra i due inizialmente i rapporti sono tesi ma poi, con il proseguire dell’indagine in cui sono coinvolti, tra Liis e Thomas cresce sempre di più l’attrazione. Ma Liis è sposata col suo lavoro e pensa solo a fare carriera, terrorizzata dall’idea di innamorarsi per paura di ritrovarsi col cuore spezzato, e Thomas è uscito da poco a pezzi dalla relazione con Cami, che ora sta con suo fratello, ed è ancora chiaramente innamorato di lei. Come spesso avviene, due anime sanguinanti, o meglio ancora, due cicatrici gemelle, contro ogni previsione, troveranno nell’amore reciproco una nuova ragione per credere in un futuro possibile. 


Ho iniziato la lettura di questo libro con circospezione, ancora scottata dal pessimo ricordo che mi aveva lasciato il precedente, sperando che quello che di buono si era intravisto del personaggio di Thomas non venisse rovinato nel libro a lui dedicato; lo avevo apprezzato in Uno splendido sbaglio, e non mi era affatto piaciuto il comportamento di Cami nei suoi confronti.
Per farvi capire quanto mi sia piaciuto questo libro vi basti sapere che l’ho letto in un solo giorno, completamente rapita dalla storia davvero bella che stavolta l’autrice è stata in grado di creare. Il più grande difetto che avevo riscontrato nei precedenti libri della serie era l’eccessivo giovanilismo dei personaggi nonostante l’intreccio della trama li avesse immersi in una storia adulta. Per me Travis Maddox non è altro che un ragazzino che si atteggia a bullo di periferia e Abbi è una smorfiosetta antipatica troppo sicura di se. Liis e Thomas invece sono finalmente due adulti e si vede; la loro storia è bellissima e tormentata, parla di dolore, sogni infranti e paura dell’ignoto, parla di insicurezza e del peso di troppe responsabilità prese troppo presto nella vita; è la storia d’amore di due porcospini, che per avvicinarsi e non farsi male devono andare molto, molto cauti.
Il loro amore, nonostante l’inizio impetuoso e travolgente, procede con passi lenti e insicuri su un terreno pieno di insidie, e si inserisce nella bella trama dalle tinte giallo pallido che si intreccia con quanto già conosciamo della storia dei fratelli Maddox. Così conosceremo perché inizialmente Thomas decide di iniziare la relazione con Cami pur sapendo che suo fratello Trenton era innamorato di lei fin da bambino, quanto ha segnato la vita dei Maddox la morte della madre, come ha fatto Travis ad evitare il carcere dopo l’incendio all’università e come in seguito ha seguito le orme del fratello ed è entrato nel Bureau. Verranno annodati molti fili lasciati a penzolare dai libri precedenti, ma ne verranno lasciati a penzolare dei nuovi; così avremo un corposo assaggio della storia di Taylor, uno dei gemelli, e incontreremo anche colei che farà capitolare l’altro gemello, Tyler. Come già avvenuto nei precedenti libri, anche qui la parte erotica è decisamente scadente; la McGuire non è un’autrice erotica, scrive new adult e si vede, e le sue scene di sesso non sono mai molto sensuali e coinvolgenti, sono poco descrittive e non accendono mai nel lettore la scintilla della passione.


Peccato perché forse Thomas e Liis si meritavano qualcosa di più, ma ciò non toglie che questo sia un libro eccellente, che ho davvero apprezzato molto e che mi ha sorpreso, di sicuro, fino ad ora, il migliore tra quelli che ho letto di questa autrice, di entrambe le serie. Leggetelo e anche voi vi innamorerete di Thomas, dei suoi spigoli e delle sue rotondità, delle sue dolci debolezze racchiuse in uno splendido involucro di vero uomo.

A presto, Zia D.






9 commenti:

  1. Zia D. ogni tua recensione è sempre una nuova spinta verso quei romanzi su cui ho spesso dei dubbi. Direi che visto i tuoi commento lo leggerò sicuro.

    RispondiElimina
  2. Letto, molto bello, concordo con Zia D sul,fatto che i protagonisti si meritavano qualcosa di più...

