venerdì 5 maggio 2017

Obsession di Jennifer L. Armentrout, recensione

Ciao Crazy,
oggi vi attende la recensione di Obsession di Jennifer L. Armentrout, l’atteso spin off della serie Lux, uscito il libreria lo scorso 19 Aprile con la Giunti. Avete mai pensato di poter provare un qualche sentimento positivo nei confronti di un Arum? Per chi ancora non fosse a conoscenza della loro esistenza, gli Arum sono un popolo alieno cattivo, molto cattivo. Ma se vi dicessi che io ho cambiato idea? Hunter, l’arum in questione, ha un compito: Proteggere un’umana. Cosa potrà mai succedere? Beh venite a scoprire qualche dettaglio.

Obsession Titolo: Obsession
Autore:
Jennifer L. Armentrout
Serie: spin off serie Lux
Editore:
Giunti
Data: 19 Aprile 2017
Genere: Paranormal New Adult
Categoria: Alieni
Narrazione: prima persona, pov alternati
Finale: No cliffhanger
Coppia: Serena, consulente scolastico di un liceo e testimone di un omicidio; Hunter, Arum (alieno ) che collabora con il Dipartimento della Difesa.
QUI SERIE


Arrogante, prepotente, affascinante: Hunter è un killer spietato ingaggiato dal Dipartimento della Difesa per eliminare i cattivi. In genere si gode il suo lavoro, finché non gli verrà affidato un ruolo insolito: fronteggiare il proprio nemico mortale per proteggere un umano. Serena non credeva alla sua migliore amica, convinta di aver visto il figlio di un potente senatore trasformarsi in un essere alieno. Ma quando sarà Serena stessa ad assistere all’omicidio dell’amica per mano dell’alieno, scoprirà un mondo pronto a ucciderla pur di proteggere i propri segreti. Detesta Hunter, ma non può fare a meno di desiderarlo. E presto accadrà l’impensabile: Hunter si metterà contro il governo per difenderla.
Ma sono gli alieni e il governo la peggiore minaccia per la vita di Serena... o Hunter?



Chiunque abbia letto tutta la serie Lux, si è perdutamente innamorata di Daemon, e della sua splendida luce curativa, e della sua ironia, del suo lato romantico. Ci siamo innamorate di un Luxen, ed in seguito abbiamo perso la testa per Archer, niente popo di meno che un Origin, nonostante potesse leggere i nostri pensieri sconci su di lui. Ma cosa ne pensate degli arum?
Pronte per lasciare che Hunter si nutra della vostra energia vitale?

“Magari non aveva una personalità sfavillante, ma trasudava quel sex appeal da cattivo che spingeva le brave ragazze a fare cose molto, molto cattive.
Ripetutamente.”
“Hunter trasudava pericolo, ma non solo. Eccitazione.
Era in tutto e per tutto uno di quegli uomini che risolvevano le situazioni più complicate e che poi, a partita chiusa, potevano- e volevano- scoparti fino a farti svenire.”

Lui è Hunter. Credo che sia quasi superfluo raccontarvi di cosa sia capace, e forse sarà meglio iniziare a parlarvi della trama ed evitare queste vampate. Non sentite caldo?
Serena Cross si è ritrovata in mezzo ad una brutta storia: assistere inerme all’omicidio della sua amica, per mano di un alieno-lampadina, non è stato solo traumatico, ma ha avuto delle conseguenze. Adesso è in pericolo, alcuni alieni le danno la caccia ed il governo sta tentando di nasconderla, ma nessuno potrebbe proteggerla meglio di un “collaboratore” speciale del dipartimento della difesa.
Hunter non ama particolarmente il suo lavoro, ma ama nutrirsi di luxen.. e qualche vantaggio, in questo senso, riesce ad ottenerlo. Di solito le sue operazioni sono di altro genere, e non si è mai ritrovato a dover proteggere qualcuno, e per di più un umano? Di certo non si sarebbe aspettato una giovane donna con dei capelli cosi luminosi. Una simile luce potrà sopravvivere all’oscurità e all’ombra di Hunter?
Inutile dirvi che mi sono innamorata nuovamente. Gli alieni hanno un ascendente su di me molto forte. 
Questo è il turno degli arum. Li conosciamo già: gli alieni che la natura ha creato per riportare l’equilibrio con i luxen. Non si può sconfiggere la luce se non con le tenebre. Gli arum sono l’esatto opposto dei luxen, fatti di ombre, si confondono nell’oscurità, diventano fumo, e quando prendono la loro forma originaria sono... non ve lo dico. Hunter ha il potere di privarti di tutte le energie, che si nutra o meno di te, riesce ad incantarti e lasciarti senza fiato. Ti gela il corpo mentre ti scalda il sangue.
Serena è la protagonista da invidiare. Lei è testarda, confusa, forte e naturalmente in preda agli ormoni quando si ritrova nella stessa stanza con Hunter.
Obsession è lo spin off della serie lux. In realtà c’è chi si è un po’ stancato di questa serie, ma personalmente sono una fan cosi accanita che spero di leggere qualsiasi cosa su qualsiasi personaggio della lux, ma tenterò di essere il più oggettiva possibile.
Abbiamo avuto modo di conoscere Hunter in “Origin”, quando Daemon torna da Luc per “l’aiutino” con Kat e Dedalo (non spoilero tranquille). In Obsession viene raccontata la storia di Serena e del suo incontro con Hunter. La lettura sembra corposa ma l’arco temporale, in cui si svolge, è brevissimo (circa una settimana), e questo rende il tutto molto scorrevole e molto piacevole da leggere. La storia non è di per se pesante, si tratta di una fuga e di vari colpi di scena, ma ripeto, tutto molto veloce (proprio come dovrebbe essere uno spin off, o una novella: chiaro, semplice, dritto al punto, con molta azione, che suscita empatia).
Detto questo, non mi aspettavo una storia narrata in questo modo: lo spirito di scoperta e gradualità della storia, che c’è in tutta la serie lux, in questo libro è assente, ed è sostituita da una perenne tensione sessuale a tratti pacata da piccoli sprazzi di romanticismo o da azione (In sostanza Hunter o si nutre, o lotta, oppure s**** Serena).  Oltre a questo, potrete scoprire qualche retroscena della storia principale, e magari dare un senso alle parole di Luc, a Daemon e Hunter, e non solo: vedrete i luxen in una prospettiva diversa e aggiungerete altri pezzi al puzzle della Armentrout. Si tratta di una storia diversa dalle solite dell’autrice, certo sempre il solito eroe e la solita eroina, ma la narrazione mi ha un po’ sorpreso.

Ps. Rivedremo il caro buon, dolce, sexy, figo, inca***** , innamorato e disperato Daemon.
Consiglio la lettura? Assolutamente si.  Non è una dei migliori libri dell’Armentrout, ma per me vale la pena leggerlo. E poi avete visto la copertina? Dio salvi la Giunti! Finalmente una cover che supera quella originale.

Buona lettura, Cinzia




Nessun commento:

Posta un commento

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...