lunedì 15 maggio 2017

Ogni cosa a cui teniamo di Kerry Lonsdale, recensione

Buongiorno, crazy!
Oggi abbiamo recuperato per voi una splendida lettura, uscita il 4 maggio scorso: Ogni cosa a cui teniamo di Kerry Lonsdale. Edito Leggereditore, inizia con un terribile tuffo al cuore, la morte del fidanzato della protagonista.
Aimee sembra persa e incapace di risollevarsi, nonostante l'aiuto delle amiche e dei genitori. Eppure ce la farà, grazie alla sua caparbietà, alla sua sensibilità e … ad un bell'aiuto esterno. Tenete a mente bello, è la parola chiave. Come si chiama l'aiuto esterno? Ian.
Ma venite a scoprire in dettaglio…

Ogni cosa a cui teniamo Titolo: Ogni cosa a cui teniamo
Autore:
Kerry Lonsdale
Serie:  non fa parte di una serie
Editore:
Leggereditore
Data: 4 maggio 2017
Genere: contemporary romance
Categoria: Suspense romance
Narrazione: prima persona, pov femminile
Finale: No cliffhanger
Coppia: Aimee, giovane barista /...un brillante artista.


L’aiuto cuoco Aimee Tierney ha trovato la ricetta per la vita perfetta: sposare il ragazzo che ama fin da quando è una bambina, creare una famiglia e poi chissà, un giorno rilevare il ristorante dei genitori. Il futuro che aveva sognato le passa però davanti in un lampo, come strappato dal vento, quando il suo fidanzato James perde la vita in un incidente in barca. Dal giorno in cui la chiesa che avrebbe dovuto ospitare il loro matrimonio è diventata il triste scenario per il funerale di James, Aimee non ha pace. Sa che per rimettere assieme i pezzi della sua vita deve scendere a patti con il dramma che l’ha colpita e far piena luce sulle circostanze della morte di James. Cos’è realmente accaduto quel giorno maledetto, su quella barca? Aimee scoprirà così un abisso di segreti che metteranno in discussione quanto credeva di aver costruito nella sua vita, perché sotto la superficie della sua esistenza forse si nasconde una verità inattesa, che potrebbe liberarla dalle catene del passato o imprigionarla per sempre. Un romanzo profondo, che con tocco delicato esplora le pieghe dell’animo umano.


Inizio con una premessa: non lasciatevi ingannare dalla trama e dalle prime pagine, non si tratta di un romanzo tragico da leggere con il fazzoletto in mano in attesa dei singhiozzi. Questo libro è uno splendido e dettagliato viaggio dei luoghi e della mente. La bella protagonista, Aimee, ci svela la propria storia con un alternarsi di ricordi e di fatti correnti. E questo tipo di narrazione non risulta fastidioso, anzi permette al lettore di apprendere le cose pian piano e di lasciarle sedimentare perché trovino la giusta spiegazione in vista del gran finale.
James è il fidanzato perfetto, l'amico d'infanzia divenuto promesso sposo senza rivelazioni improvvise, come un naturale seguito di eventi. Finché un incidente in mare, a due mesi dal matrimonio con Aimee, non lo porta via dalla sua vita di brillante e promettente artista.
Lentamente, con grande fatica, la nostra Aimee si risolleva dallo stordimento e la sua vita riprende. Apre un delizioso bar dove sforna delizie e prepara aromatici caffè. Fa anche amicizia con un fotografo mozzafiato che le fa un filo serrato. Ma per lasciarsi andare ad un nuovo amore Aimee ha ovviamente bisogno di lasciar andare il precedente, di elaborare un lutto come non è mai riuscita a fare dal momento che "sente" che James è ancora vivo. Qualcosa sulle circostanze della sua morte non l'ha infatti convinta del tutto. Il cadavere ritrovato dopo due mesi, la bara già chiusa, il fratello di James che sembra nascondere troppi segreti, dei quadri scomparsi dal suo garage. E una medium che la contatta in più di un'occasione per dirle di cercare James.
Non resta altro da fare che partire verso Puerto Escondido in Messico. Là Aimee troverà un pittore locale, Carlos, che somiglia moltissimo a James, ma non è lui. Carlos ha due figli, una sorella, una vita completamente diversa.
Eppure Aimee in Messico trova tutto ciò che cercava: le spiegazioni, il fidanzato perduto, il lutto da accettare e…se stessa. È un viaggio di crescita, di accettazione di sé, dei propri limiti e possibilità, e della nuova Aimee. Un viaggio che alla fine le permette di scoprire cosa vuole davvero e quanto conti ormai Ian, che l'ha supportata per mesi, struggendosi in silenzio.
Mai melodrammatico, ho trovato il tono di questo romanzo molto coinvolgente fin dalle prime pagine. Forse può risultare un po' lento nella parte centrale, ma serve a rappresentare bene lo sconcerto provato dalla protagonista, rimasta senza basi nella propria vita e senza nessuno di cui fidarsi ciecamente. Come spesso succede, infatti, chi le vuole bene cerca di proteggerla troppo tenendola in disparte, all'oscuro di fatti molto importanti. Inoltre nell'ultima parte il romanzo  si riscatta in maniera superba.
Diversi colpi di scena, un momento molto hot con Ian, i paesaggi splendidi di Puerto Escondido, qualche pagina oscura quando compare il personaggio negativo di Phil, una scrittura impeccabile. Direi proprio che non manca nulla a questo romanzo che scorre via facilmente fino all'ultima riga.
Non mi resta altro da fare che augurarvi buona lettura, sperando che riuscirà a coinvolgervi come è successo a me.

Alla prossima lettura!
Cri























1 commento:

  1. Ho appena finito di leggerlo e mi sento così triste per James, Carlos e Aimee. Dire che è stupendo questo libro è dire poco. Una storia che ha tutto: amore, intrighi, passione, ecc. L'epilogo è veramente stato devastante per me e ora che si fa? L'autrice ci lascia così? Senza una speranza? Povero James....

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...