martedì 1 settembre 2015

Sognami di Elena Taini, recensione in anteprima dello spin off della trilogia Sophia.

Buongiorno amiche,
Sognami di Elena Taini, torna on line oggi 1 settembre nella sua nuova versione rivisitata. Si tratta dello spin off tratto dalla trilogia self published Sophia di cui abbiamo letto il primo capitolo Amami, che ci ha narrato le vicende di Alessandro Marconi e Sofia e che continueranno presto in Pensami e Vivimi… ora però andiamo a conoscere più da vicino Giuseppe e Micaela e godetevi un piccolo estratto.




Serie Sophia 
1. Amami, 14 febbraio 2014 (qui recensione)

1.5 Sognami, 1 settembre 2015

2. Pensami

3. Vivimi

Autrice: Elena Taini
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary Romance



“L’amore che provavo per lei divenne rabbia, la rabbia divenne collera
e la collera si trasformò in sofferenza.”
“Lei era l’amore in tutte le sue sfaccettature più dolose.”

La storia d’amore di Alessandro e Sofia ci ha tenuto incollati alle pagine di Amami per ore e ore. Ma prima di loro, due persone hanno dato vita a qualcosa che supera ogni immaginazione.  
Da chi Alessandro avrà ereditato tanto fascino e magnetismo?
Una macchina del tempo ci riporterà nel 1977 a Milano, nel bellissimo e affascinante mondo della moda italiana, dove vivremo la storia tra Riccardo Marconi e Micaela Sforza.
Nuovi personaggi e nuove storie faranno da filo conduttore, narrando in ogni particolare le emozioni dei due protagonisti, raccontando anche la storia dell’Italia nel pieno dei suoi anni di piombo.
Micaela Sforza è una ragazza di appena diciotto anni e, per aiutare la famiglia, lavora come segretaria in uno studio legale. Di nascosto cerca di realizzare il suo sogno nel cassetto che, per una ragazza di umili origini, sembra quasi impossibile da raggiungere.  
Durante la sera del suo fidanzamento ufficiale con l’attrice italiana Ada Lucci, Riccardo Marconi incrocia lo sguardo magnetico di Micaela ed è amore a prima vista. Per giorni non riesce a togliersi l’immagine della ragazza dalla testa, tant’è che le fa una proposta difficile da rifiutare.
Riusciranno questi due sfortunati amanti a vivere il loro sogno?

Se sì, a quale prezzo?




RECENSIONE RIFERITA ALLA VERSIONE PUBBLICATA PRECEDENTEMENTE

Dopo aver letto Amami ed essersi inevitabilmente affezionati alla dolce Sofia e all’attraente Alessandro Marconi, oggi Elena Taini ci catapulta nel fantastico mondo della moda milanese e di questa famiglia che ha dettato le regole e lo stile per generazioni. Conosciamo così da vicino colui che ha trasmesso ad Alessandro il talento e l’amore per questo mondo: Giuseppe Marconi. Altrettanto attraente come il figlio lo vedremo alle prese con i suoi inizi lavorativi e soprattutto con l’amore, a quanto pare impossibile, per Micaela Sforza: madre di Alessandro.


Siamo verso la fine degli anni settanta e l’autrice ce lo fa notare attraverso vividi e vari dettagli: canzoni, moda e piccole innovazioni dell’epoca. Una giovanissima Micaela viene portata alla festa di fidanzamento di Giuseppe da un suo amico fidato, vengono fatte le opportune presentazioni e appena gli sguardi dei due ragazzi s’incontrano è subito scintilla. Giuseppe da quel giorno cerca subito di rivedere Micaela, ma le situazioni familiari, la differenza di classe, il suo imminente matrimonio e la mentalità di quei tempi non rendono facile avvicinarsi alla donna che ha rapito il suo cuore con i suoi incantevoli occhi. Ma l’amore, si sa, trova sempre la maniera di manifestarsi ed arrivare a destinazione:  attraverso incontri proibiti e non poche sofferenze, delusioni, bugie, fughe e paure, è grazie al coraggio soprattutto di Micaela che questa coppia arriverà a poter coronare il proprio sogno d’amore.
Fra i due personaggi sicuramente Micaela spicca per determinazione, carattere e forza mentre Giuseppe, pur rapendoci con la sua sfacciata arroganza, ti indispettisce quando non è in grado di imporsi, anche se non farlo significa perdere la donna che ama.

