mercoledì 27 luglio 2016

Maledette bellissime bugie di Kendall Ryan recensione in anteprima

Buon giorno bimbe,
Maledette bellissime bugie di Kendall Ryan è il libro di cui vi parlo oggi in anteprima. Si tratta del primo libro di una nuova serie che ci racconta in quattro libri le storie dei tre fratelli Drake; mentre il terzo e il quarto ci racconteranno dei fratelli Collins e Paice, i primi due parlano del tormentato Colton Drake e della sua storia d’amore con Sophie Evans che inizia in un modo a dir poco particolare.. Sophie, per pagare le costosissime cure che necessitano alla gemella per sconfiggere il cancro si vende al miglior offerente ad un asta di gentiluomini e Colton la compra per un milione di dollari.. Che c’è? Vi sembra di aver già letto questa storia? Vi sembra che la trama sia uguale ad un altro libro romance, che ci è piaciuto da pazzi circa tre anni fa, al punto da rasentare il plagio? Forse è così o forse no.. in realtà vi chiedo di dare una chance a questo libro, nonostante sembri la copia di un altro e il finale sia davvero sospeso, e vi invito a seguirmi in California, perché conoscere Colton Drake sarà davvero una bella sorpresa.

Maledette bellissime
bugie Titolo: Maledette bellissime bugie
Autore:
Kendall Ryan
Serie: #1 Filthy beautiful lies
Editore:
Newton Compton
Data: 27 Luglio 2016
Genere: contemporary romance
Categoria: miliardari e giovani vergini
Narrazione: prima persona, pov alternati
Finale: Si cliffhanger
Coppia: Sophie Evans, giovane vergine; Colton Drake, imprenditore miliardario.
QUI SERIE


Il dramma familiare che sta vivendo Sophie Evans, giovane ragazza californiana, è di quelli che non danno molte possibilità di scelta. Sua sorella gemella ha bisogno di una cifra enorme per poter entrare in un protocollo sperimentale per la cura del cancro alle ovaia, malattia da cui è affetta. Sophie non sa come fare a trovare tutti quei soldi e così si ritrova ad accettare una proposta che le permetterà di guadagnare quello che serve a sua sorella: si mette all’asta. Un losco individuo per cui ha fatto un disastroso provino di lap dance prende a cuore le sue ambasce e le suggerisce la possibilità di vendere il proprio corpo, e la propria verginità, al miglior offerente. Così Sophie si ritrova una sera con addosso solo un paio di slip su un piedistallo e con un riflettore puntato addosso mentre un gruppo di gentiluomini rilanciano l’offerta per poterla possedere per sei mesi. Chi la vince sborsa la mostruosa cifra di un milione di dollari.. molto più di quello che le serve ma ormai i giochi sono fatti. L’uomo che l’ha comprata è molto bello, dice di chiamarsi Drake e la porta a casa sua a Malibù, ma per sua fortuna è gentile, per il momento si accontenta solo di sesso orale, e non sembra pretendere altro da lei. Sophie inizia così il periodo di convivenza forzata col suo padrone che, presto scopre, si chiama Colton Drake, ha due fratelli belli come lui e uno stuolo di assistenti. Colton è molto attratto da Sophie ma qualcosa sembra trattenerlo e contrariamente a quanto la ragazza si aspettava, non la tocca neanche con un dito. Come mai Colton sembra non essere più interessato a lei? Cosa le nasconde? Chi è davvero Colton Drake?



