mercoledì 23 dicembre 2015

Un giorno da favola di Fabiola D’amico, recensione

Buonasera Crazy,
oggi vi parlo, con immensa gioia, di Un giorno da favola di Fabiola D’amico. Il romanzo che, come una fenice, è rinato dalle sue ceneri più volte. E nella sua ultima versione, quella definitiva, è arrivato nelle librerie grazie alla Newton Compton il 21 dicembre. Pronte a ritrovare la dottoressa Francesca e l’avvocato Christian?

un giorno da favola Titolo: Un giorno da favola
Autore:
Fabiola D'amico
Serie:  autoconclusivo
Editore:
Newton Compton
Data:  21 Dicembre
Genere: contemporary romance
Categoria: Opposti che si attraggono
Narrazione: terza persona, pov alternati
Finale: No cliffhanger
Coppia: Francesca, sessuologa e inguaribile romantica; Christian, avvocato cinico e pragmatico.

Francesca è una sessuologa trentenne, single dopo una deludente storia d’amore con un uomo sposato. La sua passione sono i romanzi di ambientazione storica e sogna un amore come quello delle loro protagoniste. Un giorno, in tribunale per una causa in cui sono coinvolti due suoi clienti, incontra Christian Balardini, cinico e arrogante avvocato. Tra i due scatta subito una forte attrazione ma Francesca ha paura di aprirsi di nuovo. Si ritrova a combattere, perciò, una battaglia tra ragione e sentimento, ma non ha tempo per soffermarsi a riflettere su ciò che le sta accadendo, perché la sua migliore amica le chiede aiuto per organizzare un matrimonio in perfetto stile austeniano… per la vigilia di Natale! Così, in una girandola di avvenimenti ed equivoci, le strade di Francesca e Christian continueranno a incrociarsi. E se fosse proprio lui il suo Mr Darcy tanto atteso?


Sembra proprio il giorno più sfortunato di Francesca: le calze smagliate; un temporale spaventoso; in ritardo per la causa a cui deve partecipare come testimone; non trova parcheggio; le rubano il posto avvistato; il vento le rompe l’ombrello e mentre sta per entrare finalmente in tribunale un’auto la schizza passando in una pozzanghera. In tutta questa serie di sfortune nessuna andrebbe mai a pensare che sta per fare l’incontro della sua vita, e invece è questo che succede a Francesca; perché seduto su una panca del tribunale, la sta aspettando l’avvocato Christian Balardini che appena la vede resta fulminato. Tra i due l’attrazione è immediata, ma se da un lato Christian l’accoglie più che volentieri, dall’altro Francesca è ben decisa ad ignorare la cosa. Estremamente romantica com’è e dopo aver subito un cocente delusione in passato, non ha nessuna intenzione di cedere all’avvocato arrogante e sicuro di sè, che da tutte le parti lancia segnali del tipo: attenzione pericolo di cuore spezzato!
Per nostra fortuna, Christian non solo è arrogante e cinico ma è anche molto determinato. Inseguirà la nostra bella psicologa e non le darà tregua finchè non la vedrà cadere tra le sue braccia. Per Francesca rischiare e lasciarsi andare non è facile, ma più conoscerà Christian e più si renderà conto che sì, sarà anche cinico e arrogante, ma è anche affidabile, affettuoso e leale. E resistere per lei diventerà praticamente impossibile.
Ho recensito tanti libri di Fabiola D’amico, eppure mai Un giorno da favola, nonostante le varie versioni negli anni. La cosa è strana perché è il suo romanzo a cui sono più affezionata, il primo che ho letto e che me l’ha fatta conoscere. Quando ho finalmente avuto tra le mani questa ultima versione ero felice come una pasqua, solo che poi nel momento in cui avrei dovuto iniziarlo è successa una cosa che non  mi era mai successa prima. Mi è venuto il panico, ho avuto paura di leggerlo e scoprire che il romanzo a cui ero tanto affezionata non ci fosse più, avevo paura di non riconoscerlo e di non ritrovare i personaggi e le situazioni che mi erano rimasti nel cuore. Ma proprio come Francesca, ho dovuto superare le mie paure e buttarmi, e meno male che l’ho fatto perché era tutto lì che mi aspettava. Francesca è rimasta la stessa contraddizione vivente tra un lavoro razionale e la sua passione per i libri romantici, pronta ad organizzare il matrimonio dei sogni per la sua migliore amica e spaventata dall’attrazione sempre più forte per l’avvocato. Christian è sempre lo stesso avvocato intransigente sul lavoro quanto un vero disastro nei lavori domestici. Da un lato non si perde in smancerie ma dall’altro non esiterà a prendersi cura di Francesca quando questa ne avrà bisogno.


E non solo ho ritrovato tutte le mie cose preferite, ma sono stati aggiunti altri particolari davvero carini, come le citazioni all’inizio di ogni capitolo e sono stati tolti altri dettagli che non mi erano piaciuti nelle precedenti versioni. Insomma quello che prima era una diamante allo stato grezzo, adesso è un brillante che brilla di luce propria, luminoso e caldo come il giallo della copertina. Il mio consiglio finale perciò è: non abbiate paura, buttatevi.

Un bacio, Patty



2 commenti:

  1. wow, grazie... contenta di non averti deluso

    RispondiElimina
  2. Ottima recensione per un ottimo libro! Complimenti

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...