martedì 1 novembre 2016

Petali di me di Serena Di Caprio, recensione

Mie care Crazy
siete pronte per una nuova recensione? Abbiamo letto per voi Petali di me di Serena Di Caprio disponibile in libreria dal grazia alla casa editrice Fabbri. Ci siamo tuffate in una storia dai due volti volete saperne di più?

Tutto il tempo del
mondo Titolo: Petali di me
Autore: 
Serena Di Caprio
Serie: non fa parte di una serie
Editore:
Fabbri
Data: 27 ottobre 2016
Genere: Contemporary romance
Categoria: seconde possibilità
Narrazione:  prima persona, pov femminile
Finale: no cliffhanger
Coppia: Azzurra, giovane ragazza alla ricerca dell'amore.


Il mondo di Azzurra si sgretola quando scopre che il suo legame con Leo è costruito su una menzogna. Il tradimento di lui è un duro colpo, e ancora di più è scoprire che il ragazzo che credeva di amare non è mai stato sincero con lei e le ha nascosto un segreto che forse nascondeva anche a sé stesso. Una storia d'amore struggente raccontata attraverso frammenti di vita, immagini e frasi rubate. Ma anche un cammino per imparare a crescere, a superare le delusioni e a vivere ogni emozione fino in fondo, trasformando le proprie insicurezze in splendide ali di farfalla.



Azzurra è una ventenne dei nostri tempi:i genitori si lasciano e si riprendono, ha degli amici che nonostante tutto restano sempre compatti, ha un futuro da scrivere e una vita da vivere, ha delle emozioni e anche molte delusioni.
Nel racconto si incontrano tre dei suoi amori: Giulio, Leo e Claudio.
Giulio è una meteora che occupa i primi capitoli: la storia inizia con la fine del loro idillio d'amore perchè Azzurra è stanca, si sente maturata e non ne può più del carattere di Giulio.
La rottura brucia ma lei la affronta come scalino della sua vita da superare per crescere sempre di più.
Da Giulio si fa un viaggio a ritroso nel tempo di quattro anni e ci si trova tra le braccia di Leo.
Il bel ragazzo è amico d'infanzia di Azzurra, quindi la loro storia passa tutte le fasi della crescita, compresa quella del conoscere se stessi, le proprie paure e i dubbi che l'età ti mette davanti.
I ragazzi si innamorano che hanno circa sedici anni ed insieme vivranno molte avventure ed esperienze, tanto che in realtà non si perderanno mai di vista.
L'amore con Leo è tormentato, pieno di alti e bassi, ricco di baci e di lacrime: i due lasciano un segno nel racconto e lui solcherà un taglio netto nel cuore di Azzurra.
La ragazza, finiti gli esami di maturità decide di prendersi un anno sabbatico e di vivere un po' di quella vita che fino a questo momento non l'ha riempita di gioia e in questo periodo conosce Claudio.
Lui è il suo primo “Ti amo” detto con il cuore e quindi la loro relazione sarà profonda ed unica.
Non vado oltre per evitare spoiler... e perchè non c'è altro da dire!
Mi spiego meglio: questo libro mi ha lasciato basita, da un lato è pieno di frasi fantastiche, pensieri che sembrano poesie, strofe nel racconto che sembrano canzoni scritte appositamente per chi legge, dall'altra ha una trama per cui sembra di leggere un diario segreto di un' adolescente.
Ricordando che Azzurra ha dai 20 ai 24 anni massimo, sembra che abbia vissuto una vita intensa e che sia già all'arringa finale della sua vita amorosa. Parto da Giulio... in teoria convive con lei ma i due si mollano e tu che leggi resti li, sperando di capire il perchè la loro storia sia fallita e dove sia nata... invece di Giulio non si sa più nulla.
Passiamo a Leo, che da amico si trasforma da amante e da fidanzato in amico, di nuovo.
Azzurra vive una tragedia con lui ed ha dai sedici ai diciotto anni quindi "ci sta", la storia è bella e piena di emozioni che l'autrice enfatizza in un modo molto piacevole: scrive poesie che escono dal cuore di Azzurra e colpiscono il lettore.
Infine c'è Claudio... bella storia, travolgente passione ma mi ha lasciato li a bocca aperta aspettando un epilogo che non c'è. Quindi il mio pensiero è che si, il libro è piacevole... ma non ha un filo logico!
A mio parere c'era tanto da sviluppare, i personaggi sono forti, Azzurra ha tutte le potenzialità per essere una ragazza forte e sicura e le sue relazioni incuriosiscono ma sono poco sviluppate.
La lettura scorre abbastanza velocemente anche se i continui monologhi interiori di Azzurra risultano spesso prolissi, la scrittrice è una poetessa tanto che ci sono pezzi dei monologhi che sembrano parti dei libri dei poeti passati e questo l'ho apprezzato perchè rende Petali di me unico nel suo genere.
Consiglio la lettura ad un pubblico anche giovane, trattandosi di una storia tra ragazzi e perchè non contiene scene di sesso esplicite.
Un bacio e alla prossima lettura mie adorate pazze crazy!



Nessun commento:

Posta un commento

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...