venerdì 10 aprile 2015

Non meriti un minuto in più del mio amore di Elisa Gentile, recensione

Ciao crazy,
oggi vi parlo di Non meriti un minuto in più del mio amore di Elisa Gentile primo titolo della Trilogia delle Bugie pubblicato da Newton Compton il 2 aprile scorso. Siamo di fronte ad un'altra autrice self italiana che è riuscita a sbarcare in libreria, una trilogia che da auto-pubblicata è stata croce e delizia di tante lettrici, che ha fatto tanto parlare di se. E' stata osannata da tante ed è stata criticata da chi non è riuscita a mandar giù alcune scelte ma una cosa è certa Elisa Gentile c'è l'ha fatta e noi le auguriamo un grosso in bocca al lupo.




La trilogia delle bugie

1. Non meriti un minuto in più del mio amore  - 2 Aprile 2015

2. Buio (titolo self)

3. Luce (titolo self)

Autore: Elisa Gentile 
Casa editrice: Newton compton
Genere: Erotic romance




Selvaggia ha sedici anni ed è la figlia di un noto petroliere italiano e di una ricca americana. Troppo presi dal lavoro e occupati a tradirsi reciprocamente, i suoi genitori non si sono mai interessati a lei. È cresciuta sola, nella sfarzosa casa di Manhattan, affidata alle cure amorevoli di Amelia, la governante. Jayden ha ventotto anni, è un ragazzo ricco, bello e determinato, anche se nel suo recente passato c’è un dolore che lo ha messo a dura prova. Quando Jayden vede Selvaggia a Central Park, viene colpito dai suoi modi eleganti, ma anche dalla sua acerba sensualità, ma non ha il coraggio di parlarle. I giorni passano e finalmente Jayden riesce ad avvicinarla. Inizia un romantico corteggiamento fatto di viaggi, cene romantiche e incontri molto sensuali. Nonostante l’attrazione che prova, Selvaggia, ancora sedicenne, è vergine e non vuole lasciarsi andare. Nel frattempo il passato di Jayden torna a bussare alla sua porta. E il suo passato si chiama Monya…

Una nuova autentica voce della narrativa italiana arriva in libreria dopo il grande successo sul web. 



La prima cosa che ci tengo a dirvi è che recensirò questo libro da neofita della serie: non ho letto la versione self di questa trilogia e non starò quindi qui a dirvi se è migliorato, peggiorato, cambiato o rimasto intatto... ma vi darò solo il mio sincero parere su questa lettura senza condizionamenti esterni!


Sin dalle prime battute del libro entriamo nel vivo della storia di Jayden e Selvaggia con un prologo molto forte dal quale riusciremo a capire, neanche troppo velatamente, che quella che si sta profilando all'orizzonte sarà una lettura tutta in salita. Con un salto temporale rispetto al prologo ritorniamo al principio, ai primi approcci fra la dolce e la ancora ingenua sedicenne Selvaggia e il tormentato sexy ventottenne Jayden. Scopriamo così come nasce questo rapporto dalle basi davvero molto instabili. 
Lei è una ragazza cresciuta senza amore se non quello della sua  tata, privata dall'affetto genitoriale in quanto troppo impegnati entrambi in storie occasionali e a farsi guerra a vicenda. Questa mancanza d'affetto l'ha portata a sviluppare una  certa refrattarietà al sentimento dell'amore ma soprattutto una difficoltà a lasciarsi andare completamente sessualmente -ma tenendo conto che ha solo sedici anni diciamo pure che questo problema sessuale che lei avverte mi sembra un po' troppo prematuro. Dall'altra parte abbiamo invece un'uomo già bello e fatto, sistemato professionalmente, indipendente, dal carattere molto determinato e forte. Jayden però nonostante questa sua facciata di sicurezza ha i suoi demoni, Monya in primis e, non meno fastidiosa, la sua cara cognatina che lo indeboliscono trascinandolo in un baratro dal quale solo l'amore per -e di -Selvaggia lo può far venir fuori!

