giovedì 11 maggio 2017

Lo sapevi che I love you? di Estelle Maskame, recensione

Ciao crazy,
oggi vi parlo di Lo sapevi che I love you?, primo capitolo della fortuna serie di Estelle Maskame, uscito da noi il 4 maggio grazie alla Salani Editore, stiamo parlando della serie Dimily.
Siamo felicissime di poter parlare di questa nuova trilogia che ha conquistato l’America e che adesso è finalmente pronta a far innamorare anche noi. Eccoci pronte a immergerci in questo intenso e magnetico Young adult che non farà altro che scombussolarci il cuore e la mente. Quindi non perdiamo tempo e tuffiamoci dentro il Golden State della caldissima California in compagnia di due fratellastri attratti inesorabilmente l’uno dall’altra..

Lo sapevi che I love you? Titolo: Lo sapevi che I love you?
Autore: Estelle Maskame

Serie: #1 Dimily Trilogy
Editore:
Salani Editore
Data: 4 maggio 2017
Genere: Young adult
Categoria: amore proibito
Narrazione: prima persona, pov femminile
Finale: Si cliffhanger
Coppia: Eden, sedicenne in arrivo in California per passare l’estate con il padre e la famiglia di lui; Tyler, fratellastro più grande di Eden.

Eden Munro, sedici anni, non ha nessuna voglia di trascorrere lʼestate con il padre a Santa Monica, in California. I suoi genitori sono divorziati, il padre si è risposato, e la ragazza deve fare amicizia con i tre figli della nuova moglie.
Il maggiore è Tyler Bruce, un adolescente inquieto con un carattere forte e un ego smisurato. Frequentando Tyler e i suoi amici, per Eden inizia unʼavventura in un mondo sconosciuto, completamente diverso dal suo. La ragazza fa molta fatica a rapportarsi con il fratellastro, ma capisce che cʼè qualcosa di lui che le sfugge. E più cerca di scoprire la verità su Tyler, più ne rimane pericolosamente affascinata…



L’atmosfera è cambiata.
Ora, in questa immobilità surreale, mi sembra di capire come si sente.
Ha le spalle incurvate e passa il dito medio sul bordo del bicchiere.
Non voglio dire altro. Voglio questo silenzio, per poterlo studiare, osservare tutte le sue qualità e tutti i suoi difetti.
Voglio vederlo di nuovo in faccia e cogliere il suo sguardo, fargli un sorriso ed essere ricambiata.
Voglio vedergli serrare la mascella, come fa sempre quando riflette a fondo, voglio che abbia così tanta fiducia in me da dare voce ai suoi pensieri.
Voglio vedere attraverso le sue barriere, voglio capirlo, accettarlo.
Voglio lui.

