venerdì 8 luglio 2016

Gli effetti collaterali delle fiabe di Anna Nicoletto, recensione in anteprima

Carissime crazy,
oggi vi parlo in anteprima di Gli effetti collaterali delle fiabe di Anna Nicoletto, esordio Self Publishing in uscita oggi 8 Luglio.
Faremo la conoscenza di Melissa, una nerd che ha conquistato il mio cuore e Stefano il suo principe rinchiuso nella torre. Pronte per la loro favola non favola? Continuate a leggere se volete saperne di più.

gli effetti
collaterali delle fiabe Titolo: Gli effetti collaterali delle fiabe
Autore:
Anna Nicoletto
Serie:  non fa parte di una serie
Editore:
Self Publishing
Data:  8 Luglio 2016
Genere: contemporary romance
Categoria: Nerd Story
Narrazione: prima persona, pov femminile
Finale: No cliffhanger
Coppia: Melissa, ingegnere informatico disoccupata; Stefano, CTO di un’azienda di domotica.


Sono trascorsi sei mesi da quando Melissa ha mandato all’aria un prestigioso dottorato a Londra assieme alla storia d’amore della sua vita, e niente di buono è successo nel frattempo. È disoccupata, sfiduciata, e persino l’odio che dovrebbe provare per il suo ex, responsabile di tutto, sembra essere a tratti difettoso.
Stefano Marte è dove vuole essere: è brillante, carismatico ed è l’erede dell’impero di famiglia, un’azienda domotica di successo internazionale.
Non erano destinati a incrociarsi, eppure una serie di coincidenze li porta l’uno sulla strada dell’altro. La sintonia è immediata, almeno fino a quando lei non scopre chi è lui.
Perché Melissa sa esattamente che tipo di uomo vuole al suo fianco, e non è proprio qualcuno come Stefano, un figlio di papà che crede gli sia tutto dovuto. Quello che non sa è che Stefano è disposto a darle l’unica cosa che lei desidera: il lavoro dei suoi sogni, l’opportunità per riscattarsi e dimostrare il suo valore.
Rifiutare non è un’opzione. E, comunque, è solo lavoro. Quel poco che c’è stato tra loro è facilmente archiviabile: lui non ha alcun potere su di lei e lei non cadrà mai vittima del principe di turno.
Ma anche i migliori propositi vengono messi alla prova, e ben presto Melissa si renderà conto che nemmeno le persone più razionali sono immuni ai tranelli delle fiabe. E che, forse, debellarne gli effetti collaterali non rientra del tutto tra i suoi piani…



Sapete qual è il bello di leggere libri in anteprima? Questa sensazione di sapere di aver letto un libro molto bello, e di essere una delle poche per ora. Ed è così che mi sento proprio in questo momento, questo libro mi ha conquistata e non vedo l’ora che vi uniate a me.
Sono tantissime le cose che mi sono piaciute, prima di tutto la protagonista: Melissa è una ragazza forte e intelligente che ho preso subito in simpatia. Anche nei momenti più difficili della sua vita, non resta a piangersi addosso ma si rimbocca le maniche e prova ad andare avanti.
Una nerd in piena regola, con il suo amore per l’informatica, le maratone di serie tv e le gare di call of duty con gli amici.
Mi ha davvero convinta con la sua teoria che non c’è niente di bello nell’essere una principessa, e che francamente molte di loro sono addirittura da compatire: ferme lì ad aspettare un principe che le salvi mentre lavano pavimenti, cantano e parlano con gli uccellini.
Ma se anche l’idea di principessa sia un po’ antiquata, non vuol dire che non si possano vivere delle favole anche oggi; favole un po’ diverse dove la protagonista è una programmatrice e dove è lei a salvare il suo principe. 
Il principe in questo caso è Stefano, erede di una grossa azienda, rinchiuso nella sua gabbia d’oro. Quando conosce Melissa non può che farsi stravolgere da questa ragazza speciale, e piano piano lei sarà in grado di far crollare tutti i castelli di carte che gli sono stati costruiti intorno.
Una donna così coraggiosa e di sani principi, leale con gli amici e con se stessa; una ragazza determinata e diretta non poteva che risvegliare il bel addormentato Stefano e insegnargli che ci vuole molto coraggio per essere se stessi.
Nonostante parliamo di un self publishing, ho trovato davvero pochissimi errori, e penso che la cosa meriti di essere messa in evidenza.
La scrittura è fluida e diretta, ma anche ricercata. Si vede che c’è stato lavoro di studio, perchè quando parla di argomenti come l’informatica, la programmazione, il java, l’autrice lo fa con cognizione di causa; insomma sa di cosa sta parlando.
Mi è piaciuto molto anche l’intreccio, e i tanti messaggi che l’autrice ha trasmesso con questa lettura, il modo in cui gli eventi si svolgono e le scelte dei vari personaggi.
Non c’è mai un momento di stasi o di noia, si segue molto bene e procede liscio fino alla fine. Mi sono piaciuti moltissimo anche i personaggi secondari, una menzione speciale va assolutamente a Caterina, la fashion blogger sorella di Stefano e a Sabrina la migliore amica di Melissa, di cui ho visto esiste un romanzo breve con lei protagonista che devo assolutamente leggere.
Vi consiglio assolutamente di leggere questo romanzo, e vi dico anche di sbrigarvi a prenderlo perché credo proprio che le case editrici non ci metteranno molto a notarlo.
Il mio augurio all’autrice è che questo romanzo possa essere di successo come lo è stata l’app di Melissa, che sia un punto di svolta nella sua vita e le porti il cambiamento che Melissa stessa vive alla fine.
Per quanto riguarda me, accoglierò con gioia ogni suo nuovo romanzo e lo leggerò con piacere.

Un bacio,
Patty




gli effetticollaterali delle fiabe


2 commenti:

  1. Bello lo voglio! Lo trovo su kobo?

    RispondiElimina
  2. preso ora grazie del consiglio ti farò sapere il mio parere

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...