Parliamoci chiaro: se non fosse stato per Micaela ora il nostro Alessandro non ci sarebbe affatto… è lei, che inoltre fra i due era quella che aveva più da perdere, che si è messa più in gioco e rischiato tutto e per tutto. Grazie a questo breve spin off abbiamo anche modo di conoscere l’infanzia del nostro Alessandro e i rapporti che lo legano a Chiara- che ricorderete certamente in Amami dove non ha mancato di mettere più volte i bastoni fra le ruote ad Alessandro e Sofia.
Sicuramente Sognami, con questo piccolo viaggio negli anni settanta, mi ha piacevolmente conquistata e seppur non è essenziale ai fini della trilogia grazie alla sua lettura conosciamo meglio tante figure che ruotano attorno ad Amami. Inoltre parliamo sempre di una lettura passionale e romantica che al nostro animo romance fa sempre bene e di cui non ne abbiamo mai abbastanza… mi dispiace solo che qualche errore ahimè sia sfuggito alla fase di correzione -piccolo consiglio a tutte le self: date la giusta importanza alla fase di editing, è quello che farà la differenza per il vostro libro in questo periodo dove il fenomeno auto-pubblicato è ormai incontrollabile.

Per chiudere care amiche se vi è piaciuto Amami non fatevi scappare certamente questo piccolo cioccolatino che gusterete a mio avviso con molto piacere attendendo e pregustando l’uscita di Pensami..

Un bacio Alessandra








«Micaela. Esci, ho bisogno di parlarti.»
Il mio cuore sembrava stesse per esplodere.
Sentii qualcuno muoversi all’interno della stanza e venire alla porta. Riuscii a percepire il suo corpo a qualche centimetro di distanza dal mio, separato solo dal pannello di legno bianco. Poi silenzio.
«Micaela.»
Lei non aprì la porta, ma non andò neanche via.
«Ti prego, apri.»
Dopo quella che sembrò un’ora, disse: «Va’ via. Non ti voglio vedere.»
Appoggiai la fronte alla porta, premendo le mani sopra. Avrei voluto avere la capacità di farla uscire da quella cazzo di stanza.
«Perché? Perché mi hai spezzato il cuore?» Picchiai un pugno sulla porta.
Silenzio.
«Micaela… cristo. Sto male senza di te e muoio nel ricordare quello che hai fatto a te stessa.»
Tutto tacque di nuovo.
«ESCI E PARLAMI!» gridai. «Dammi dello stronzo, del bastardo. Dimmi che non mi vuoi più e mandami a quel paese. Fa la cosa a modo tuo, ma voglio sapere la verità.»
Silenzio. Era ancora lì. Potevo sentirla.
«Ti amo. Cazzo, quanto ti amo.»
«Riccardo, ti prego… vattene, okay? Non posso.»

Stava piangendo. I suoi singhiozzi mi lacerarono l’anima.

*Parte del materiale usato è stato creato da Elena Taini.

Ascolta QUI la playlist

Guarda il Booktrailer ufficiale








15 commenti:

  1. E come sempre bella Recensione Alessandra ;) !!!
    Dopo Ale&Sofi, incontrare i genitori di Alessandro e conoscere la loro storia d'amore non potrà che essere un piacere!!!!! facciamo questo salto negli anni 70!!!!! Grazie Elena

    RispondiElimina
  2. Ciao, dove lo trovo?
    Su Amazon non c'è più.
    Saluti
    Crissy

    RispondiElimina
  3. Ciao!!!!

    http://www.amazon.it/Sognami-Spin-Off-Elena-Taini-ebook/dp/B00KUXYJ4U/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1403592868&sr=8-1&keywords=sognami+elena+taini

    ecco il link diretto <3
    Buona letturaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  4. Un tuffo nel passato, alla scoperta della storia d'amore tra Micaela e Giuseppe! Lo sto leggendo, davvero una bellissima storia d'amore (peccato per qualche errorino qua e là, ma capisco perfettamente che non è facile accorgersi dei refusi nel proprio lavoro)! Complimenti Elena, non vedo l'ora di leggere Pensami!!!

    RispondiElimina
  5. interessante... l'ho trovato su kobo. ciao e grazie

    RispondiElimina
  6. Graziee <3
    Aspetto un tuo commento!!

    RispondiElimina
  7. complimenti elena e stupendo <3

    RispondiElimina
  8. Grazie! Onorata tesoro!!
    Spero che continui a seguirmi!! :*

    RispondiElimina
  9. Ma quando arriva- Pensami -....ti prego non vedo l'ora di leggere il seguito...comunque bravissima!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Ho già letto entrambi i libri e vorrei sapere se c'è una previsione di uscita degli altri 2 capitoli "Pensami" e "Vivimi". Grazie Elena sei bravissima

    RispondiElimina
  11. Ho cominciato a leggere con spensieratezza pensando fosse una semplice novella, ma piu' andavo avanti e piu' il mio cuore palpitava... e' una bellissima storia d'amore, travolgente, intensa, dolce. Ho pianto piu' di qualche volta e anche quando ho chiuso il kindle continuavo a pensarci e a versare lacrime..Bellissima, brava Elena continua a scrivere cosi, e ora sbrigati a pubblicare Pensami,

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...