Eden Munro è una sedicenne come tante. Le piace leggere, ascoltare musica e ha il costante desiderio di perdere peso. Vive da sola con la madre a Portland e le cose sono così da più di cinque anni, da quando il padre, senza alcuna spiegazione, ha preso ed è uscito dalle loro vite e da allora non c’è più stato alcun contatto tra i due, almeno fino ad ora. Dopo tutto questo tempo il padre di Eden ha finalmente deciso di ricontattarla e di chiederle di passare l’estate con lui e la sua famiglia a Santa Monica, California. Eden non è per nulla felice ma scappare dalla sua città per tre mesi, al momento, le sembra molto allentate, così parte, seppur non del tutto entusiasta. E le cose non migliorano molto quando rivede suo padre. A parte qualche capello bianco in più è lo stesso di sempre: distante, lontano e quasi estraneo. Eden sospetta che questa sarà la vacanza più stressante della sua vita e le cose non migliorano quando incontra i figli della sua nuova matrigna. Senza neanche chiedere niente si ritrova così con una seconda famiglia che non conosce e di cui non ha mai sentito parlare. La moglie del padre è gentile. I suoi figli splendidi, almeno finchè non incontra Tyler Bruce, il fratello più grande. Lei e Tyler hanno solo un anno di differenza eppure tra i due è odio istantaneo. Lei pensa che lui sia un idiota maleducato e lui non perde occasione per farglielo credere. Ben presto però Eden inizia ad uscire con il gruppo di amici di Tyler e le cose per lei si fanno ancora più difficili. Frequentare l’elite della Santa Monica “bene” non è tutto rose e fiori ed entrare in contatto con un mondo malato e perverso diventa ben presto l’unico motivo per tenersi i suoi nuovi amici.
Il peggiore di tutti è proprio il suo fratellastro. Egoista, manipolatore, aggressivo, infedele nei confronti della sua ragazza e dipendente da ogni forma di sballo.
Ma Eden è diversa. Ingenua. Pura. Integra. E farla vacillare sulle sue convinzioni non sarà affatto facile. La convivenza con Tyler diventa sempre più ingestibile e presto in lei scatta qualcosa, una molla, un desiderio, un bisogno di avvicinarsi e allontanarsi a lui nello stesso tempo. Lo sfida e lo teme, ma ogni giorno di più si accorge che averlo intorno è una benedizione e una condanna insieme. Eppure Tyler a volte non è la bestia che mostra a tutti ed Eden è pronta a tutto pur di capirlo e aiutarlo a guarire da tutta l’oscurità che si porta dietro. Avvicinarsi è un attimo. Desiderarsi è un secondo. E perdersi.. è maledettamente peccaminoso. Tayler e Eden iniziano una battaglia tra istinto e passione, tra bisogno e desiderio, con il disperato tentativo di non cadere in tentazione, ma di fare la cosa giusta, a volte dovendo rinunciare all’unica cosa che ci fa sentire davvero vivi e al sicuro.
Eden rispecchia perfettamente i suoi 16 anni. E’ un personaggio vero. Non parla di Amleto e non filosofeggia su Kierkegaard. E’ un adolescente e dimostra perfettamente la sua età. Ama i cartoni Disney e le piace uscire con le amiche. Detesta a priori la nuova famiglia del padre e non le importa di costruire un rapporto più solido con loro. Non si è mai innamorata e vuole godersi quanto può il sole dell’estate. Eppure ciò che la coinvolge sempre di più, di giorno in giorno, è la malsana e scandalosa sensazione che prova quando vede suo fratello. Resistere a questi sentimenti sconosciuti diventa quasi un mantra e quando riesce a vedere altro oltre la facciata da “duro” di Tyler il suo obbiettivo diventa un altro: guarirlo. Rimettere insieme i suoi pezzi e renderlo di nuovo intero, anche se per fare questo potrebbe uscirne lei con un cuore spezzato.
Tyler Bruce è un “deviato mentale” (perdonatemi il termine, ma lo penserete anche voi all’inizio). Urla, sbatte porte e ruggisce a chiunque si frapponga tra lui e il suo divertimento. Per Tyler Bruce non esistono regole e nonostante abbia solo diciassette anni fa di tutto per far vedere al mondo che non ha bisogno di nessuno e che l’unica cosa che conta nella sua vita è se stesso. Ama farsi del male sostenendo che sia ciò che lo rende felice. Sta con una fidanzata che non ama. Esce con delle persone di cui non gli frega niente.
E’ solo. E’ stanco. E’ spezzato. E’ perduto.
Tayler Bruce è l’antieroe di questo romanzo. Il cavallo su cui all’inizio non avresti puntato nulla e che alla fine sciocca tutti vincendo la corsa. Segreti del suo passato lo tormentano giorno e notte e l’unico modo che ha per affrontare i suoi problemi è, paradossalmente, quello di non affrontarli. Eden è per lui una maledizione ed una condanna.
Un’assoluzione e il paradiso in terra. A volte luce nella sua vita, altre volte un tassello in più da spingerlo in un oscurità ancora più profonda. Tyler Bruce soffre da anni e l’unica persona che lo capisce e lo accetta è l’unica ragazza da cui non avrebbe mai pensato di essere attratto: sua sorella Eden.
Bello. Bello. Bello. “Lo sapevi che I love you?” è uno di quei libri che leggi tutto d’un fiato perché non puoi fare altrimenti. Di capitolo in capitolo ti avvicini sempre di più all’ultima pagina e il tuo unico desiderio è quello di continuare a scoprire cosa succederà a questi meravigliosi adolescenti dall’anima tormentata. La narrazione è intensa. Pagina dopo pagina l’autrice è bravissima a farti immaginare i luoghi di cui sta parlando, finendo quasi per trasportarti nel Golden State e vivendo le storie dei nostri protagonisti. Non abbiamo mai tempi morti e i colpi di scena fanno da padroni alla storia. Colpa e desiderio sono i fili conduttori di questa storia che parla di un amore proibito e della forza di volontà di non stringere tra le mani quello che invece hai sempre sognato di avere. Il tutto condito in una denuncia della Los Angeles “bene”, dove apparire e sballarsi sembrano gli unici imperativi. Vi innamorerete di questa trilogia e di tutti i personaggi che fanno da sfondo alla storia. Più di tutto vivrete in prima persona i tormenti di Eden, a volte giudicandola, a volte giustificandola, e vorrete abbracciare stretto Tyler, fino a fargli capire che tutto nella vita prima o poi si aggiusta.
Posso solo dire che questa storia mi ha stregata e che di sicuro vi innamorerete di tutti loro com’è successo a me.

Con affetto,
Federica







2 commenti:

  1. Ma sapete la data di uscita del 2 libro?

    RispondiElimina
  2. Bello ma quando escono in Italia il secondo e terzo libro???

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...