Lo stile di Elise Gentile è molto d'impatto, ti trascina subito nel vivo di una storia dai tratti molto erotici ma accompagnati da un forte sentimento e attrazione. I dialoghi sono semplici ma incisivi, i protagonisti ben caratterizzati si fanno già amare e odiare. Si percepisce subito che questo è un libro che  farà venire l'ulcera e nonostante siamo solo all'inizio della storia, che ci presenta la nascita dell'amore fra questa coppia -quindi si presume la parte più passionale e romantica- già tanti piccoli segnali offuscano questo rapporto che ripeto sembra non avere basi solidi per crescere e poter andare avanti.
La caratteristica che ho particolarmente apprezzato in Non meriti un minuto in più del mio amore è il punto di vista alternato ma focalizzato soprattutto su Jayden che è la voce narrante per la maggior parte del libro: sicuramente un valore aggiunto che ci permette di conoscere meglio la figura più controversa del libro. Si, perchè Jayden ha la capacità di affascinare, intrigare ma allo stesso tempo personalmente ho sviluppato anche un'antipatia viscerale per lui. Un personaggio che è palese che sia innamorato ma che a volte sembra solo su di giri, un personaggio del quale non ho gradito molto i modi di fare, ahimè, poco eleganti. Certo sarebbe stato più facile se a narrare la storia fosse stata solo la piccola e tenere Selvaggia ma stranamente quelle sono le parti che ho ritenuto più deboli, quindi devo ammettere che nonostante la conflittualità che ho sviluppato nei confronti del personaggio maschile questa scelta  ha giovato alla buona riuscita del libro.


Un piccolo appunto però mi sento di farlo e ve lo fa una persona che ha un marito più grande di dieci anni e che ha vissuto un fidanzamento all'età di quindici anni con un ragazzo molto più grande: la notevole differenza di età ha il suo bel peso sull'indice di gradimento della storia. A mio avviso i dodici anni di differenza in un rapporto non sono affatto un problema ma se solo si fosse slittata la narrazione di appena due anni -dato soprattutto che si tratta di un erotic romance- rimanendo comunque con la stessa differenza di età, la storia sarebbe risultata a mio avviso più equilibrata e credibile per alcuni aspetti...  
Per il resto sono certa che la parte più avvincente del libro, quella che ci farà penare, spasimare ed emozionare di più debba ancora arrivare e con asia aspetto il seguito.

Un bacio, Alessandra








14 commenti:

  1. Ancora nn ho avuto il piacere di leggere la versione della Ce ma ho letto quella self, anch'io ho odiato da impazzire Jayden e andando avanti ci sara' ancora di piu' quest'odio viscerale per lui e tanta tanta tenerezza per la piccola Selvaggia.Cmq devo leggere questa versione, sicuramente ci sara' stato qualche cambiamento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai se non si trova più la versione self?

      Elimina
  2. ho letto la versione self anche io...è una delle storie che mi è rimasta nel cuore, è devastante! ho pianto da metà primo libro alla fine del terzo libro, lacrime vere, singhiozzavo, non esagero! amerete ed odierete il protagonista maschile, l'autrice è riuscita a farmi immedesimare nei personaggi, provare le loro emozioni soprattutto il dolore, la sofferenza atroce, lo consiglio a tutti...è meravigliosamente intenso!

    RispondiElimina
  3. Da brividi!!! il primo capitolo di una trilogia che lascia il segno, che ti fa amare e odiare Jayden, non si può farne a meno. L'autrice descrive in modo talmente preciso e intenso ogni scena, ogni pensiero, ogni emozione che riesci a vivere tutto con i protagonisti, grazie anche ai POV alternati. Insomma, una meravigliosa storia che ti entra dentro, che ti fa arrovellare il cervello, che a tratti sembra volerti strappare il cuore.
    Speriamo vengano pubblicati presto gli altri due capitoli, per rileggere l'intera storia tutta d'un fiato!