    RispondiElimina
  3. Quelli di Travis non li ho letti,ho letto per sbaglio quelli con Cami e Trent e sono rimasta sconvolta da come dei libri così venissero osannati....leggero questo perché il personaggio di Thomas nn mi dispiace e mi fido della recensione...

    RispondiElimina
  4. Concordo ...il più bello dei tre

    RispondiElimina
  5. In questo romanzo ho ritrovato appieno lo spirito dei fratelli Maddox! Finalmente!!! Ho amato Travis e ho pianto di rabbia e di gioia con lui lungo la difficile strada verso la sua Abby (che francamente non se lo merita proprio un ragazzo così!), ma sono rimasta piuttosto fredda leggendo la storia di Cami e Trent. Thomas e Liis invece mi hanno fatto nuovamente palpitare il cuore di rabbia, di gioia, di tristezza e di speranza nelle seconde opportunità. Certo avrebbero potuto essere approfonditi maggiormante i caratteri dei due protagonisti.
    Avrei gradito leggere anche il POV dell'agenre Maddox che sono certa ci avrebbe trascinato in un mare tempestoso fatto di dolore e sensi di colpa, ma anche di dedizione totale alla sua famiglia e di amore profondo e totalizzante per la sua donna perchè"quando un Maddox ama è per sempre"! Sono felice per Thomas e Liis "due cicatrici identiche" che hanno trovato la strada per completarsi a vicenda. Sicuramente da leggere.

    RispondiElimina
  6. Con questo libro sono partita alla grande perché sapevo che Thomas mi sarebbe piaciuto e in effetti…wow…non mi sbagliavo. L’ambientazione è diversa più “adulta” e l’intreccio con i precedenti libri mi è piaciuto tanto. Ma…perchè purtroppo c’è un ma…mi ha deluso alla fine. Vero…non è un erotic suspense, ma da come era iniziato speravo in finalone che regalasse emozioni forti o per lo meno una evoluzione della storia più dettagliata e meno intrecciata sulle paranoie amorose di entrambi i protagonisti.
    Nel complesso mi è piaciuto ed è sicuramente un bel libro da leggere in pieno stile McGuire!

    RispondiElimina
  7. Dopo la piacevole storia di Travis e Abby (con i loro difetti, come hai giustamente fatto notare tu, ma che nel complesso non mi hanno reso la lettura insipportabile) avevo letto la tragedia di Trenton e Camille. Li ho odiati a morte entrambi e altrettanto ho odiato la loro storia. Lei l'avrei strangolata senza rimorsi. Quindi ero un po' indecisa se continuare o no la lettura della serie; ma Thomas mi affascinava e proprio pensare che si trattava di un uomo e non un ragazzino, mi ha spinto a decidere di leggere con la speranza di trovare davanti qualcosa di diverso; e per fortuna è stato così! Certo, siamo ancora lontani dai capolavori della Lynn, ma cominciamo a ragionare! Per ora Thomas è il mio fratello preferito! <3

    RispondiElimina
  8. Heyyy c:
    A me personalmente non è piaciuto moltissimo questo libro, o almeno non come Uno splendido sbaglio, che invece ho adorato. Non so, sarà stata l’istintiva antipatia per Liis, o la trama sempre troppo tragica nei libri della McGuire che sono al limite dell’impossibile… Boh!
    Carino, ma non mi ha sconfifferato più di tanto :(
    Se vuoi leggere il mio dubbioso (?) parere lo trovi qui c: .
    Alla prossima!
    Rainy

    RispondiElimina
  9. finalmente è tornata jamie. o meglio sono tornati i fratelli maddox. mi mancava proprio una storia del genere. forse la protagonista femminile doveva essere delineata in maniera diversa ma thomas ci fa la sua gran bella figura. dopo la deludente esperienza della sua trilogia ( una meravigliosa bugia ecc) ecco di nuovo una lettura che ti fa palpitare. non si riesce a smettere di leggere finché non si arriva al dolce epilogo.

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...