Mie care Crazy.. ci credete che fino a circa il 20% della lettura di questo libro stavo gridando al plagio? Tutto assolutamente uguale alla storia tra Noah Crowford e la sua Lanie che la duologia di C.L. Parker ci ha fatto conoscere e amare ormai quasi tre anni fa. Il miliardario bello e spregiudicato, la giovane vergine inesperta e bisognosa di denaro per poter curare un familiare in pericolo di vita, l’asta dei gentiluomini, lui che se l’aggiudica e se la porta a casa per fare di lei la sua personale schiava del sesso.. mi sono detta.. ma che c…. ma possibile? Poi la storia di Colton e Sophie prende improvvisamente una strada completamente diversa e inattesa per il lettore e diventa in pratica una variazione sul tema che acquista una sua originalità, nonostante il preambolo non sia proprio originale. Colton Drake non è il nostro adorato Pistolino prodigio, non ha la sua verve e la sua ironia, ma è un protagonista che adorerete, oscuro, pensieroso, che nasconde segreti inconfessabili e che sembra portare un grosso peso che però non vuole condividere.
Scopriremo durante la lettura che in realtà è l’esatto opposto del protagonista di C.L. Parker, senza per questo perdere in spessore, Colton ha una sua ragione di essere, è dolce e si innamora perdutamente di Sophie e per questo non vuole farle del male, inoltre l’autrice lo ha dotato di un signor dirty talking che è una cosa sempre apprezzabile. Sophie invece è abbastanza simile al personaggio di Lanie (la strepitosa Agente speciale passerina.. che delizia); è più seria forse, ma è una ragazza vittima degli eventi esattamente come l’altra. Finirà come è ovvio per innamorarsi di Colton anche se lui da un certo punto della storia in avanti sembra quasi non volerla più, non essere più attratto da lei; tra di loro sembra esserci una presenza oscura e incombente, un convitato di pietra che congela la loro relazione, che in qualche modo la influenza, ma non vi posso dire di più, per farvi comprendere che in realtà non siamo davanti alla copia carbone di La Proposta ho dovuto già dire fin troppo, basta così. 
L’unico appunto che mi sento di fare su questo libro, che è comunque un bel libro, scritto molto bene e decisamente interessante, è l’ennesimo finale sospeso, come se in questo periodo le autrici romance si siano dimenticate di scrivere libri stand alone. Del resto essendo una storia divisa in due parti era abbastanza inevitabile che la prima parte finisse con un tremendo cliffhanger.
Temo mi dovrò comprare il secondo libro in originale perché a questo punto DEVO sapere come andrà a finire tra Colton e Sophie, e dal momento che ancora non sappiamo quando la casa editrice ce lo pubblicherà in italiano, non credo di riuscire ad aspettare. Detto anche che i due favolosi fratelli di Colton avranno anche loro l’onore di un libro ciascuno che li vedrà protagonisti, vi lascio consigliandovi decisamente la lettura di questo libro coinvolgente per quanto breve, intenso e piacevole, una lettura piacevolissima;vi do un consiglio, non vi soffermate sulle similitudini con i libri della Parker, andate oltre e godetevi una bella storia, per quanto ancora incompleta, ma comunque interessante.

A presto
Zia D.






Maledette bellissimebugie

7 commenti:

  1. Io l'ho trovato molto gradevole e all'inizio avevo timore fosse un plagio come hai giustamente sottolineato tu. Poi la storia ha preso una piega molto interessante. Aspetto con curiosità in seguito. Si sa già l'uscita del prossimo romanzo? Susanna

    RispondiElimina
  2. Onestamente non credo che lo leggerò. Sino al venti per cento del libro è una copia dell'altro e stiamo parlando di 80 pagine e non costa proprio poco neanche in formato digitale. Penso che avrebbe potuto fare un libro unico senza trascinarlo per poter guadagnare più soldi. Queste cose mi fanno passare la voglia. Sicuramente sbaglio ma non posso farci niente, queste cose mi infastidiscono.
    Grazie come sempre.

    RispondiElimina
  3. Già della trama, si può facilmente intuire che non spicca certo per originalità. Nonostante ciò l'ho travato gradevole, per nulla noioso. Sono molto curiosa di scoprire l' evolversi del rapporto tra Colton e Sophie.

    RispondiElimina
  4. Trovo questo libro molto scontato... :( non mi è piaciuto per niente

    RispondiElimina
  5. Non è neppure iniziato. Sono stufa di questi libri, dove non trovi nulla né la storia(perchè è strausata) né i personaggi (perchè non hanno peronalità) non c'è neppure un contorno ..aiuto..molto meglio leggere un Harmony. Mi spiace l'ho trovato davvero brutto. Caty

    RispondiElimina
  6. eh che caspiterina, non puo' lasciarmi cosiiiiii. subito il 2, subito subito subitoooooo

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...