    RispondiElimina
  4. Ciao! Ho semplicemente adorato questo libro nell insieme, certo forse se la protagonista avesse avuto 18anni sarebbe risultato piu credibile soprattuttoper la sfera sessuale! Emozionante... però non capisco:riesco a trovare i seguiti o devo per forza attendere la nuova pubblicazione della ce???? Xké questo finale non mi va proprio giù (cm per altri ebook lsscisti in sospeso...) grazie vict

    RispondiElimina
  5. bella recensione!! Non sono un'appassionata del genere hot, ma il suo libro lo prenderò ugualmente ^_^

    RispondiElimina
  6. Salve ragazze :) Sto leggendo proprio ora questo libro, su amazon non c'è la versione self degli altri due, è possibile comprarli in qualche modo? So già che non riuscirò ad aspettare che la newton compton pubblichi il secondo :)

    RispondiElimina
  7. Si sa niente dell'uscita del seguito...fatemi sapere. Grazie

    RispondiElimina
  8. Vorrei inziare con questa frase :
    FORSE MOLTO RUMORE PER NULLA ??????
    Premetto che ho letto solo il primo libro e non tutta la serie self, ma dai vari commenti sul web sono partitita con l'idea che il libro avesse delle scene molto forti e drammatiche.....ma arrivata alla fine mi sono chesta " dove sono ??? ".
    Il primo capitolo è pieno di parole volgari....ma neache lì mi sono scandalizzata....ho letto molto di peggio.
    Con questo non voglio dire che il libro non mi sia piaciuto...sono d'accordo con il giudizio della recensione, il libro è gradevole e la lettura scorre veloce, ma non era quello che mi aspettavo.
    Anche io aspetto con ansia il seguito, sperando che la parte migliore della storia debba ancora venire !

    RispondiElimina
  9. comincio a chiedere scusa a chi si sentirà offeso dal mio commento. ma scusate, sono forse l'unica a cui ha fatto SCHIFO leggere questa storia? preciso: non schifo perchè sia raccontata in modo troppo volgare (c'è di peggio) o che la scrittrice sia un'incapace (anzi)... ma è la storia stessa con protagonista una ragazza di 16 anni. Sembrerò esagerata ma sfiora la pedofilia ... sarebbe bastato poco, considerato l'evolversi della vicenda, solamente cambiare l'età. Non sarebbe stata comunque una storia superficiale, anzi, ma avrebbe tolto tanta amarezza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sei l'unica. Il fatto è che, a parte ciò che scrivi, l'intera storia è insulsa, incoerente. Moltissimi punti deboli, ma non puoi permetterti di aprir bocca perchè la "scrittrice" si mette al livello di una pescivendola e risponde insultando chi non incensa la sua opera che, per inciso, è un mix torbido di un po' di tutto. Ho avuto il mio primo uomo a 17 anni, lui ne aveva 28.Solo che lui era un signore, questo ragazzotto è un mentecatto malato che ben si accoppia con la piccola demente.La Newton pur di vendere sta scadendo sempre più in basso, ingaggiango gente che oltre a non saper scrivere, non riesce neppure a comportarsi con eleganza verso le critiche. La maggioranza silenziosa che vorrebbe dire la sua se ne sta, a questo punto, giustamente zitta e legge altro.Mi freghi una volta sola-
      Kristen Maria Zulian

      Elimina
  10. Se come dici tu l'autrice non gradisce le critiche peggio per lei... io di questo non mi preoccupo. non credo leggerò il seguito della storia , vorrei però mandarle un messaggio chiaro
    NON MERITI UN MINUTO IN PIU' DEL MIO TEMPO

    RispondiElimina
  11. purtroppo è una storia che nella quotidianità si sente sempre più spesso!! sono ovviamente dalla parte di Selvaggia alla quale (mentre leggevo) continuavo a urlare di scappare lontano e veloce perché, dai ragazze, ormai si sa, come dice mia martina.... GLI UOMINI NON CAMBIANO!!! speriamo che il seguito dia un po di rivincita a Salveggia, ci sono troppe cose ancora da sistemare!!!

    RispondiElimina
  12. Notizie in merito all'uscita degli altri due capitoli della serie??

    RispondiElimina

f
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...